Miur: oltre 100 città ospiteranno il 27 settembre la “Notte europea dei Ricercatori”

La Notte europea dei Ricercatori, promossa dalla Commissione europea a partire dal 2005, ha l’obiettivo di alimentare il dialogo tra cittadini e ricercatori per far conoscere il ruolo della ricerca nella società. È l’Italia il Paese nel quale la Notte Europea dei Ricercatori ha una dimensione più diffusa: negli anni, l’iniziativa si è affermata come occasione unica per approfondire i temi più attuali della ricerca a fianco degli “addetti ai lavori” di ogni ambito.

L’evento è stato presentato oggi presso la Sala ‘Aldo Moro’ del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, a Roma, alla presenza del Ministro Lorenzo Fioramonti e del direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea, Vito Borrelli. Alla conferenza hanno partecipato i rappresentanti dei nove progetti italiani finanziati dalla Commissione europea, con la moderazione di Marco Cattaneo, direttore de “Le Scienze”.

“Non esiste scienza senza collaborazione e la ricerca è il vero volano di sviluppo di un Paese avanzato – ha spiegato il Ministro Fioramonti –. L’Einstein del futuro non sarà un singolo, ma un gruppo, una rete di persone che lavorano a livelli diversi. Io credo fortemente nella citizen science e non solo perché è una bellissima manifestazione di un modello scientifico moderno e contemporaneo, ma anche perché storicamente, sempre, la scienza ha fatto passi da gigante quando tutti, esperti e non esperti, hanno fatto degli sforzi collaborativi. La Notte dei Ricercatori è una grande opportunità per raccontare la scienza a tutta la cittadinanza, per aprire i centri pubblici di ricerca, le università e anche le sale di questo Ministero ai cittadini. Quest’anno – ha concluso il Ministro – accadrà nello stesso giorno in cui migliaia di studenti manifesteranno contro i cambiamenti climatici aderendo ai Fridays for Future. Il messaggio per tutti è: ‘ascoltate la scienza’”.

“Dal 2005 – ha aggiunto il direttore Vito Borrelli – la Commissione sostiene l’iniziativa: l’Italia è sempre stata molto avanti per partecipazione e success rate. Oltre alla Notte del 27 settembre, durante la settimana ci saranno anche dei pre-eventi a cui partecipano molti studiosi del programma MSCA. Il linguaggio della ricerca può apparire complesso: questo progetto porta nelle strade e nei luoghi del patrimonio culturale la ricerca, per farne capire l’importanza. Una notizia sui finanziamenti: nel futuro, il quadro 2021-2027 vede il raddoppio dei fondi per la ricerca ed è stato proposto anche un aumento per il programma Erasmus”.

La Notte Europea dei Ricercatori ha raggiunto negli anni una popolarità crescente tra il grande pubblico, al punto da superare il milione di visitatori in una notte in tutta Europa. I nove progetti italiani (www.nottedeiricercatori.it) sostenuti dalla Commissione Europea sono: B-FUTURE (coordinato dalla Fondazione Neuromed); BEES (coordinato dall’Associazione Frascati Scienza); BRIGHT (coordinato dall’Università degli Studi di Siena); ERN APULIA (coordinato dall’Università del Salento); LUNA 2019 (coordinato dall’Accademia Europea di Bolzano); MEETmeTONIGHT (coordinato dall’Università Milano-Bicocca); SHARPER (coordinato da Psiquadro – impresa sociale di comunicazione della scienza); SOCIETY (coordinato dal Consorzio interuniversitario CINECA) e SUPERSCIENCEME (coordinato dall’Università della Calabria). A questi, si affiancano due progetti associati, BRAINCITIES (nelle città di Potenza, Matera, Melfi, Tito, Marsiconuovo, Nemoli) e CLOSER (in Piemonte).

L’articolo Miur: oltre 100 città ospiteranno il 27 settembre la “Notte europea dei Ricercatori” sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Cittadinanzattiva: scuole innovative nelle Aree Interne

Commenti disabilitati su Cittadinanzattiva: scuole innovative nelle Aree Interne

Manovra antisoffocamento, pronto ddl su formazione obbligatoria a scuola

Commenti disabilitati su Manovra antisoffocamento, pronto ddl su formazione obbligatoria a scuola

Concorso Dirigenti Scolastici, approvato emendamento per assunzione idonei

Commenti disabilitati su Concorso Dirigenti Scolastici, approvato emendamento per assunzione idonei

Decreto scuola, sottosegretario Azzolina (M5S) spiega gli emendamenti [VIDEO]

Commenti disabilitati su Decreto scuola, sottosegretario Azzolina (M5S) spiega gli emendamenti [VIDEO]

Financial Times: Il costo della chiusura delle scuole sarà molto alto

Commenti disabilitati su Financial Times: Il costo della chiusura delle scuole sarà molto alto

Noi docenti precari meritiamo rispetto dalle istituzioni. Lettera

Commenti disabilitati su Noi docenti precari meritiamo rispetto dalle istituzioni. Lettera

Didattica è guardarsi negli occhi, parlarsi, dialogare. Lettera

Commenti disabilitati su Didattica è guardarsi negli occhi, parlarsi, dialogare. Lettera

Regione Lombardia: 24,3 milioni per la costruzione di poli dell’infanzia innovativi

Commenti disabilitati su Regione Lombardia: 24,3 milioni per la costruzione di poli dell’infanzia innovativi

Gallo (M5S): assunzioni supplenti con un decreto dignità. Lega non considera strategico Ministero Istruzione

Commenti disabilitati su Gallo (M5S): assunzioni supplenti con un decreto dignità. Lega non considera strategico Ministero Istruzione

Nella nuova Maturità mancano riflessioni e criticità. Lettera

Commenti disabilitati su Nella nuova Maturità mancano riflessioni e criticità. Lettera

Concorso straordinario secondaria: 24.000 posti ai precari della statale per evitare infrazione UE e risarcimenti

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria: 24.000 posti ai precari della statale per evitare infrazione UE e risarcimenti

Lettera ai docenti: non è mandando via mail massicce dosi di compiti che si fa scuola

Commenti disabilitati su Lettera ai docenti: non è mandando via mail massicce dosi di compiti che si fa scuola

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti