Lascia andare e lascia fare a Dio

… pregandoLo solo di farci conoscere la Sua volontà nei nostri riguardi e di darci la forza di eseguirla.

DODICI PASSI E DODICI TRADIZIONI, pag. 139

 

Quando “Lascio andare e lascio fare a Dio”, penso in mo­do più chiaro e saggio. Senza stare a rimuginarci su, la­scio perdere subito le cose che mi causano dolore e disa­gio immediato. Dato che trovo difficile lasciar correre i pensieri e gli atteggiamenti di preoccupazione che mi causano immensa angoscia, tutto ciò che mi serve in que­ste occasioni è permettere a Dio, come io posso concepir­Lo, di liberarmene. Così, lascio perdere i pensieri, i ricor­di e gli atteggiamenti che mi turbano.

Quando ricevo l’aiuto di Dio, come io posso conce­pirLo, riesco a vivere la mia vita un giorno alla volta e ad affrontare tutte le difficoltà che mi si parano davanti. So­lo allora posso vivere una vita in cui l’alcol è vinto, in tranquilla sobrietà.

Leggi Tutto

Fonte Riflessioni – Alcolisti Anonimi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti