Mobilità: nei trasferimenti vale il punteggio, docenti rientrano nelle province di appartenenza

Marcello Pacifico (Anief-Cisal): “Abbiamo ribadito in udienza che l’assunto secondo il quale l’ordine di preferenze costituisce il criterio primario e il “punteggio” costituisce un criterio meramente suppletivo, così come sostenuto dal Miur riguardo le procedure di mobilità 2016, non è supportato da alcuna disposizione di legge o di contratto collettivo e, di conseguenza, deve soccombere in favore di criteri costituzionalmente orientati quali il punteggio posseduto e, dunque, il merito. I giudici ci hanno dato nuovamente ragione e abbiamo ottenuto il trasferimento di altri tre docenti che potranno rientrare nelle province di appartenenza”.

Ancora una volta, dunque, l’Anief ha tutelato il corretto rispetto della normativa e ha saputo far valere i diritti dei lavoratori della scuola ottenendo la rettifica di provvedimenti illegittimi ab origine che, senza giustificazione di sorta e in totale spregio del principio del merito, hanno costretto centinaia di docenti a trasferirsi lontano dalla propria famiglia compromettendo, anche, la loro serenità personale e familiare.

Il Tribunale del Lavoro di Mantova, con due sentenze di pieno accoglimento ottenute dal nostro legale sul territorio Avv. Pasqualino Miraglia, in modo molto diretto rileva come l’Amministrazione non abbia prodotto alcuna motivazione utile a ritenere corretta l’attribuzione delle ricorrenti all’Ambito cui risultavano assegnate in luogo degli Ambiti delle province in cui avevano, invece, richiesto il trasferimento e per cui erano in possesso di punteggio tale da superare i docenti trasferiti al loro posto. Rilevando proprio tale mancanza da parte dell’Amministrazione, i Giudici del Tribunale del Lavoro hanno così concluso: “Non evincendosi dalla disciplina esaminata un criterio di assegnazione alternativo (e prevalente) rispetto a quello meritocratico e non avendo il Ministero assolto all’onere di allegare e provare che i posti pretesi dalla ricorrente non potevano essere a lei assegnati, l’assegnazione della ricorrente all’a.t di Omissis appare illegittimo”.

Alle stesse conclusioni giunge il Tribunale del Lavoro di Busto Arsizio (VA) dove l’Avv. Anna Maria Ferrara ottiene un nuovo successo a tutela degli iscritti Anief e la conferma che “nella fattispecie in esame l’amministrazione ha violato il principio generale e inderogabile dello scorrimento della graduatoria, fondato sul merito di cui al punteggio attribuito nella fase dei trasferimenti”. Conseguentemente, la sentenza dichiara “l’illegittimità del mancato trasferimento della ricorrente all’ambito in questione; conseguentemente il ricorso va accolto ordinandosi all’Amministrazione di assegnare la ricorrente presso una delle sedi disponibili nell’ambito territoriale richiesto o in via subordinata, in via gradata, negli altri ambiti territoriali della Regione Omissis da essa indicati come preferenze”. L’incapacità di motivare le proprie azioni costa nuovamente al MIUR la sconfitta in tribunale e l’obbligo di immediato trasferimento delle ricorrenti in una delle sedi indicate nella domanda di mobilità, nel rispetto del punteggio posseduto.

“Abbiamo ribadito in udienza – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – che l’assunto secondo il quale l’ordine di preferenze costituisce il criterio primario e il ‘punteggio’ costituisce un criterio meramente suppletivo, così come sostenuto dal Miur riguardo le procedure di mobilità 2016, non è supportato da alcuna disposizione di legge o di contratto collettivo e, di conseguenza, deve soccombere in favore di criteri costituzionalmente orientati quali il punteggio posseduto e, dunque, il merito. I giudici ci hanno dato nuovamente ragione e abbiamo ottenuto il trasferimento di altri tre docenti che potranno rientrare nelle province di appartenenza”.

L’articolo Mobilità: nei trasferimenti vale il punteggio, docenti rientrano nelle province di appartenenza sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

https://www.orizzontescuola.it/mobilita-nei-trasferimenti-vale-punteggio-docenti-rientrano-nelle-province-appartenenza/

Leggi Tutto

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

adminreal

Related Posts

Coronavirus, USB: si dichiari anno scolastico chiuso il 6 marzo e si utilizzino valutazioni primo quadrimestre

Commenti disabilitati su Coronavirus, USB: si dichiari anno scolastico chiuso il 6 marzo e si utilizzino valutazioni primo quadrimestre

Esami di Maturità 2020: istruzioni per l’uso. Lettera

Commenti disabilitati su Esami di Maturità 2020: istruzioni per l’uso. Lettera

Saranno 471 le immissioni in ruolo in provincia di Trento

Commenti disabilitati su Saranno 471 le immissioni in ruolo in provincia di Trento

In Italia docenti guadagnano meno dell’80% di ciò che guadagnano altri lavoratori con istruzione terziaria. I dati

Commenti disabilitati su In Italia docenti guadagnano meno dell’80% di ciò che guadagnano altri lavoratori con istruzione terziaria. I dati

L’infanzia tra realismo e utopia

Commenti disabilitati su L’infanzia tra realismo e utopia

Commissione Cultura, Prof. Bianchi e Dott. Miozzo in audizione sulla ripresa della scuola a settembre

Commenti disabilitati su Commissione Cultura, Prof. Bianchi e Dott. Miozzo in audizione sulla ripresa della scuola a settembre

Supplenze sostegno fino al 30 giugno, i posti per ogni provincia

Commenti disabilitati su Supplenze sostegno fino al 30 giugno, i posti per ogni provincia

Esami Maturità 2020, aspiranti Presidenti presentano due domande: per inserimento elenchi e per la nomina

Commenti disabilitati su Esami Maturità 2020, aspiranti Presidenti presentano due domande: per inserimento elenchi e per la nomina

Assunzioni ATA: Riserva “Militare in ferma prefissata e in ferma breve”

Commenti disabilitati su Assunzioni ATA: Riserva “Militare in ferma prefissata e in ferma breve”

Anche in Calabria si pensa a quarantena per chi arriva dal Nord

Commenti disabilitati su Anche in Calabria si pensa a quarantena per chi arriva dal Nord

Coronavirus, musica e disegni per dar voce ai giovani. Pagina instagram

Commenti disabilitati su Coronavirus, musica e disegni per dar voce ai giovani. Pagina instagram

“Alberto Manzi. L’attualità di un maestro”, da oggi sei puntate per riproporre alle scuole il suo approccio pedagogico e didattico

Commenti disabilitati su “Alberto Manzi. L’attualità di un maestro”, da oggi sei puntate per riproporre alle scuole il suo approccio pedagogico e didattico

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti