Malattia personale a tempo determinato: quali differenze tra una supplenza breve e una al 30/6

Luigi scrive

Salve e buonasera, volevo chiedere: con un contratto di tipologia “N11″(supplenza temporanea fino al termine delle attività didattiche) con presa di servizio in data 16/09 e fino al 30/06, personale ATA, quanti giorni di malattia totali si hanno a disposizione nell’arco di questo periodo complessivo del servizio? Leggevo in rete che per i “supplenti temporanei” sono previsti soltanto 30gg retribuiti al 50%. Tuttavia, se ho ben capito, io non rientrerei in questa tipologia, in quanto ho un contratto stipulato prima del 31/12(da quello che ho letto in rete, quindi stando a ciò che ho letto, i contratti stipulati prima di tale periodo, non sono considerati come “supplenze brevi” o comunque non rientrano nella tipologia di contratto che ha a disposizione soltanto 30gg retribuiti, tra l’altro, al 50%). Mi confermate ciò? Rientro dunque nella tipologia contrattuale che ha a disposizione 30gg di malattia retribuiti al 100% e poi altri 2(2nd e 3rd mese) retribuiti al 50%? Oppure no? Infine, leggevo in rete che nei primi 10gg di malattia si riceve soltanto il compenso economico fondamentale, sprovvisto quindi di: di ogni indennità o emolumento con carattere fisso e continuativo. di ogni altro trattamento economico accessorio. Cosa si intende,di preciso, con ciò? Nei primi 10gg di malattia,quindi, pur rientrando nel mese con retribuzione al 100%, riceverò uno stipendio inferiore al normale? Grazie in anticipo.

Nomina fino al 30/6 o 31/8

Il personale assunto per l’intero anno scolastico o fino al termine delle attività didattiche (anche se nominato dal dirigente scolastico) ha diritto alla conservazione del posto per un periodo di 9 mesi in un triennio scolastico.

In ciascun anno scolastico la retribuzione viene corrisposta:

  • per intero nel primo mese di assenza;
  • al 50% nel secondo e terzo mese (senza interruzione dell’anzianità di servizio);
  • per il restante periodo: conservazione del posto senza assegni e con interruzione dell’anzianità di servizio a tutti gli effetti.

Nomina supplenze brevi

Il personale assunto dal dirigente per supplenze temporanee ha diritto alla conservazione del posto per un periodo non superiore a 30 giorni all’anno, con retribuzione al 50%, nei limiti della durata del rapporto di lavoro (senza interruzione dell’anzianità di servizio).

Conclusioni

La collega che ci scrive rientra nel primo punto anche se la supplenza è stata assegnata dalla scuola in quanto ciò che rileva è che il contratto sia fino ad almeno il 30/6.

Per quanto riguarda la trattenuta fino ai 10 gg, per il personale della scuola si riducono:

  • La retribuzione professionale docenti (RPD);
  • Il compenso individuale accessorio;
  • L’indennità di direzione del Dsga.

Inoltre la decurtazione retributiva va calcolata in trentesimi.

Per il personale ATA la trattenuta lorda per ogni giorno di assenza fino a 10 gg. oscilla tra € 1,95 e 2,15.

L’articolo Malattia personale a tempo determinato: quali differenze tra una supplenza breve e una al 30/6 sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Miur chiede indietro soldi a Bussetti, Fratoianni (LeU): non più accettabile sua permanenza a provveditore di Milano

Commenti disabilitati su Miur chiede indietro soldi a Bussetti, Fratoianni (LeU): non più accettabile sua permanenza a provveditore di Milano

Calendario scolastico 2019/20, in Veneto le lezioni iniziano l’11 settembre

Commenti disabilitati su Calendario scolastico 2019/20, in Veneto le lezioni iniziano l’11 settembre

Sasso (Lega): solidarietà al personale Ata, costretto ad andare a scuola inutilmente

Commenti disabilitati su Sasso (Lega): solidarietà al personale Ata, costretto ad andare a scuola inutilmente

Per la liquidazione del TFS: la quota 100 si considera pensione di vecchiaia in alcuni casi?

Commenti disabilitati su Per la liquidazione del TFS: la quota 100 si considera pensione di vecchiaia in alcuni casi?

DL Rilancio, Aprea (FI): senza scuole paritarie non si rilancia Italia

Commenti disabilitati su DL Rilancio, Aprea (FI): senza scuole paritarie non si rilancia Italia

Trasferimento e blocco triennale: cosa succede se indico il codice “comune” o “distretto” di titolarità

Commenti disabilitati su Trasferimento e blocco triennale: cosa succede se indico il codice “comune” o “distretto” di titolarità

Concorso DSGA, USR Campania: elenco ammessi non è una graduatoria

Commenti disabilitati su Concorso DSGA, USR Campania: elenco ammessi non è una graduatoria

Didattica a distanza, Garante infanzia: genitori non titolati a esprimere giudizi su insegnamento

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, Garante infanzia: genitori non titolati a esprimere giudizi su insegnamento

Fare teatro a scuola: è di scena l’inclusione

Commenti disabilitati su Fare teatro a scuola: è di scena l’inclusione

Decreto scuola, ecco gli emendamenti al Senato. C’è il PAS, ruolo per tutti, concorso riservato IRC, mobilità straordinaria docenti fuori provincia

Commenti disabilitati su Decreto scuola, ecco gli emendamenti al Senato. C’è il PAS, ruolo per tutti, concorso riservato IRC, mobilità straordinaria docenti fuori provincia

Ordinanza valutazione, Consigli di classe devono attivare specifiche strategie per il raggiungimento dei livelli di apprendimento

Commenti disabilitati su Ordinanza valutazione, Consigli di classe devono attivare specifiche strategie per il raggiungimento dei livelli di apprendimento

Anagrafe nazionale studenti, comunicazione dati alunni CPIA entro il 12 dicembre. Nota Miur

Commenti disabilitati su Anagrafe nazionale studenti, comunicazione dati alunni CPIA entro il 12 dicembre. Nota Miur

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti