Inizio lezioni, ansia da rientro per il 56% degli studenti

Per il 56% dei ragazzi l’attesa dell’inizio dell’anno scolastico è vissuta con ansia ed irrequietezza, anche considerando che più della metà degli intervistati, il 51%, non ha ancora finito di svolgere i compiti per le vacanze. A questi si aggiunge un 6% che i libri durante le ferie non li ha neanche aperti.
Questi sono solo alcuni dei dati che emergono da un sondaggio svolto nelle ultime ore dal portale per gli studenti Skuola.net, su 2500 studenti di scuole medie e superiori, proprio a ridosso del ritorno in aula.

E sono proprio i pomeriggi passati a studiare (29%) e le interrogazioni ormai imminenti (24%) ciò che gli studenti odiano di più del tornare alla routine quotidiana post-vacanze, accompagnati ovviamente dalla sveglia all’alba, temuta e disprezzata da poco più di un ragazzo su quattro (26%). Ad allietare il clima da rientro ci penseranno soprattutto i compagni di scuola, per il 55% dei ragazzi intervistati l’unica vera gioia di inizio settembre; amici fedeli che oltre a far copiare i compiti delle vacanze (il 6% del campione ammette di non aver fatto tutto da solo), saranno anche molto importanti nella scelta del posto giusto da conquistare il primo giorno di scuola. Per più di 2 studenti su 3, infatti, accaparrarsi il compagno di banco preferito potrebbe davvero far svoltare in positivo l’anno sin dal principio. Un passaggio che, nel caso delle ragazze, è ancor più fondamentale (per più di 7 su 10 è la missione numero uno non appena risuonerà la prima campanella).

Forse anche per questo, i membri della classe con cui si è stretto il legame più forte non vengono dimenticati del tutto durante le vacanze estive: il 35% dei ragazzi ha avuto modo di incontrarsi con i compagni anche negli scorsi tre mesi; mentre il 40%si è tenuto costantemente in contatto con la propria classe sui social, in particolare grazie a WhatsApp (75% delle preferenze) e Instagram (22%).

E continuando a parlare di social, il 35% degli studenti intervistati dice che pubblicherà online qualcosa inerente al suo primo giorno di scuola. Per la stragrande maggioranza, il “mezzo” scelto è una o più Stories, il post “a tempo” che spopola tra gli adolescenti e non solo. Dove? Ovviamente su Instagram, il social del momento: a sceglierlo è il 91% dei ragazzi. Ed è proprio su Instagram che ultimamente si sono spostati tutti gli influencer più famosi e apprezzati, che sembrano avere una forte presa soprattutto sui giovanissimi, specie se femmina: 1 ragazza su 5 dichiara, infatti, prenderà spunto dalla sua influencer/youtuber preferita per individuare l’outfit perfetto per il primo giorno di scuola; un po’ di meno (14%) coloro che prenderanno spunto dalle star del web per allestire il corredo scolastico. Influencer che, invece, non spostano più di tanto le scelte dei maschi: meno di 1 su 10 si lascia guidare dai personaggi che segue sui social network.

L’articolo Inizio lezioni, ansia da rientro per il 56% degli studenti sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

In Sicilia il dirigente scolastico della scuola più grande d’Italia

Commenti disabilitati su In Sicilia il dirigente scolastico della scuola più grande d’Italia

Al Prof. Antonazzo (Gilda): non escluda dalla proposta a Conte i docenti con servizio su sostegno. Lettera

Commenti disabilitati su Al Prof. Antonazzo (Gilda): non escluda dalla proposta a Conte i docenti con servizio su sostegno. Lettera

Toccafondi (IV): con Dl scuola invertita la rotta. Non si parla più di sanatoria

Commenti disabilitati su Toccafondi (IV): con Dl scuola invertita la rotta. Non si parla più di sanatoria

Concorso straordinario secondaria: per partecipare su posti di sostegno serve specializzazione

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria: per partecipare su posti di sostegno serve specializzazione

Concorsi ordinari e revisione decreto salva-precari, lo stato dell’arte. Cosa farà Fioramonti

Commenti disabilitati su Concorsi ordinari e revisione decreto salva-precari, lo stato dell’arte. Cosa farà Fioramonti

Concorsi sì, concorsi no: sarebbe sufficiente valutare la didattica a distanza per capire quali insegnanti assumere. Lettera

Commenti disabilitati su Concorsi sì, concorsi no: sarebbe sufficiente valutare la didattica a distanza per capire quali insegnanti assumere. Lettera

ITS, Bussetti: garanzia di occupazione, sbloccati 32 mln

Commenti disabilitati su ITS, Bussetti: garanzia di occupazione, sbloccati 32 mln

Sottosegretaria Azzolina: gruppi di lavoro regionali per interesse studenti

Commenti disabilitati su Sottosegretaria Azzolina: gruppi di lavoro regionali per interesse studenti

Coronavirus, docenti e ATA a casa: non devono recuperare o giustificare

Commenti disabilitati su Coronavirus, docenti e ATA a casa: non devono recuperare o giustificare

Coronavirus, Ricolfi: in 15 province curva risale. Con scuole chiuse il virus ha rallentato

Commenti disabilitati su Coronavirus, Ricolfi: in 15 province curva risale. Con scuole chiuse il virus ha rallentato

Cirillo (Uil): proroga appalti espone dirigenti e scuole ad improprie responsabilità

Commenti disabilitati su Cirillo (Uil): proroga appalti espone dirigenti e scuole ad improprie responsabilità

Insegnamento su sostegno: si può sollevare dall’incarico un docente già assegnato all’alunno disabile?

Commenti disabilitati su Insegnamento su sostegno: si può sollevare dall’incarico un docente già assegnato all’alunno disabile?

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti