Migrazione, acculturazione, deculturazione. Qualche nota critica

Immagine: 

Io non so quanti dei 176.000 immigrati clandestini che sono giunti a noi attraversando il deserto, i lager libici e il Canale di Sicilia se ne vanno ‘bighellonando’ in giro per le città italiane. E non m’interessa in questa sede sapere quanti fra essi siano ‘effettivamente’ gli esuli.

leggi tutto

Leggi Tutto

Fonte

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Suicidio come “destino”: Primo Levi e i pericoli dell’introspezione

Commenti disabilitati su Suicidio come “destino”: Primo Levi e i pericoli dell’introspezione

LEADERSHIP E SENSO DELLA RESPONSABILITA’

Commenti disabilitati su LEADERSHIP E SENSO DELLA RESPONSABILITA’

RECENSIONE A: Sulla mia pelle. La mia vita senza bavaglio

Commenti disabilitati su RECENSIONE A: Sulla mia pelle. La mia vita senza bavaglio

“L’ARTE E’ UNA BUGIA MA NON HA LE GAMBE CORTE”

Commenti disabilitati su “L’ARTE E’ UNA BUGIA MA NON HA LE GAMBE CORTE”

EMERGENZA COVID19, SUPPORTO PSICOLOGICO GRATUITO A GENOVA

Commenti disabilitati su EMERGENZA COVID19, SUPPORTO PSICOLOGICO GRATUITO A GENOVA

Determinismo, meccanicismo, soggettività

Commenti disabilitati su Determinismo, meccanicismo, soggettività

LO SMARTWORKING AL TEMPO DEL CORONAVIRUS ED OLTRE

Commenti disabilitati su LO SMARTWORKING AL TEMPO DEL CORONAVIRUS ED OLTRE

AGOSTINO PIRELLA: il n. 385 di Aut Aut e gli atti del convegno “Il sapere di uno psichiatra”

Commenti disabilitati su AGOSTINO PIRELLA: il n. 385 di Aut Aut e gli atti del convegno “Il sapere di uno psichiatra”

AMARCORD. Vent’anni fa la chiusura dell’ex O.P. di Prato Zanino

Commenti disabilitati su AMARCORD. Vent’anni fa la chiusura dell’ex O.P. di Prato Zanino

L’isteria – Il mito del male del XIX secolo

Commenti disabilitati su L’isteria – Il mito del male del XIX secolo

SAY SOMETHING…

Commenti disabilitati su SAY SOMETHING…

25 APRILE: Malacarne. Donne e manicomio nell’Italia fascista

Commenti disabilitati su 25 APRILE: Malacarne. Donne e manicomio nell’Italia fascista

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti