No Regionalizzazione, sindacati: 15 aprile raccolta firme, 16 flashmob

L’obiettivo di queste Regioni, condiviso dal Governo, è quello di regionalizzare la scuola pubblica attualmente gestita unitariamente dallo Stato.

Un paese che vuole uscire dalla crisi e innalzare il livello di istruzione generale, deve unificare anziché dividere le sue forze!

Regionalizzare la scuola pubblica significa:

· Avere 20 sistemi scolastici, uno per ogni regione, con un inevitabile aumento del divario tra nord e sud;

· consentire che nascano istituti e studenti di serie A e di serie B a seconda della ricchezza delle Regioni;

· cancellare il Contratto nazionale dei lavoratori della scuola attraverso differenziazioni stipendiali e di lavoro;

· assumere i docenti con regole variabili da regione a regione;

· sottomettere le scuole alle scelte politiche ed economiche di ogni singolo Consiglio regionale;

· costruire organi collegiali diversi per ogni regione.

Regionalizzare la scuola significa frantumare il sistema scolastico nazionale e la cultura stessa del paese!

Per questi motivi noi come FLC CGIL Roma e Lazio, insieme a CISL Scuola, UIL Scuola RUA, SNALS confsal e FGU GILDA Unams , lunedì 15 Aprile organizzeremo una raccolta straordinaria di firme a sostegno della petizione contro l’autonomia differenziata del sistema scolastico nazionale, fuori le scuole della nostra città.

Il giorno seguente, martedì 16 Aprile, prosegue la mobilitazione con un Flashmob contro regionalizzazione, con appuntamento alle ore 17 in Piazza Navona.

In queste due giornate così significative ribadiremo ancora una volta la nostra volontà di fermare un pericoloso processo intrapreso e di avviare un confronto con tutti i soggetti istituzionali e sociali.

#RestiamoUniti

image.png

L’articolo No Regionalizzazione, sindacati: 15 aprile raccolta firme, 16 flashmob sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Perché escludere dal concorso straordinario chi insegna nelle paritarie? Lettera

Commenti disabilitati su Perché escludere dal concorso straordinario chi insegna nelle paritarie? Lettera

Recupero posti Quota 100 per ruoli, quali conseguenze su mobilità docenti di ruolo. Lettera

Commenti disabilitati su Recupero posti Quota 100 per ruoli, quali conseguenze su mobilità docenti di ruolo. Lettera

Concorso ordinario infanzia e primaria 16.959 posti, Azzolina: siamo pronti a bandirlo

Commenti disabilitati su Concorso ordinario infanzia e primaria 16.959 posti, Azzolina: siamo pronti a bandirlo

Didattica a distanza, USB: Miur emani nota “vera” che rimandi all’impegno volontario dei docenti

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, USB: Miur emani nota “vera” che rimandi all’impegno volontario dei docenti

Invalsi 2020, pubblicati materiali V secondaria II grado

Commenti disabilitati su Invalsi 2020, pubblicati materiali V secondaria II grado

Maturità, voti più alti al Sud perché “gli studenti di elevate capacità sono più numerosi che altrove”

Commenti disabilitati su Maturità, voti più alti al Sud perché “gli studenti di elevate capacità sono più numerosi che altrove”

TFA sostegno, elenchi ammessi a prova scritta. Aggiornato con Foro Italico

Commenti disabilitati su TFA sostegno, elenchi ammessi a prova scritta. Aggiornato con Foro Italico

Colta da malore in aula, studentessa muore a 16 anni

Commenti disabilitati su Colta da malore in aula, studentessa muore a 16 anni

TFA sostegno, nessuno sconto alle selezioni per laureati con 24 CFU. Sentenza TAR

Commenti disabilitati su TFA sostegno, nessuno sconto alle selezioni per laureati con 24 CFU. Sentenza TAR

Se gli alunni non comprendono i testi scritti, la colpa è della scuola. Lettera

Commenti disabilitati su Se gli alunni non comprendono i testi scritti, la colpa è della scuola. Lettera

Diplomati magistrale. Non si doveva accettare il ruolo con riserva senza alcuna garanzia

Commenti disabilitati su Diplomati magistrale. Non si doveva accettare il ruolo con riserva senza alcuna garanzia

Anno scolastico 2020/21, 85mila cattedre vacanti. Cisl: ricerca supplenti soprattutto al Nord

Commenti disabilitati su Anno scolastico 2020/21, 85mila cattedre vacanti. Cisl: ricerca supplenti soprattutto al Nord

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti