Monfalcone, Cangemi (PCI): Lega attacca libertà di insegnamento e Bussetti tace

Particolarmente grave è in questo senso il ruolo che sta svolgendo il ministero dell’istruzione, guidato da un burocrate leghista la cui pericolosità non deve essere sottovalutata, nonostante la banalità sconcertante di molte sue esternazioni.
Il ministero che dovrebbe essere custode della libertà d’insegnamento, che è il primo requisito di funzionamento della scuola disegnata dalla Costituzione della Repubblica, è diventato, con le sue strutture centrali e periferiche, uno strumento essenziale dell’aggressione della destra ai docenti.
Uno strumento di censura e intimidazione, come nel caso, ancora lontano dall’essere chiuso, della docente di Palermo sospesa ed uno strumento di copertura ed appoggio come nel caso di Monfalcone, dove non vi è nessun intervento a difesa dei docenti e degli stessi poteri istituzionali della scuola, umiliati dall’annunciata iniziativa di un “garante dell’infanzia”, che altri non sarebbe che un candidato non eletto della lista della sindaca.

In generale è particolarmente grave la subalternità che gli uffici periferici del MIUR hanno sviluppato, in alcune regioni, nei confronti delle amministrazioni leghiste: inquietante anticipazione di cosa diventerebbe la scuola se dovesse andare in porto il devastante progetto dell’“autonomia differenziata”.
Nonostante la durezza dell’attacco siamo determinati a non cedere, a denunciare scuola per scuola, città per città ogni tentativo di colpire la libertà d’insegnamento – ha concluso Cangemi

L’articolo Monfalcone, Cangemi (PCI): Lega attacca libertà di insegnamento e Bussetti tace sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti