India, il cattolico linciato a morte dagli indù “protettori delle vacche”: un omicidio rimasto impunito

L’uomo si chiamava Ramesh Minj, aveva 37 anni. È stato pestato a morte da 120 nazionalisti indù nell’agosto del 2017. Cresce l’intolleranza degli integralisti indù verso i dalit, i cattolici e i musulmani

Leggi Tutto

Fonte Repubblica.it > Mondo Solidale

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti