La cura migliore permette a una persona con disabilità di essere se stessa

Un romanzo dello scrittore Sándor Márai offre lo spunto per riflettere sulla relazione che intercorre tra i/le caregiver e le persone con disabilità di cui si prendono cura, indagandone alcune ambiguità. E nell’elencare vari casi di omicidio tentato o riuscito ai danni di persone con disabilità, Simona Lancioni, a propria volta caregiver, scrive: «Di fronte a notizie come queste l’unica risposta civile è chiedere scusa alle persone con disabilità. Questo non ripara il torto subito, né riporta in vita le persone, ma ristabilisce il senso del limite tra ciò che è consentito e ciò che non lo è»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti