Ministro, aumento stipendio docenti deve essere la priorità. Lettera

Non è proprio più il tempo di litigare, di fare scaramucce, di ingannare gli insegnanti, ma è il tempo dell’agire, del fare e del dare delle risposte risolutive e concrete ai tanti e troppi problemi che il mondo dell’istruzione quotidianamente vive.

In primis c’è il rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro che è scaduto nel 2018 e che attende di essere rinnovato. Ma gentile Ministro sappi che lo stipendio dei docenti è veramente da fame e che il peso della responsabilità che abbiamo verso le nuove generazioni è grande.

Certo la nostra dignità professionale certamente non vale il costo di una “merendina”, per cui si metta la mano sulla coscienza e faccia maturare un aumento dignitoso per gli operatori del pianeta scuola. I docenti sono veramente stanchi di aspettare, di essere continuamente presi in giro da tante e tante promesse elettorali.

Ne hanno sentite fin troppo ma ora è il tempo della concretezza e della fattibilità. Oltre agli stipendi ci sono altri gravi e grossi problemi che vanno dalle scuole fatiscenti che hanno bisogno di una efficace edilizia scolastica, alla sicurezza e tranquillità nello svolgimento del proprio lavoro.

Gli insegnanti hanno bisogno di ritrovare la serenità e non continuare a vivere con il timore di essere vessati ed aggrediti all’interno e fuori delle aule scolastiche.

La scuola, gentile Ministro, non ha necessità di ulteriori riforme, ma di ritrovare la propria identità che si è persa. Per questo motivo occorre urgentemente dare fiducia al corpo insegnanti che veramente ce la mettono tutta nel formare le nuove generazione facendole diventare veri cittadini del domani. Auguri gentile Ministro!

L’articolo Ministro, aumento stipendio docenti deve essere la priorità. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Il Parlamento abolisce le sanzioni stabilite dal Regio Decreto. Adesso decideranno le scuole

Commenti disabilitati su Il Parlamento abolisce le sanzioni stabilite dal Regio Decreto. Adesso decideranno le scuole

Grida senza voce. Lettera

Commenti disabilitati su Grida senza voce. Lettera

Concorso secondaria: ITP accedono con il diploma. Dopo il 2024 necessaria laurea triennale

Commenti disabilitati su Concorso secondaria: ITP accedono con il diploma. Dopo il 2024 necessaria laurea triennale

Noi Scuola: “Accelerare su nomine annuali”. Presidio davanti Usr Toscana

Commenti disabilitati su Noi Scuola: “Accelerare su nomine annuali”. Presidio davanti Usr Toscana

Concorso Miur Assocalzaturifici “Contro il riscaldamento globale servono idee fresche”, scadenza 30 aprile

Commenti disabilitati su Concorso Miur Assocalzaturifici “Contro il riscaldamento globale servono idee fresche”, scadenza 30 aprile

Sottosegretario De Cristofaro: “Lezioni online meglio di niente”. Didattica in presenza insostituibile

Commenti disabilitati su Sottosegretario De Cristofaro: “Lezioni online meglio di niente”. Didattica in presenza insostituibile

Salvini dalla parte delle scuole paritarie: non esistono bimbi di serie B

Commenti disabilitati su Salvini dalla parte delle scuole paritarie: non esistono bimbi di serie B

Azzolina: a luglio stipendio insegnanti aumenterà dagli 80 ai 100 euro, lo meritano

Commenti disabilitati su Azzolina: a luglio stipendio insegnanti aumenterà dagli 80 ai 100 euro, lo meritano

Concorsi scuola docenti, Bussetti: a cadenza regolare, altrimenti sempre cattedre scoperte

Commenti disabilitati su Concorsi scuola docenti, Bussetti: a cadenza regolare, altrimenti sempre cattedre scoperte

Supplenze su sostegno: esaurite le graduatorie, come si procede. MAD, elenchi incrociati, bando

Commenti disabilitati su Supplenze su sostegno: esaurite le graduatorie, come si procede. MAD, elenchi incrociati, bando

Bandi docenti di ruolo per lavorare un anno all’USR. Aggiornato con Campania

Commenti disabilitati su Bandi docenti di ruolo per lavorare un anno all’USR. Aggiornato con Campania

Villani (M5S): chiusura scuole provoca ai bambini più danni del virus

Commenti disabilitati su Villani (M5S): chiusura scuole provoca ai bambini più danni del virus

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti