La palla di fuoco della volpe

Questo racconto fa parte della raccolta “Fiabe dal mondo“.

LEGGETE ANCHE: Favole di Leonardo Da VinciFavole con morale

La palla di fuoco della volpe

Fiaba cinese. Testo (a cura di): Alessia de Falco e Matteo Princivalle

C’era una volta un giovane contadino che  una sera tornò a casa tardi dal mercato. Passando davanti alla casa di un ricco gentiluomo, vide qualcosa che brillava nell’aria all’interno del giardino, qualcosa che brillava come una sfera di cristallo. Il ragazzo rimase stupito e scalò il muro intorno ai giardini, ma non c’era essere umano in vista; tutto ciò che vide era, a distanza, qualcosa che assomigliava ad un cane, che guardava la luna. Ad ogni respiro, una palla di fuoco usciva dalla sua bocca e si alzava verso la Luna. E ogni volta che inspirava, la palla di fuoco tornava verso di lui e lo strano animale la divorava. Il contadino si rese conto che era una volpe e che la palla di fuoco non era altro che l’elisir di lunga vita. Si nascose nell’erba e aspettò che la palla di fuoco si allontanasse dalla volpe. Poi saltò fuori, la afferrò velocemente e la mangiò; sentì uno strano calore mentre l’elisir scendeva nel suo stomaco. Quando la volpe se ne accorse, si infuriò con il ladro, ma aveva paura che il contadino potesse colpirla con la sua falce e così si allontanò per la sua strada, colma di rabbia.

la palla di fuoco della volpe

Da quel giorno il ragazzo acquistò dei poteri incredibili: poteva diventare invisibile, riusciva a vedere fantasmi e diavoli e parlava con gli spiriti. Riusciva a guarire gli ammalati e a perdonare le colpe di chi aveva commesso azioni imperdonabili. Il contadino ne approfittò e cominciò a vendere i suoi poteri, facendo una piccola fortuna.

Arrivato a cinquant’anni, aveva accumulato un tesoro e così smise di usare i suoi poteri. Si ritirò dalla città e andò ad abitare in un piccolo palazzo tra le montagne. Una sera, mentre era sdraiato in cortile a godersi l’aria fresca, si addormentò. Fece uno strano sogno: c’era qualcuno che gli accarezzava la schiena ed ecco che all’improvviso, la palla di fuoco che aveva ingoiato da ragazzo gli saltava fuori dalla gola. Il contadino si svegliò di soprassalto.

Dietro di lui vide la volpe, che gli disse: “Trent’anni fa hai rubato il mio tesoro e grazie a lui sei diventato un uomo ricco. Ma adesso basta: ho deciso di riprendere la mia palla di fuoco”. Poi, scomparve all’improvviso.

Leggi Tutto

Fonte portalebambini.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti