No a regionalizzazione; unità d’Italia conquistata con il sangue. Lettera

La scuola deve restare di competenza statale non può essere regionalizzata, perché la scuola non appartiene alle regioni e la professionalità dei docenti non può essere parcellizzata, sminuzzata per poter essere definita a livello regionale.

Non esistono affatto in Italia due tipologie di scuole: la scuola del Nord e la scuola del Sud. No! La scuola è una sola e gli italiani sono un unico popolo che ha conquistato l’Unità Nazionale non a chiacchiere da bar, ma con guerre, spargimento di sangue e la morte di moltissimi soldati.

I programmi di insegnamento devono valere per tutto il territorio nazionale con la sola eccezione che nel curricolo si può destinare una parte della programmazione scolastica a livello regionale.

Ma la Lega non può minimamente pensare di poter regionalizzare tutto il sistema scolastico perché questo significa voler disconoscere la storia dell’Italia e tutti i sacrifici che sono stati compiuti dai Padri della Patria per raggiungere l’agognato obiettivo dell’Unità Nazionale.

Non esiste un’istruzione per un’Italia del Nord e un’istruzione per un’Italia del Sud e si deve smetterla di pensare che il sud sia soltanto ricettacolo di voti in campagna elettorale. Molti insegnanti del Sud negli anni del miracolo economico hanno popolato le scuole del Nord, hanno insegnato in quelle regioni che vogliono ottenere l’autonomia in virtù di un credo che non ha radici storiche e antropologiche.

Dunque la scuola non si tocca: tutto deve restare di stretta competenza dello Stato e che le leggi non devono essere personali o strettamente legate a realtà partitiche ma avere valenza per l’interesse nazionale, La regionalizzazione va applicata solo per specifiche materie e non per la scuola che riguarda tutti i cittadini.

L’articolo No a regionalizzazione; unità d’Italia conquistata con il sangue. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Fridays For Future, a Torino lezioni nei licei dai laureandi del Politecnico

Commenti disabilitati su Fridays For Future, a Torino lezioni nei licei dai laureandi del Politecnico

Emergenza Coronavirus, ASAL: stra-ordinaria occasione di cittadinanza

Commenti disabilitati su Emergenza Coronavirus, ASAL: stra-ordinaria occasione di cittadinanza

Sogno di diventare maestra elementare. Lettera

Commenti disabilitati su Sogno di diventare maestra elementare. Lettera

Sardine: lieve malore per il prof che ha minacciato studenti

Commenti disabilitati su Sardine: lieve malore per il prof che ha minacciato studenti

Sicurezza e dirigenti scolastici, DiSAL e ANDIS: necessaria ripartizione più equa delle responsabilità in materia di sicurezza

Commenti disabilitati su Sicurezza e dirigenti scolastici, DiSAL e ANDIS: necessaria ripartizione più equa delle responsabilità in materia di sicurezza

Azzolina, ci sarà un modello PEI nazionale per il prossimo anno scolastico

Commenti disabilitati su Azzolina, ci sarà un modello PEI nazionale per il prossimo anno scolastico

No alla didattica a distanza, sì al rientro in classe. Raccolta firme

Commenti disabilitati su No alla didattica a distanza, sì al rientro in classe. Raccolta firme

Coronavirus, Sala chiede scuole chiuse a Milano per una settimana

Commenti disabilitati su Coronavirus, Sala chiede scuole chiuse a Milano per una settimana

Governo vuole riformare gli organi collegiali: cosa prevede il testo

Commenti disabilitati su Governo vuole riformare gli organi collegiali: cosa prevede il testo

Laureati in SFP: contrari a procedure straordinarie. Nuova sanatoria? Allora lo sia per tutti

Commenti disabilitati su Laureati in SFP: contrari a procedure straordinarie. Nuova sanatoria? Allora lo sia per tutti

Concorso a cattedra straordinario, corso di preparazione con simulazioni domande metodologia e disciplina

Commenti disabilitati su Concorso a cattedra straordinario, corso di preparazione con simulazioni domande metodologia e disciplina

Coronavirus, infezioni sul lavoro: datore responsabile se c’è dolo o colpa

Commenti disabilitati su Coronavirus, infezioni sul lavoro: datore responsabile se c’è dolo o colpa

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti