Istat, in un anno l’Italia ha perso 124mila abitanti, -4% di nascite

Al 31 dicembre 2018 la popolazione ammonta a 60.359.546 residenti, oltre 124 mila in meno rispetto all’anno precedente (-0,2%) e oltre 400 mila in meno rispetto a quattro anni prima.

La popolazione italiana scende al 31 dicembre 2018 a 55 milioni 104 mila unità, 235 mila in meno rispetto all’anno precedente (-0,4%). Rispetto alla stessa data del 2014 la perdita di cittadini italiani (residenti in Italia) è pari alla scomparsa di una città grande come Palermo (-677 mila). Negli ultimi quattro anni i nuovi cittadini per acquisizione della cittadinanza sono stati oltre 638 mila. Senza questo apporto, il calo degli italiani sarebbe stato intorno a 1 milione e 300 mila unità.

Record negativo per le nascite che hanno toccato il livello più basso dall’Unità d’Italia.

Il calo è in atto dal 2008. La diminuzione nel 2018 è di 18 mila unità, -4% rispetto al 2017. Già a partire dal 2015 il numero di nascite è sceso sotto il mezzo milione e nel 2018 sono stati iscritti in anagrafe per nascita solo 439.747 bambini.

Negli ultimi quattro anni si è verificato un aumento di 241 mila unità di cittadini stranieri , che ha permesso di contenere la perdita complessiva di residenti. Al 31 dicembre 2018 sono 5.255.503 i cittadini stranieri iscritti in anagrafe; rispetto al 2017 sono aumentati di 111 mila (+2,2%) arrivando a costituire l’8,7% del totale della popolazione residente.

Nel 2018 la distribuzione della popolazione residente per ripartizione geografica resta stabile rispetto agli anni precedenti. Le aree più popolose del Paese sono il Nord-ovest (vi risiede il 26,7% della popolazione complessiva) e il Sud (23,1%), seguite dal Nord-est (19,3%), dal Centro (19,9%) e infine dalle Isole (11,0%).

Nel corso del 2018 la differenza tra nati e morti (saldo naturale) è negativa e pari a -193 mila unità.

Il saldo naturale della popolazione complessiva è negativo ovunque, tranne che nella provincia autonoma di Bolzano. A livello nazionale il tasso di crescita naturale si attesta a -3,2 per mille e varia dal +1,7 per mille di Bolzano al -8,5 per mille della Liguria. Anche Toscana, Friuli-Venezia Giulia, Piemonte e Molise presentano decrementi naturali particolarmente accentuati, superiori al 5 per mille.

L’articolo Istat, in un anno l’Italia ha perso 124mila abitanti, -4% di nascite sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Pittoni (Lega): Conte potrebbe ancora sbloccare decreto Salvaprecari

Commenti disabilitati su Pittoni (Lega): Conte potrebbe ancora sbloccare decreto Salvaprecari

Maltempo, quando chiudere le scuole. Mastella chiede incontro ad ANCI

Commenti disabilitati su Maltempo, quando chiudere le scuole. Mastella chiede incontro ad ANCI

Coronavirus, classi virtuali? Noi facciamo lezione nel parco. Una esperienza

Commenti disabilitati su Coronavirus, classi virtuali? Noi facciamo lezione nel parco. Una esperienza

Telecamere a scuola, in FVG stanziati 3 milioni di euro. Bollino di qualità per chi le utilizza

Commenti disabilitati su Telecamere a scuola, in FVG stanziati 3 milioni di euro. Bollino di qualità per chi le utilizza

Concorso straordinario secondaria, BOZZA BANDO: requisiti, 80 quesiti prova scritta, graduatorie

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria, BOZZA BANDO: requisiti, 80 quesiti prova scritta, graduatorie

Tasse scolastiche: quanto e quando si pagano, soggetti esonerati. Tutto sul contributo volontario

Commenti disabilitati su Tasse scolastiche: quanto e quando si pagano, soggetti esonerati. Tutto sul contributo volontario

“Leggere: Forte! Estate”, l’iniziativa mira al recupero degli apprendimenti penalizzati dalla Dad

Commenti disabilitati su “Leggere: Forte! Estate”, l’iniziativa mira al recupero degli apprendimenti penalizzati dalla Dad

PSI: la scuola ha bisogno di cambiamenti coraggiosi e risorse!

Commenti disabilitati su PSI: la scuola ha bisogno di cambiamenti coraggiosi e risorse!

La scuola riceverà il colpo di grazia dall’emergenza didattica. Lettera

Commenti disabilitati su La scuola riceverà il colpo di grazia dall’emergenza didattica. Lettera

Lettera a Toccafondi (Italia Viva): PAS non è sanatoria ma giusto riconoscimento a chi manda avanti le scuole

Commenti disabilitati su Lettera a Toccafondi (Italia Viva): PAS non è sanatoria ma giusto riconoscimento a chi manda avanti le scuole

Gissi (CISL): ingiusta e sbagliata la sanzione all’insegnante di Palermo

Commenti disabilitati su Gissi (CISL): ingiusta e sbagliata la sanzione all’insegnante di Palermo

Rientro dalle vacanze: 10 consigli dai pediatri per ricominciare bene

Commenti disabilitati su Rientro dalle vacanze: 10 consigli dai pediatri per ricominciare bene

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti