Matteo ci ha resi persone migliori, più stanche, ma indubbiamente migliori

«La disabilità di Matteo ci ha catapultato in un universo di cui non avevamo nemmeno percezione. Abbiamo dovuto imparare a guardare al di là del risultato, a cogliere l’essenza delle cose e delle persone al di là del pregiudizio e dello stereotipo di chi vive il mondo “da normale”. Matteo ci ha dato tanto, ci ha resi persone migliori. Più stanche, ma indubbiamente migliori»: così Cristiana Cabodi parla del figlio Matteo, sciatore Special Olympics, il movimento internazionale dello sport praticato da persone con disabilità intellettiva e/o relazionale

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Per dare una risposta alla solitudine delle famiglie con malattie metaboliche

Commenti disabilitati su Per dare una risposta alla solitudine delle famiglie con malattie metaboliche

La difficile situazione italiana delle persone adulte con ADHD

Commenti disabilitati su La difficile situazione italiana delle persone adulte con ADHD

“Bek dagli occhi azzurri”, una storia contro tutte le discriminazioni

Commenti disabilitati su “Bek dagli occhi azzurri”, una storia contro tutte le discriminazioni

Quell’Ulisse che è dentro di te non te lo potrà mai togliere nessuno!

Commenti disabilitati su Quell’Ulisse che è dentro di te non te lo potrà mai togliere nessuno!

Non si tocchino i risparmi, per pagare le spese di assistenza!

Commenti disabilitati su Non si tocchino i risparmi, per pagare le spese di assistenza!

Quella sensazione di “dolore anticipato”, ora condivisa da tutti

Commenti disabilitati su Quella sensazione di “dolore anticipato”, ora condivisa da tutti

I bambini con dislessia vedono in modo speciale

Commenti disabilitati su I bambini con dislessia vedono in modo speciale

Ausili personalizzati e appropriati, da vivere come strumenti di cittadinanza

Commenti disabilitati su Ausili personalizzati e appropriati, da vivere come strumenti di cittadinanza

Perché il Braille non è un “pezzo da museo”

Commenti disabilitati su Perché il Braille non è un “pezzo da museo”

“HostAbility”, per superare il concetto di “categoria protetta”

Commenti disabilitati su “HostAbility”, per superare il concetto di “categoria protetta”

La didattica a distanza ora è obbligatoria, ma diventi un diritto per tutti

Commenti disabilitati su La didattica a distanza ora è obbligatoria, ma diventi un diritto per tutti

Quale orientamento per gli studenti con disabilità?

Commenti disabilitati su Quale orientamento per gli studenti con disabilità?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti