Insegnanti delle scuole italiane all’estero, UIL: vale il contratto nazionale

Il Tribunale di Roma, infatti, si è espresso in questa direzione in merito al ricorso di alcuni docenti delle scuole italiane all’estero, patrocinato dalla UIL Scuola.

Il contenzioso giuridico era basato sulla circostanza che il contratto nazionale di lavoro 2016-2018, sottoscritto successivamente all’attuazione del decreto legislativo in materia di destinazione del personale all’estero, avesse disapplicato la norma legislativa.

Una questione sollevata già all’indomani della firma del contratto scuola – ricorda il segretario generale della Uil Scuola, Pino Turi – che avevamo posto puntualmente sia al Miur, sia all’ARAN.
Non solo, uguale richiesta era stata avanzata dallo stesso Tribunale all’ARAN, che però non aveva dato seguito alla richiesta di interpretazione autentica della norma contrattuale.

Ora con questa sentenza è lo stesso giudice che interpreta la norma – mette in evidenza Turi – dando ragione alla Uil Scuola che da subito sostenne che, per effetto della norma definita nel T.U. n. 165/2001, il contratto ha il potere di disapplicare norme e regolamenti precedenti e successivi.

Si tratta di una svolta che non può essere ignorata dall’amministrazione, che deve prenderne atto.

Un nesso giuridico che ha effetti molto concreti – ammonisce il segretario Uil Scuola – perché il mancato riferimento contrattuale porta ad una situazione dove, nelle scuole italiane all’estero, il personale destinato a quelle sedi, non è ancora in servizio.

La mancanza di insegnanti nelle scuole italiane all’estero è una rappresentazione plastica di ciò che accade quando non viene applicato il contratto – aggiunge Turi – che si rivela lo strumento più idoneo e flessibile, rispetto alle rigidità di legge, nel risolvere i problemi di gestione del personale in un settore complesso come quello della scuola.

Quella contrattuale è una strada che va percorsa con determinazione – chiosa Turi – per affermare e definire, con la contrattazione, norme di gestione del personale contro ogni deriva autoritaria che, talvolta, ancora aleggia nel nostro paese.

L’articolo Insegnanti delle scuole italiane all’estero, UIL: vale il contratto nazionale sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Concorso dirigenti scolastici, verso impugnazione graduatorie vincitori. Tar sospende giudizi su altri ricorsi in attesa del CdS. Lettera

Commenti disabilitati su Concorso dirigenti scolastici, verso impugnazione graduatorie vincitori. Tar sospende giudizi su altri ricorsi in attesa del CdS. Lettera

Dirigenti scolastici, in Sicilia si rischiano 180 reggenze

Commenti disabilitati su Dirigenti scolastici, in Sicilia si rischiano 180 reggenze

Docente titolare su una Cattedra Orario Esterna: cosa succede in presenza di contrazione nell’organico della scuola di titolarità

Commenti disabilitati su Docente titolare su una Cattedra Orario Esterna: cosa succede in presenza di contrazione nell’organico della scuola di titolarità

Chiudere le scuole anche in Abruzzo. Lettera

Commenti disabilitati su Chiudere le scuole anche in Abruzzo. Lettera

Leo: ho chiesto più dirigenti scolastici per la Puglia

Commenti disabilitati su Leo: ho chiesto più dirigenti scolastici per la Puglia

Prova Tfa sostegno uguale per tutti. Lettera

Commenti disabilitati su Prova Tfa sostegno uguale per tutti. Lettera

Supplenze annuali. L’AT di Napoli convoca dal 28 agosto

Commenti disabilitati su Supplenze annuali. L’AT di Napoli convoca dal 28 agosto

AND: si riprenda il dialogo con la scuola

Commenti disabilitati su AND: si riprenda il dialogo con la scuola

Iscrizioni scuola 2020, inizia la campagna di comunicazione in tv, radio e canali social Miur

Commenti disabilitati su Iscrizioni scuola 2020, inizia la campagna di comunicazione in tv, radio e canali social Miur

Istituto di Mantova ricerca docente classe di concorso A042

Commenti disabilitati su Istituto di Mantova ricerca docente classe di concorso A042

Compiti a casa, Mottana: se l’istruzione suscitasse passione, non ci sarebbe bisogno di assegnarli

Commenti disabilitati su Compiti a casa, Mottana: se l’istruzione suscitasse passione, non ci sarebbe bisogno di assegnarli

Concorso straordinario: assumere per titoli, abbiamo bisogno di insegnanti. La pensa così anche l’ex Ministro Fioramonti

Commenti disabilitati su Concorso straordinario: assumere per titoli, abbiamo bisogno di insegnanti. La pensa così anche l’ex Ministro Fioramonti

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti