Iscrizioni scuola 2020/21, come compilare e inoltrare la domanda. Faq

Fino alle ore 20:00 del 31 gennaio 2020 sono aperte le iscrizioni
alle classi prime delle scuole primarie e secondarie di primo e di secondo grado.

Le iscrizioni on line sono obbligatorie per le scuole statali e facoltative per le scuole paritarie; riguardano anche i corsi di istruzione e formazione dei Centri di formazione professionale regionali delle regioni che hanno aderito alla procedura: Calabria, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sardegna, Sicilia, Umbria e Veneto.

Come compilare e inoltrare la domanda

Ecco le Faq Miur su come compilare e inoltrare la domanda di iscrizione:

  1. Le iscrizioni on line riguardano solo gli alunni che vanno alle classi prime (della scuola primaria e secondaria)?

    Sì. Per gli alunni già iscritti a classi diverse dalla prima non occorre effettuare alcuna iscrizione per il prossimo anno scolastico. L’iscrizione alle classi successive alla prima viene fatto d’ufficio dalla scuola frequentata.

  2. Si può effettuare l’iscrizione online alla scuola dell’infanzia?

    No, non è prevista l’iscrizione online. Per le scuole dell’infanzia le iscrizioni devono essere effettuate direttamente presso la segreteria della scuola prescelta

  3. Sono un genitore straniero privo di codice fiscale, come posso iscrivere mio figlio?

    Può recarsi presso la scuola prescelta per l’iscrizione oppure, in alternativa, presso la scuola che attualmente frequenta suo figlio: entrambe possono provvedere all’iscrizione on line.

  4. Mio figlio è privo di codice fiscale (appena giunto in Italia), posso iscriverlo a scuola con la procedura on line?

    Sì. Nel sistema delle iscrizioni online è presente una funzione che consente la creazione di un “codice provvisorio”, che, in seguito, l’istituzione scolastica sostituirà con il codice fiscale definitivo

  5. Ho inserito correttamente il codice fiscale di mio figlio ma il sistema mi dice che i dati non sono allineati con il sistema SIDI. Cosa vuol dire?

    Il SIDI è il Sistema Informativo del Ministero che gestisce anche l’Anagrafe Nazionale degli Studenti. Suo figlio risulta già censito in questa Anagrafe con dati evidentemente diversi da quelli da lei inseriti. Occorre segnalare l’incongruenza alla scuola di attuale frequenza che provvederà a correggere il dato in Anagrafe una volta constato e verificato l’errore. Ad ogni modo può proseguire con l’iscrizione on line

  6. Sono un genitore e voglio provvedere personalmente all’istruzione di mio figlio (istruzione parentale), devo utilizzare la procedura di iscrizione on line?

    No. Al fine di garantire l’assolvimento dell’obbligo di istruzione, per avvalersi dell’istruzione parentale deve presentare specifica dichiarazione direttamente alla scuola statale più vicina, dimostrando di possedere le competenze tecniche e i mezzi materiali per poter provvedere, in proprio o mediante frequenza di una istituzione non statale non paritaria, all’istruzione di suo figlio

  7. Ho letto sulla circolare ministeriale sulle iscrizioni che la richiesta di iscrizione, rientrando nella responsabilità genitoriale, deve essere sempre condivisa dai genitori. Come è possibile effettuare tale dichiarazione nell’iscrizione on line? Occorre la registrazione di entrambi?

    No, non occorre. La compilazione del modulo di iscrizione on line viene effettuata dal genitore che si è registrato, il quale dichiara di avere condiviso la scelta con l’altro genitore apponendo un flag obbligatorio in una specifica casella.

  8. I genitori separati/divorziati possono fare l’iscrizione on line?

    Sì. La richiesta di iscrizione, rientrando nella cosiddetta “Responsabilità genitoriale” (Codice Civile, artt. 316, 337-ter e 337-quater, come modificato dal decreto legislativo del 28 dicembre 2013, n. 154), deve essere sempre condivisa da entrambi i genitori, indipendentemente dalla situazione di separazione e divorzio e a prescindere dalla tipologia di affidamento. Il modulo on line recepisce tali nuove disposizioni richiedendo, al genitore che compila la domanda, di dichiarare di aver effettuato la scelta con il consenso dell’altro genitore

  9. In caso di genitori separati chi deve compilare la domanda?

    Il decreto legislativo 154/2013 ha modificato alcuni articoli del codice civile riguardanti il diritto di famiglia. In base a tali modifiche, le decisioni di maggiore interesse per i figli, come quelle relative all’istruzione e all’educazione, devono essere sempre condivise dai genitori. Per questo, è stato previsto che il genitore che compila la domanda di iscrizione deve dichiarare di avere effettuato la scelta in accordo con l’altro genitore. Nel modulo di iscrizione online questa dichiarazione viene effettuata apponendo un flag obbligatorio in una specifica casella. Anche nel modello cartaceo utilizzato per le iscrizioni alla scuola dell’infanzia è prevista una specifica dichiarazione che deve essere sottoscritta dal genitore che presenta la domanda

  10. Se voglio che mio figlio frequenti la scuola secondaria di primo grado nello stesso istituto dove ora frequenta l’ultimo anno della scuola primaria, devo presentare domanda d’iscrizione?

    Sì, è necessaria l’iscrizione on line

  11. Sto per concludere le procedure di adozione di un bambino, ora in affidamento pre-adottivo, che deve essere iscritto in prima classe di scuola primaria. Devo effettuare l’iscrizione on line?

    No. L’iscrizione viene effettuata dalla famiglia affidataria direttamente presso l’istituzione scolastica prescelta per garantire adeguata protezione e riservatezza ai minori

  12. È vero che le domande di iscrizione vengono accolte in base all’ordine di presentazione? Che succede se presento la domanda l’ultimo giorno utile?

    Le domande, in qualsiasi momento pervengano, purché tra il 7 e il 31 gennaio 2020 saranno trattate indipendentemente dall’ordine di arrivo. Infatti, nel rispetto dell’autonomia delle istituzioni scolastiche, i criteri di precedenza sono deliberati dai Consigli di istituto e devono rispondere a principi di ragionevolezza. E’ da escludere tra questi l’ordine di arrivo delle domande di iscrizione

  13. Come si accede al modulo di domanda per l’iscrizione on line?

    Per accedere al modulo di domanda d’iscrizione nella pagina www.iscrizioni.istruzione.it , occorre cliccare sul pulsante “Accedi al servizio” ed inserire nello spazio “Login” il nome utente, ricevuto con la registrazione, e la password scelta

  14. Ci sono degli orari prestabiliti per la compilazione del modulo di iscrizione on line?

    Il servizio è disponibile a partire dalle ore 8:00 del 7 gennaio 2020 alle ore 20:00 del 31 gennaio 2020, 24 ore su 24, compresi il sabato e la domenica.

  15. Ho bisogno di assistenza per la compilazione della domanda on line. A chi posso rivolgermi?

    Ogni scuola può dare supporto nella fase di compilazione della domanda. Per di più le segreterie hanno a disposizione una funzione che permette di inserire la domanda on line per conto della famiglia

  16. Posso tenere in sospeso una domanda iniziata e non conclusa?

    Sì, può interrompere la compilazione, salvare e non inoltrare la domanda. Solo cliccando sul pulsante “Inoltra” si conclude la procedura e la domanda di iscrizione viene trasmessa alla scuola destinataria dell’iscrizione e resa visibile alla scuola di partenza

  17. Posso modificare una domanda già inoltrata?

    No. Per modificare una domanda già inoltrata occorre che la scuola a cui è stata inviata la restituisca alla famiglia mettendola a disposizione sul portale delle iscrizioni on line. La restituzione della domanda deve essere richiesta entro i termini di presentazione (31 gennaio 2020). Una volta modificata la domanda deve essere di nuovo inoltrata.

  18. Quale documentazione deve essere consegnata alla segreteria della scuola che ho scelto per l’iscrizione di mio figlio con disabilità?

    Le iscrizioni di alunni con disabilità effettuate on line devono essere perfezionate da parte dei genitori presentando, alla scuola prescelta, la certificazione rilasciata dalla A.S.L. di competenza, comprensiva della diagnosi funzionale – a seguito degli appositi accertamenti collegiali previsti dal D.P.C.M. 23 febbraio 2006, n. 185.

  19. È possibile presentare domanda di iscrizione in più scuole secondarie di primo grado con sezioni a indirizzo musicale?

    L’iscrizione ad una sezione di scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale prevede che l’alunno superi una prova attitudinale. Se l’alunno non supera la prova attitudinale o in mancanza di posti, la domanda di iscrizione viene trasmessa dalla prima alla seconda scuola indicata nel modello.

    Non ci sono divieti a indicare nella domanda di iscrizione on line una seconda e una terza scuola secondaria di primo grado a indirizzo musicale. Si suggerisce, però, di verificare che le prove attitudinali vengano svolte in una data successiva a quella in cui si svolgeranno nella prima scuola scelta, per consentire all’alunno di potervi partecipare. Infatti, se nella seconda o nella terza scuola la prova attitudinale è svolta prima e sono state compilate le graduatorie degli alunni che l’hanno superata, non sarà possibile organizzare un’altra prova attitudinale e, quindi, la domanda non potrà essere accolta.

Mini guida

L’articolo Iscrizioni scuola 2020/21, come compilare e inoltrare la domanda. Faq sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Pensione a 57 o 58 anni: quali sono le possibilità?

Commenti disabilitati su Pensione a 57 o 58 anni: quali sono le possibilità?

Bambini aggressivi all’asilo avranno stipendi più bassi da adulti. Ricerca

Commenti disabilitati su Bambini aggressivi all’asilo avranno stipendi più bassi da adulti. Ricerca

Alla scuola il compito di contrastare la povertà alimentare minorile post-Covid. Ecco come, nel Piano Colao

Commenti disabilitati su Alla scuola il compito di contrastare la povertà alimentare minorile post-Covid. Ecco come, nel Piano Colao

Gaming disorder, quali sintomi. Influisce negativamente sul rendimento scolastico

Commenti disabilitati su Gaming disorder, quali sintomi. Influisce negativamente sul rendimento scolastico

TFA sostegno V ciclo: laurea triennale non è titolo di accesso, neanche con i 24 CFU

Commenti disabilitati su TFA sostegno V ciclo: laurea triennale non è titolo di accesso, neanche con i 24 CFU

Giovani per il sociale – 16 milioni di euro per finanziare idee, progetti e iniziative

Commenti disabilitati su Giovani per il sociale – 16 milioni di euro per finanziare idee, progetti e iniziative

Scuole organizzano l’ultimo giorno all’aperto: così gli alunni possono salutare i compagni

Commenti disabilitati su Scuole organizzano l’ultimo giorno all’aperto: così gli alunni possono salutare i compagni

Concorso a cattedra, necessari conoscenze CODING per accedere. Formazione nei 24 CFU

Commenti disabilitati su Concorso a cattedra, necessari conoscenze CODING per accedere. Formazione nei 24 CFU

Penpal, migliorare il proprio inglese con un amico di penna

Commenti disabilitati su Penpal, migliorare il proprio inglese con un amico di penna

Donazzan convoca tavolo regionale per riapertura scuole: potenziare organico docenti e Ata per sdoppiare classi

Commenti disabilitati su Donazzan convoca tavolo regionale per riapertura scuole: potenziare organico docenti e Ata per sdoppiare classi

Se la strada intrapresa è quella della Sgambato, il PD non farà “pace” con i docenti . Lettera

Commenti disabilitati su Se la strada intrapresa è quella della Sgambato, il PD non farà “pace” con i docenti . Lettera

Maturità: oggi gli studenti scioperano per l’incertezza sull’esame

Commenti disabilitati su Maturità: oggi gli studenti scioperano per l’incertezza sull’esame

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti