L’operaio licenziato: “Non sono stati i migranti a rubarmi il lavoro, ma le multinazionali”

Marcello, 56enne lavoratore alla Bekaert di Figline, commenta l’annuncio dell’azienda ci licenziare 318 dipendenti dal palco della manifestazione antirazzista di Firenze: “Non ho paura di chi arriva su una barca, ma dei padroni che chiudono una fabbrica con una lettera di licenziamento”

Leggi Tutto

Fonte redattoresociale.it – Ultime Notizie

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti