Ministro, si rinvii al prossimo anno scolastico l’insegnamento dell’Educazione civica. Lettera

Lettera

Raccogliete un’eredità pesante che richiede interventi immediati ed efficaci. Noi insegnanti delle VERE Scuole Pubbliche siamo stufi degli alunni e dei politici “bulli” e “asini”: stiamo parlando di alunni scorretti, impuniti e promossi ope legis, e di politici obnubilati dalla “sondaggisticomania” e incapaci di distinguere, come insegna Aristotele, tra “potenza” e “atto”. La Filiera dell’Istruzione potrà rifiorire solo con la concretizzazione in breve tempo di alcuni interventi a costo zero, e di altri onerosi. Propongo alla Sua cortese attenzione quelli più urgenti “senza oneri per lo Stato” e rinnovo anche Lei l’invito ad inserire nella prossima Legge di stabilità quelli che richiedono, ça va sans dire, massicci investimenti nella prospettiva di una società migliore, capace di ripagare ampiamente il “capitale” investito. Abbandono scolastico, devianza giovanile e microcriminalità richiedono un costo elevatissimo, sia in termini sociali che economici.

In primis, si rinvii al prossimo anno scolastico l’insegnamento dell’Educazione civica: una materia “nuova” richiede almeno un’ora aggiuntiva di lezione, una nuova Classe di concorso, titoli d’accesso e linee programmatiche. Tutto il resto viene dal Maligno… Ex aequo si abroghino l’impunità di fatto per alunni scorretti, aggressivi e bulli in “flagranza di reato” (Statuto delle studentesse e degli studenti), e la non valutazione della condotta ai fini della promozione alla classe successiva o dell’ammissione all’Esame di Stato con una o più insufficienze (Decreto Legislativo del 13 aprile 2017 n. 62).

Infine, si rinforzino le sanzioni amministrative e/o penali per studenti e genitori responsabili di aggressioni verbali e/o fisiche nei confronti di docenti, presidi e personale Ata. Tre interventi, senza spendere un euro, che ridarebbero un briciolo di speranza al mondo della Scuola, illuso e poi tradito anche dall’ultimo ministro “gelminiano”, prodigo di chiacchiere a vuoto (grembiuli da indossare, crocifissi da appendere nelle aule, educazione fisica alle Elementari senza Classe di concorso, etc.) e avaro di soluzioni concreti a problemi incancreniti (drastica diminuzione del numero di alunni per classe, nuova funzione docente con stipendi europei nel nuovo contratto di lavoro, introduzione di insegnanti abilitati alla Primaria per scienze motorie, musica, arte, informatica, inglese e francese, etc.).

Ministro Fioramonti, parafrasando uno slogan di successo, gli esperti delle istruzioni per l’Istruzione siamo noi, maestre e maestri, professoresse e professori della Scuola Pubblica della Repubblica Italiana. Diffidi delle imitazioni, sia di quelle laiche che di quelle confessionali.

L’articolo Ministro, si rinvii al prossimo anno scolastico l’insegnamento dell’Educazione civica. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Coronavirus, stop alternanza scuola lavoro e orientamento fino al 3 aprile. Indicazioni per Erasmus+

Commenti disabilitati su Coronavirus, stop alternanza scuola lavoro e orientamento fino al 3 aprile. Indicazioni per Erasmus+

Validità anno scolastico, una precisazione non da poco. Lettera

Commenti disabilitati su Validità anno scolastico, una precisazione non da poco. Lettera

Coronavirus, virologo Burioni: la chiusura delle scuole è indispensabile

Commenti disabilitati su Coronavirus, virologo Burioni: la chiusura delle scuole è indispensabile

Esame terza media, presidi Cisl: è incostituzionale, non c’è ammissione né commissione e nessuna prova

Commenti disabilitati su Esame terza media, presidi Cisl: è incostituzionale, non c’è ammissione né commissione e nessuna prova

Aumenti stipendio: insegnanti chiedono 200 euro netti e diffidano sindacati dal firmare contratto

Commenti disabilitati su Aumenti stipendio: insegnanti chiedono 200 euro netti e diffidano sindacati dal firmare contratto

Personale educativo, Sasso (Lega): emendamenti: bonus 500 euro, sblocco organici

Commenti disabilitati su Personale educativo, Sasso (Lega): emendamenti: bonus 500 euro, sblocco organici

Bonus premiale docenti va inserito nello stipendio per incremento buste paga. Lettera

Commenti disabilitati su Bonus premiale docenti va inserito nello stipendio per incremento buste paga. Lettera

Casa (M5S): Governo sta semplificando le procedure di accesso ai Pon

Commenti disabilitati su Casa (M5S): Governo sta semplificando le procedure di accesso ai Pon

Fioramonti: docenti eroi civili, devono tornare ad essere persone riverite

Commenti disabilitati su Fioramonti: docenti eroi civili, devono tornare ad essere persone riverite

Bonus 80 euro in busta paga e conguaglio: ecco quando

Commenti disabilitati su Bonus 80 euro in busta paga e conguaglio: ecco quando

Unicobas: sciopero generale non solo per gli ATA

Commenti disabilitati su Unicobas: sciopero generale non solo per gli ATA

Pensioni, Durigon: opzione donna anche per il 2020

Commenti disabilitati su Pensioni, Durigon: opzione donna anche per il 2020

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti