Lavoratore licenziato per abuso 104: non si reca dalla persona da assistere. Sentenza

La sentenza viene riportata dall’Aran, con la motivazione che la sentenza di riguarda un rapporto di lavoro tra privati, ma è applicabile anche a quello pubblico.

L’abuso da parte del lavoratore del permesso per assistere un familiare disabile è motivo di licenziamento.

I fatti

La Corte di appello di Bologna, con sentenza n. 79 depositata a gennaio 2018, ha ritenuto legittimo il licenziamento per giusta causa intimato a un lavoratore per aver abusato in due circostanze dell’art. 3 comma 3 della legge 104/1992.

L’agenzia investigativa, incaricata dal datore di lavoro, aveva dimostrato che in due giornate, per le quali aveva chiesto il permesso dal lavoro, non era mai uscito di casa e quindi non si era recato presso l’abitazione di residenza della zia che invece avrebbe dovuto assistere, fatto anche questo accertato dagli investigatori.

Il ricorso

Il ricorrente ha presentato ricorso per quattro motivi:

  • ai sensi dell’art. 360, primo comma, n. 3, cod.proc.civ., violazione e falsa applicazione degli artt. 5 della legge n. 604 del 1966, 2119 e 2697 cod.civ., 18, comma 4 della legge n. 300 del 1970, avendo, la Corte territoriale, illegittimamente invertito l’onere della prova in ordine alla sussistenza della condotta addebitata al lavoratore e ritenuto legittimo il licenziamento in considerazione della mancata prova, richiesta al ricorrente, di aver assistito la zia nelle date in cui aveva chiesto il permesso. Inoltre l’appostamento effettuato dagli investigatori non sarebbe corrisposto alla residenza della zia;
  • gli investigatori non sarebbero stati a conoscenza del numero esatto dell’abitazione della zia del lavoratore;
  • la mancata piena prova non può determinare l’abuso reale da parte del lavoratore e quindi il suo licenziamento;
  • violazione e falsa applicazione dell’art. 91 cod.proc.civ, avendo, la
    Corte territoriale, condannato al pagamento delle spese di lite il lavoratore
    soccombente nonostante lo stesso rimanesse, privo di reddito perché licenziato.

La decisione della Corte

La Corte di Cassazione ha dichiarato inammissibile il ricorso e ha condannato il ricorrente al pagamento delle spese del  giudizio di legittimità, per un totale di euro 200,00 per esborsi ed euro 4.000,00 per compensi professionali, oltre alle spese generali nella misura del 15% ed accessori di legge.

La sentenza

L’articolo Lavoratore licenziato per abuso 104: non si reca dalla persona da assistere. Sentenza sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Orario Personale ATA: la pausa non è orario lavorativo

Commenti disabilitati su Orario Personale ATA: la pausa non è orario lavorativo

Maturità 2019, lo studente che dà lezione sulla scuola alla Commissione

Commenti disabilitati su Maturità 2019, lo studente che dà lezione sulla scuola alla Commissione

Cattedra orario esterna: si può chiedere completamento nello stesso comune o in comune diverso

Commenti disabilitati su Cattedra orario esterna: si può chiedere completamento nello stesso comune o in comune diverso

Sciopero Scuola, proclamato per il 27 settembre. Nota Miur

Commenti disabilitati su Sciopero Scuola, proclamato per il 27 settembre. Nota Miur

Edilizia scolastica, spesi a Bologna 2 milioni per sistemare le scuole alla riapertura

Commenti disabilitati su Edilizia scolastica, spesi a Bologna 2 milioni per sistemare le scuole alla riapertura

Graduatorie ATA terza fascia, aggiornamento: potra essere valutato servizio Garanzia Giovani?

Commenti disabilitati su Graduatorie ATA terza fascia, aggiornamento: potra essere valutato servizio Garanzia Giovani?

Precari scuola: congelare Legge 159/2019 e relativi bandi concorsi

Commenti disabilitati su Precari scuola: congelare Legge 159/2019 e relativi bandi concorsi

Greco (AND), la scuola che vogliamo: Preside elettivo a tempo, carriera docenti, libertà di insegnamento

Commenti disabilitati su Greco (AND), la scuola che vogliamo: Preside elettivo a tempo, carriera docenti, libertà di insegnamento

Zaia: nel limbo centri estivi 0-3, governo non ha approvato linee guida

Commenti disabilitati su Zaia: nel limbo centri estivi 0-3, governo non ha approvato linee guida

Clima, Studenti: Governo scelga tra futuro giovani e interessi delle lobby

Commenti disabilitati su Clima, Studenti: Governo scelga tra futuro giovani e interessi delle lobby

Graduatorie docenti: l’illegittimità dell’inserimento in coda e la differenza tra integrazine e aggiornamento

Commenti disabilitati su Graduatorie docenti: l’illegittimità dell’inserimento in coda e la differenza tra integrazine e aggiornamento

Scelta per le superiori di secondo grado. Come si orienteranno i ragazzi?

Commenti disabilitati su Scelta per le superiori di secondo grado. Come si orienteranno i ragazzi?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti