Link Coordinamento Universitario: 386 docenti accademie assunti, ancora troppo poco

“Il provvedimento del MIUR è una notizia positiva, ma rappresenta una goccia nell’oceano nella situazione drammatica in cui versa il settore. – dichiara Camilla Guarino, coordinatrice di Link Coordinamento Universitario – Siamo di fronte a un’emergenza non più rimandabile: già da tempo abbiamo denunciato, al fianco delle studentesse e degli studenti delle Accademie, la disastrosa situazione in cui versano gli istituti AFAM, e pochi giorni fa ci siamo mobilitati per chiedere almeno 1 miliardo di euro per rimettere in sesto l’università, la ricerca e il diritto allo studio.”

“Le Accademie e i Conservatori continuano a crescere, nel numero di iscritti e nel numero di corsi, ma questa crescita è basata su precariato strutturale. – spiega Daniela Pietrangelo di Mi Riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali – Autorizzare una più ampia offerta formativa finanziata totalmente dalla contribuzione studentesca, senza garantire i diritti basilari del personale impiegato, è inaccettabile all’interno di istituzioni pubbliche, ancor più nella formazione e nella cultura. La riapertura ai contratti Co.Co.Co., deliberata dal Governo, non è una soluzione ma solo un procrastinarsi di un’emergenza.”

“Le assunzioni di 386 docenti precari che si sommano ai 191 del personale tecnico amministrativo (in due anni sono oltre 1200 i lavoratori stabilizzati), rappresentano un primo successo delle mobilitazioni di studenti e lavoratori – dichiara Gigi Caramia, dell’FLC-CGIL – Tuttavia questi numeri sono largamente insufficienti rispetto ai posti liberi determinati dai pensionamenti e da anni di mancata programmazione del reclutamento. La soluzione tampone presente nella legge bilancio, frutto dell’attività di mobilitazione e di proposta di lavoratori e studenti, non deve farci arretrare rispetto agli obiettivi strategici da raggiungere: forti investimenti nel settore, aumento degli organici in coerenza con l’ampliamento dell’offerta formativa e l’incremento delle iscrizioni, stabilizzazione di tutto il personale precario, gratuità dei percorsi per gli studenti.”

“È necessario invertire la tendenza e ridare valore e dignità al settore degli AFAM e all’Istruzione e la Cultura tutta – concludono studenti e lavoratori – Il governo stanzi subito almeno 1 miliardo sull’Università e gli istituti AFAM, per la stabilizzazione di tutti i precari e la garanzia del diritto allo studio!”

L’articolo Link Coordinamento Universitario: 386 docenti accademie assunti, ancora troppo poco sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti