Mobilità, attenzione al blocco triennale dopo trasferimento. Quando scatta

 Libero Tassella –  Mancano ormai poche ore al termine per l’invio on line della domanda di mobilità relativa all’a.s. 2019/20. Quindi si è ancora in tempo per poter rettificare o integrare la domanda, in particolare la sezione più delicata, quella dell’indicazione delle preferenze.
Di seguito si vuole analiticamente illustrate la casistica completa relativa alla novità introdotta dall’art. 22 del CCNL comma 4 lettera a1) e recepita dal comma 2 dell’art.2 del CCNI di durata triennale sulla mobilità.
In pratica, con qualche eccezione definita al tavolo contrattuale e che di seguito si illustrerà, il docente che ha espresso tra le preferenze una singola scuola e l’ottiene, non potrà presentare per tre anni né domanda di trasferimento, a meno che venga individuato come soprannumerario, né di passaggio di cattedra e/o di ruolo.
È bene precisare che il blocco previsto dal contratto riguarda per il momento la sola mobilità definitiva ( trasferimenti e passaggi) e non anche le utilizzazioni e le assegnazioni provvisorie per l’a.s.2019/20 provinciali e interprovinciali.
Di seguito si prende in esame la varia casistica di cui al citato comma 2 dell’art.2 del CCNI 2019 sulla mobilità.
1) Docente che chiede nella fase comunale tra le preferenze la singola scuola e l’ottiene: resta bloccato per tre anni, per tre anni non potrà presentare domanda né di trasferimento né di passaggio.( in seguito per abbreviare, si scriverà ” resta bloccato”).
2) Docente che chiede nella fase comunale tra le preferenze il distretto ( per comuni con uno o più distretti subcomunali) e ottiene una scuola in quel distretto: resta bloccato.
3) Docente trasferito d’ufficio o a domanda condizonata: non resta comunque bloccato a prescindere dal tipo di preferenza che ha indicato tra le preferenze.
4) Docente beneficiario della precedenza di cui all’art. 13 del CCNI nell’ottennio per il rientro nella scuola di precedente titolarità da dove era stato trasferito d’ufficio o a domanda condizionata e limitatamente a tale scuola da indicare come prima preferenza: non è soggetto al blocco. In pratica è come se tale docente non si fosse mai spostato da quella scuola infatti ne conserva il punteggio di continuità.
5) Docente che chiede la singola scuola nella fase provinciale ( seconda fase, trasferimenti tra comuni della stessa provincia) e l’ottiene: resta bloccato.
6) Docente che nella fase provinciale chiede il comune o il distretto e ottiene una scuola ivi compresa: non resta bloccato.
7) Docente che nella fase provinciale chiede un comune dov’è una sola scuola e l’ottiene: non resta bloccato.
8 ) Docente che chiede il trasferimento o il passaggio nella fase interprovinciale, terza fase dei trasferimenti (trasferimento tra province) tutto come per il trasferimento provinciale, se chiede la scuola e l’ottiene resta bloccato se chiede una preferenza sintetica: distretto, comune, provincia, non resta bloccato. È appena il caso di ricordare che nei trasferimenti e men che mai nei passaggi interprovinciali vanno indicate tra le preferenze le singole scuole.
9) Docente che, avendone il requisito, ( possesso della specializzazione specifica) chiede e ottiene il trasferimento da posto comune a posto di sostegno sia per scuole sia distretti o per l’intero comune dove è titolare quest’anno : resta bloccato.
10) Analogamente accade per il docente che chiede il trasferimento da posto di sostegno a posto comune una volta ultimato il quinquennio. ( nel computo del quinquennio vale anche l’anno in corso).  Si veda il punto 9
11)  I docenti di cui ai punti 9) e 10) che chiedono e ottengono il trasferimento da posto comune a posto di sostegno ovvero da posto di sostegno a posto comune, indicando come preferenze le singole scuole, restano bloccati, indicando come precedenze i distretti o i comuni: non restano bloccati.
12) Il docente che chiede il passaggio di cattedra o di ruolo per scuole del comune di attuale titolarità e l’ottiene sia che indichi come preferenza: scuola, distretto sia l’intero comune, resta bloccato, resta altresì bloccato se indica scuole comprese in altri comuni, se invece indica come preferenze gli altri comuni o distretti della provincia e ottiene il passaggio in una scuola ivi compresa: non resta bloccato.
È appena il caso di ricordare che il passaggio di cattedra e di ruolo avviene su aliquota e quindi nella domanda vanno indicate solo preferenze sintetiche.
13) I docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art.13 del CCNI 2019 se ottengono un trasferimento con nel comune di titolarità con precedenza : sono comunque soggetti al blocco qualsiasi preferenza indichino.
14) I docenti beneficiari delle precedenze di cui all’art. 13 del CCNI 2019 se ottengono un trasferimento fuori dal comune di titolarità con precedenza : non sono soggetti comunque al blocco qualsiasi preferenza indichino. 

L’articolo Mobilità, attenzione al blocco triennale dopo trasferimento. Quando scatta sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Il rientro a scuola s’ha da fare o no. Lettera

Commenti disabilitati su Il rientro a scuola s’ha da fare o no. Lettera

Gestire la classe, come essere incisivi nella comunicazione con la Programmazione Neuro Linguistica. Corso con iscrizione gratuita

Commenti disabilitati su Gestire la classe, come essere incisivi nella comunicazione con la Programmazione Neuro Linguistica. Corso con iscrizione gratuita

Fioramonti in visita a Matera pranza con alunni e docenti in mensa plastic free

Commenti disabilitati su Fioramonti in visita a Matera pranza con alunni e docenti in mensa plastic free

Perdente posto ATA e la sequenza delle operazioni mobilità 2020/21

Commenti disabilitati su Perdente posto ATA e la sequenza delle operazioni mobilità 2020/21

Legge di Bilancio, Ascani ottimista: possiamo arrivare ai 3 miliardi. Stipendio, sostegno, infanzia, ATA, aumento posti

Commenti disabilitati su Legge di Bilancio, Ascani ottimista: possiamo arrivare ai 3 miliardi. Stipendio, sostegno, infanzia, ATA, aumento posti

1° Maggio, CNDDU: sindacati e politica riflettano su stipendi docenti, reclutamento precari

Commenti disabilitati su 1° Maggio, CNDDU: sindacati e politica riflettano su stipendi docenti, reclutamento precari

Ti piacerebbe contribuire alla creazione di un album musicale ispirato a fiabe, romanzi, saggi e poesie?

Commenti disabilitati su Ti piacerebbe contribuire alla creazione di un album musicale ispirato a fiabe, romanzi, saggi e poesie?

ATA 24 mesi, graduatorie permanenti provinciali definitive Inserita Ancona

Commenti disabilitati su ATA 24 mesi, graduatorie permanenti provinciali definitive Inserita Ancona

Vacanze, ponte lungo. Giannelli (ANP): non incide sulla didattica

Commenti disabilitati su Vacanze, ponte lungo. Giannelli (ANP): non incide sulla didattica

Scarsa utilità dei recuperi di settembre. Lettera

Commenti disabilitati su Scarsa utilità dei recuperi di settembre. Lettera

Maturità, “fuga” di insegnanti e Presidenti. Appello a tenere alto il nome della scuola

Commenti disabilitati su Maturità, “fuga” di insegnanti e Presidenti. Appello a tenere alto il nome della scuola

Esame III media: voto di ammissione anche insufficiente, ecco quando. I criteri

Commenti disabilitati su Esame III media: voto di ammissione anche insufficiente, ecco quando. I criteri

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti