Leggi razziali, le scuse dei rettori: “Troviamo il coraggio di non obbedire”

A Pisa, a nome degli accademici italiani, il rettore di Pisa ha chiesto scusa per le connivenze nell’espulsione degli ebrei dalle università: “Scuse come risarcimento morale. La malvagità non ha bisogno di gente malvagia, ma di persone obbedienti”.

Leggi Tutto

Fonte redattoresociale.it – Ultime Notizie

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti