La mia “proposta indecente” per valutare gli alunni con disabilità cognitiva

«Se dunque riforma delle norme sulla valutazione degli studenti con disabilità dev’esserci – scrive Anna Rita Casolini di Sersale, inserendosi a propria volta nel dibattito da noi avviato su questo tema – riforma ci sia e questa è la mia “proposta indecente, basata sull’esperienza personale di chi ha dovuto combattere per otto anni, sin dalle medie, per far sì che il proprio figlio con disabilità cognitiva potesse coronare il sogno di un “diploma vero”»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

La “seconda vista”, quella propria dello spirito

Commenti disabilitati su La “seconda vista”, quella propria dello spirito

Non abbandonateci: per noi il tatto è fondamentale!

Commenti disabilitati su Non abbandonateci: per noi il tatto è fondamentale!

Tutto quello che avreste sempre voluto chiedere a una persona sorda

Commenti disabilitati su Tutto quello che avreste sempre voluto chiedere a una persona sorda

Buona Pasqua a tutti i Lettori

Commenti disabilitati su Buona Pasqua a tutti i Lettori

“Dopo di Noi”: il futuro si pianifica nel presente

Commenti disabilitati su “Dopo di Noi”: il futuro si pianifica nel presente

L’Arte nel Cuore porta in scena il teatro di Scarpetta

Commenti disabilitati su L’Arte nel Cuore porta in scena il teatro di Scarpetta

È tempo di sostituire i “luoghi dell’esclusione” con i “luoghi della vita”

Commenti disabilitati su È tempo di sostituire i “luoghi dell’esclusione” con i “luoghi della vita”

Le norme e gli scenari dell’inclusione scolastica

Commenti disabilitati su Le norme e gli scenari dell’inclusione scolastica

Autismo: un progetto per diventare “soggetti desideranti”

Commenti disabilitati su Autismo: un progetto per diventare “soggetti desideranti”

Quella voglia di cambiare il mondo che ci univa profondamente

Commenti disabilitati su Quella voglia di cambiare il mondo che ci univa profondamente

Il mondo sembra andare verso la “scuola di tutti per tutti”

Commenti disabilitati su Il mondo sembra andare verso la “scuola di tutti per tutti”

Una foto con il rosso, contro la violenza sulle donne con e senza disabilità

Commenti disabilitati su Una foto con il rosso, contro la violenza sulle donne con e senza disabilità

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti