Maturità 2019, uno studente su tre avrà il suo portafortuna. Riti e preghiere dei maturandi

Tra un ripasso e un altro, c’è spazio anche per la scaramanzia tra i maturandi, che ammettono di contare su cimeli o su riti propiziatori che “portino bene” alle prove. Questo è quanto emerso da un sondaggio di Skuola.net a cui hanno risposto 1.500 maturandi. Perché nell’era di Internet e dei social network, alcune tradizioni popolari rimangono ben salde: 1 studente su 3, infatti, avrà per i giorni dell’esame il suo personale portafortuna. Ecco quali sono i più diffusi.

A volte semplici ornamenti come collane e bracciali possono diventare veri e propri talismani dai poteri benefici. È quanto spera una buona fetta di maturandi (28%), che attribuisce a un accessorio un influsso protettivo e salvifico, soprattutto se questo ha un grande valore affettivo. Non sono però pochi quelli che, al momento di scegliere il vestiario per le prove d’esame, verrà condizionato dalla scaramanzia: l’11% indosserà infatti indumenti (scarpe, magliette, pantaloni, calzini, intimo) che considera portafortuna. Gli oggetti legati alla storia della propria famiglia, invece, sono considerati determinanti per il 5% del campione, che il giorno dell’esame porterà con sé proprio un cimelio collegato a un parente (come disegni di qualche fratellino o sorellina, foto con i nonni, orologi e ciondoli appartenenti a qualche membro familiare).

Dal profano al… sacro. Perché c’è anche chi si affida alla religione e alla protezione dei santi, sperando forse in qualche ‘miracolo’. Un santino nel vocabolario, in tasca o anche sul banco stesso saranno l’accessorio irrinunciabile del 14% dei maturandi. Mentre un altro 10% dichiara di voler dare dimostrazioni di fede – per sperare ovviamente in altrettanti ‘favori’ dall’alto durante le prove – accendendo un cero in chiesa, pregando un santo oppure partecipando a una processione. Il ritorno alla spiritualità nel momento del bisogno è confermato da un 7% di studenti che porterà con sé il giorno di prima e seconda prova una penna che ha fatto benedire o con cui durante l’anno ha svolto compiti che hanno dato ottimi risultati. Nella stessa direzione va chi decide di fare qualche sacrificio o qualche rinuncia in cambio di un bel voto sul diploma, il classico “fioretto”: il 4% è infatti disposto a farne uno.

Infine non vanno dimenticati i veri e propri riti propiziatori. I più scaramantici, rappresentati dal 9% degli studenti, prima dell’esame ripeteranno determinati gesti che in passato hanno portato bene (come dormire con una certa maglietta, usare un determinato profumo, ecc.).  Altri (l’8%) dicono di volersi sedere il più vicino possibile a quel compagno di classe “baciato dalla buona sorte”, che in genere è anche il più bravo. Che sia per intercettare l’influsso benefico o per dare qualche sbirciatina al suo foglio, non è dato saperlo…

L’articolo Maturità 2019, uno studente su tre avrà il suo portafortuna. Riti e preghiere dei maturandi sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Prove Invalsi, non serve allenamento specifico ma una didattica diversa. Parola di Invalsi

Commenti disabilitati su Prove Invalsi, non serve allenamento specifico ma una didattica diversa. Parola di Invalsi

Laboratori gratuiti su didattica e tecnologie il 20 maggio a Bologna

Commenti disabilitati su Laboratori gratuiti su didattica e tecnologie il 20 maggio a Bologna

Maturità 2019 prova di Italiano, Bussetti “tema storico era un flop, nostre simulazioni apprezzate”

Commenti disabilitati su Maturità 2019 prova di Italiano, Bussetti “tema storico era un flop, nostre simulazioni apprezzate”

Esami di Maturità 2020, nomina Presidenti di commissione. Criteri e fasi

Commenti disabilitati su Esami di Maturità 2020, nomina Presidenti di commissione. Criteri e fasi

Ferie ATA su settimana lavorativa di 36 ore articolata su cinque giorni

Commenti disabilitati su Ferie ATA su settimana lavorativa di 36 ore articolata su cinque giorni

Internalizzazione servizi pulizia, USB Calabria a De Cristofaro: full time per tutti

Commenti disabilitati su Internalizzazione servizi pulizia, USB Calabria a De Cristofaro: full time per tutti

Novembre, il mese dei saloni dedicati all’orientamento formativo e professionale

Commenti disabilitati su Novembre, il mese dei saloni dedicati all’orientamento formativo e professionale

Pittoni (Lega): Ddl per indirizzo biomedico nei licei, superare numero chiuso a medicina

Commenti disabilitati su Pittoni (Lega): Ddl per indirizzo biomedico nei licei, superare numero chiuso a medicina

TFA sostegno, docente ruolo infanzia/primaria specializzato secondaria. Requisiti per passaggio ruolo

Commenti disabilitati su TFA sostegno, docente ruolo infanzia/primaria specializzato secondaria. Requisiti per passaggio ruolo

In un liceo di Erba nasce il tampon box, solidarietà tra studentesse

Commenti disabilitati su In un liceo di Erba nasce il tampon box, solidarietà tra studentesse

Tar conferma multe ai genitori dei bambini non vaccinati per nidi e infanzia. A Rimini fino a 500 euro al giorno

Commenti disabilitati su Tar conferma multe ai genitori dei bambini non vaccinati per nidi e infanzia. A Rimini fino a 500 euro al giorno

Anief chiede al Senato di introdurre la disciplina Cittadinanza e Costituzione nel biennio iniziale di tutte le scuole superiori

Commenti disabilitati su Anief chiede al Senato di introdurre la disciplina Cittadinanza e Costituzione nel biennio iniziale di tutte le scuole superiori

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti