La storia insegna, ma non ha scolari. Lettera

In qualche misura si è replicato il copione delle manovre che nel 2011 fecero cadere il governo Berlusconi, favorendo l’ascesa di Monti a Palazzo Chigi. Con le conseguenze nefaste che ben sappiamo: su tutte, cito la “riforma Fornero” e otto anni (!) di austerity. Politiche che hanno generato in Italia oltre 5 milioni di poveri assoluti.

Ed è sempre l’austerity il “modello” di politica economica alla base delle privatizzazioni e dei disastri (anzi, delle stragi) come il crollo del viadotto di Genova del 14 agosto 2018. La linea perseguita dal governo Monti e dai vari governi targati PD (soprattutto Renzi) è stata costellata da una sequela di costrizioni e ricatti dettati dall’alto per imporre nel modo più tassativo quelle controriforme ostili ed impopolari sofferte in Italia negli ultimi anni.

Il solo fatto che il governo giallo-verde non sia stato succube dei diktat di Bruxelles e della BCE, è certo da ritenersi un segnale incoraggiante, nella misura in cui si è interrotta la politica decennale e mortifera dell’austerity che ha imperversato negli ultimi tempi. È questo il modo più corretto e realistico di ragionare e di analizzare i fatti nella loro cruda e nuda testardaggine, e non secondo i nostri più intimi desideri, né in base alle nostre aspettative o simpatie personali.

Almeno ciò è l’approccio più serio e ponderato per quei comunisti più sinceri e coerenti, e non faziosi, né dogmatici. Invece, per i fantocci e i clown “sinistrati”, che non si degnano di leggere la realtà con una lente di sincerità intellettuale, bensì la deformano a proprio piacimento, il discorso è diverso. Ai “compagnucci” che sbraitano contro il “mostro leghista”, mi permetto di ricordare che “governi tecnici” imposti dalla Troika (in uno stile alla Monti) sarebbero più deleteri di un governo con Salvini.

Un’eventuale “sterzata a destra” si traduce nei contenuti e nelle priorità trascritte nell’agenda politica, e non nei simboli di partito. Altrimenti, mi si risponda come mai le peggiori politiche di tipo socio-economico degli ultimi anni, sono state realizzate sotto l’egida di quei partiti che, almeno in teoria, e cioè verbalmente, si dichiarano “di sinistra”.

Credo che i simboli e le etichette formali non contino più delle azioni concrete e dei fatti, in politica come in altre dimensioni e in altri settori della vita sociale. Mi riferisco non solo al PD di Renzi e Gentiloni, oggi di Zingaretti, bensì anche ai governi presieduti da Prodi (nel 1996 e 2006), appoggiati da Rifondazione ai tempi di Fausto Bertinotti. Purtroppo, si sa che: “la storia insegna, ma non ha scolari”, come ci spiegava Gramsci.

L’articolo La storia insegna, ma non ha scolari. Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Sgambato (PD), senza reintegro FUN emolumenti DS a rischio

Commenti disabilitati su Sgambato (PD), senza reintegro FUN emolumenti DS a rischio

Coronavirus, Presidi “docenti furbetti rientrati improvvisamente da aspettative e congedi, non è corretto”

Commenti disabilitati su Coronavirus, Presidi “docenti furbetti rientrati improvvisamente da aspettative e congedi, non è corretto”

Elezioni europee, personale impegnato nei seggi. Riposi compensativi

Commenti disabilitati su Elezioni europee, personale impegnato nei seggi. Riposi compensativi

Concorso straordinario bis, anche noi docenti delle paritarie vogliamo partecipare. Lettera

Commenti disabilitati su Concorso straordinario bis, anche noi docenti delle paritarie vogliamo partecipare. Lettera

Alternanza scuola-lavoro, Rapisarda: Miur premierà Liceo Galilei di Catania per Braillando insieme

Commenti disabilitati su Alternanza scuola-lavoro, Rapisarda: Miur premierà Liceo Galilei di Catania per Braillando insieme

Maturità 2020, gli studenti desiderano abolirla. Lettera

Commenti disabilitati su Maturità 2020, gli studenti desiderano abolirla. Lettera

Innovazione digitale, Fedeli: grande opportunità. Necessaria formazione alunni per evitare fake news

Commenti disabilitati su Innovazione digitale, Fedeli: grande opportunità. Necessaria formazione alunni per evitare fake news

Consigli intersezione, classe e interclasse: vanno eletti entro il 31 ottobre. La procedura

Commenti disabilitati su Consigli intersezione, classe e interclasse: vanno eletti entro il 31 ottobre. La procedura

Tasse scolastiche, pagamento tramite modello F24. Istituzione codici tributo

Commenti disabilitati su Tasse scolastiche, pagamento tramite modello F24. Istituzione codici tributo

Ed.civica, anche insegnanti di filosofia e scienze umane hanno i requisiti. Lettera

Commenti disabilitati su Ed.civica, anche insegnanti di filosofia e scienze umane hanno i requisiti. Lettera

Orientare gli studenti al giornalismo con due concorsi per tutte le scuole

Commenti disabilitati su Orientare gli studenti al giornalismo con due concorsi per tutte le scuole

Assunzioni precari, Azzolina: con call veloce subito ruolo in altra regione

Commenti disabilitati su Assunzioni precari, Azzolina: con call veloce subito ruolo in altra regione

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti