La scuola del fare: il modello innovativo contro la dispersione scolastica

Dati allarmanti sulla dispersione scolastica soprattutto al Sud. La Campania una delle regioni maggiormente colpite: quasi sette ragazzi su dieci non leggono libri oltre a quelli scolastici, il 78% non partecipa alle attività culturali, né pratica sport.

Ecco che a Napoli nasce un nuovo modello per fare scuola e combattere le difficoltà degli studenti. Nell’istituto Don Bosco alla Doganella, riferisce La Repubblica, arriva “la Scuola del Fare” e così anche i ragazzi con maggiori difficoltà hanno la possibilità di formarsi per un futuro lavorativo adatto. Una scuola inclusiva che mira alla cooperazione e non alla competizione, come oggi talvolta accade.

Si valorizzano le qualità individuali degli studenti, ma allo stesso tempo l’obiettivo è la formazione adeguata dell’intera classe. Tutti devono quindi raggiungere un livello di conoscenza e apprendimento valido. In che modo? Mille ore di insegnamento, 400 di laboratorio per arrivare a formare 120 studenti ogni tre anni.

La scuola del fare si rivolge ai giovani motivati che vengono selezionati e inseriti nei progetti di crescita. Per loro anche percorsi formativi con tutor specifici e iniziative extrascolastiche come per esempio viaggi e visite ad aziende.

L’articolo La scuola del fare: il modello innovativo contro la dispersione scolastica sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti