La scuola digitale deve adattare l’insegnamento alle esigenze degli studenti: la “filosofia” di una docente americana

È quanto sostiene Lisa Petrides, docente di Organizzazione e Leadership della Columbia University e fondatrice, nel 2002, dell’Iskme, un istituto indipendente dedicato alla “democratizzazione dell’accesso all’istruzione”, attraverso una biblioteca da oltre 100 mila risorse educative liberamente accessibili e completamente gratuiti.

“L’uso delle tecnologie in classe”, spiega Petrides, “permette di adattare l’insegnamento tagliandolo sui singolo studenti: in altre parole, l’apprendimento diventa personalizzato, diversificato a seconda delle necessità e delle potenzialità di ognuno. Come dire: insegnare la matematica ad un bambino usando come esempio i punteggi del calcio è utile, ma se questo bambino è italiano e io uso le regole del football americano per lui risulterà difficile. Bisogna adattare tutto al contesto. In questa logica, i docenti assumono un ruolo più consapevole e partecipato, non si limitano più a seguire il libro di testo, ma devono elaborare nuovi sistemi. Non focalizziamoci solo sugli strumenti digitali,perché quelli cambiano giorno per giorno. È soprattutto una questione di metodo”.

“Nel tempo c’è anche un risparmio”, dice Petrides, “ma inizialmente c’è soprattutto un tipo di investimento diverso: non in libri, ma in formazione dei docenti. È una filosofia diversa, e oggi negli Usa sono già il 25 per cento degli insegnanti a seguirla”.

L’articolo La scuola digitale deve adattare l’insegnamento alle esigenze degli studenti: la “filosofia” di una docente americana sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

https://www.orizzontescuola.it/la-scuola-digitale-deve-adattare-linsegnamento-alle-esigenze-degli-studenti-la-filosofia-docente-americana/

Leggi Tutto

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

adminreal

Related Posts

Quali documenti servono per la detrazione delle spese per la gita scolastica

Commenti disabilitati su Quali documenti servono per la detrazione delle spese per la gita scolastica

Riconoscete la mia professionalità di insegnante e farò ripartire la scuola. Lettera

Commenti disabilitati su Riconoscete la mia professionalità di insegnante e farò ripartire la scuola. Lettera

Sciopero 17 maggio, in piazza anche il Coordinamento nazionale abilitati

Commenti disabilitati su Sciopero 17 maggio, in piazza anche il Coordinamento nazionale abilitati

Didattica a distanza si può: anche con l’aiuto dei genitori. Lettera

Commenti disabilitati su Didattica a distanza si può: anche con l’aiuto dei genitori. Lettera

Concorso riservato ai facenti funzione DSGA, i sindacati lo chiedono a Fioramonti

Commenti disabilitati su Concorso riservato ai facenti funzione DSGA, i sindacati lo chiedono a Fioramonti

Quale scuola media per i nostri figli? Lettera

Commenti disabilitati su Quale scuola media per i nostri figli? Lettera

Diplomati magistrale in GaE. Laureati in Scienze della formazione: un paradosso, un duro colpo alla meritocrazia

Commenti disabilitati su Diplomati magistrale in GaE. Laureati in Scienze della formazione: un paradosso, un duro colpo alla meritocrazia

Preside Milano: lezioni da 40-50 minuti, più efficaci. Per Dad utilizzare piattaforma nazionale

Commenti disabilitati su Preside Milano: lezioni da 40-50 minuti, più efficaci. Per Dad utilizzare piattaforma nazionale

Altra abilitazione per docenti di ruolo, le prospettive

Commenti disabilitati su Altra abilitazione per docenti di ruolo, le prospettive

Decreto scuola e concorso straordinario secondaria: considerare anche 2019/20. Emendamento Lega

Commenti disabilitati su Decreto scuola e concorso straordinario secondaria: considerare anche 2019/20. Emendamento Lega

Concorso straordinario infanzia e primaria, ecco le graduatorie. Rettifica Lombardia

Commenti disabilitati su Concorso straordinario infanzia e primaria, ecco le graduatorie. Rettifica Lombardia

Il docente neo assunto in ruolo può accettare un incarico a tempo determinato: ecco i casi e cosa comporta per la carriera

Commenti disabilitati su Il docente neo assunto in ruolo può accettare un incarico a tempo determinato: ecco i casi e cosa comporta per la carriera

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti