In stato vegetativo da 15 anni, recupera uno stato minimo di coscienza grazie alla stimolazione del nervo vago

Era in uno stato vegetativo persistente da 15 anni – ad oggi condizione considerata irreversibile – ma grazie alla “stimolazione del nervo vago” è passato a uno stato minimo di coscienza. Il paziente, un uomo di 35 anni, può ora muovere occhi e testa a comando, seguire un oggetto con lo sguardo e rispondere a stimoli esterni. È stato registrato anche un cambiamento dell’attività cerebrale, con formazione di nuove connessioni nervose. Il risultato, pubblicato sulla rivista Current Biology, è stato ottenuto da Angela Sirigu dell’Istituto di scienze cognitive di Lione.

La ricercatrice ha utilizzato un nuovo metodo di stimolazione del nervo vago, uno dei nervi cranici, con un pacemaker impiantato da neurochirurghi nel torace del paziente. Dopo un ciclo di stimolazioni, l’uomo è uscito dallo stato vegetativo entrando in uno stato minimo di coscienza. Il suo elettroencefalogramma ha cominciato a registrare segni di attività neurale, assenti da 15 anni. Le nuove connessioni nervose, emerse attraverso l’esame della Pet, hanno dimostrato che, almeno in questo caso, il cervello è rimasto plastico dopo anni di stato vegetativo. La scienziata si appresta ora a svolgere uno studio analogo su più pazienti per vedere quali e quanti miglioramenti sono possibili con la stimolazione e per capire i meccanismi in atto in altri casi.

Lo stato vegetativo è considerato irreversibile, cioè permanente, quando si protrae a lungo come nel caso del paziente di questo studio. La tecnica di stimolazione del nervo vago utilizzata in questo caso era già in uso, ad esempio, per trattare l’epilessia.

Lo studio su Current Biology

 

L’articolo In stato vegetativo da 15 anni, recupera uno stato minimo di coscienza grazie alla stimolazione del nervo vago proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

“Inhumanitary”, la criminalizzazione dell’asilo in Europa: una coalizione ne analizza le conseguenze

Commenti disabilitati su “Inhumanitary”, la criminalizzazione dell’asilo in Europa: una coalizione ne analizza le conseguenze

Oncologia, due italiane tra le migliori ricercatrici al mondo: premiate in Usa

Commenti disabilitati su Oncologia, due italiane tra le migliori ricercatrici al mondo: premiate in Usa

La grande truffa della guerra senza fine ai poveri. Mentre ogni povertà avanza.

Commenti disabilitati su La grande truffa della guerra senza fine ai poveri. Mentre ogni povertà avanza.

Elon Musk, l’ultima sfida: con un razzo da New York a Parigi in 30 minuti

Commenti disabilitati su Elon Musk, l’ultima sfida: con un razzo da New York a Parigi in 30 minuti

Dal fine vita ai vaccini, chi decide come dobbiamo curarci?

Commenti disabilitati su Dal fine vita ai vaccini, chi decide come dobbiamo curarci?

Oggi sono libero

Commenti disabilitati su Oggi sono libero

“Siamo noi i primi asini, i nostri figli hanno ragione a scioperare per il clima”

Commenti disabilitati su “Siamo noi i primi asini, i nostri figli hanno ragione a scioperare per il clima”

Cambiamenti climatici. Parte la COP23 a Bonn

Commenti disabilitati su Cambiamenti climatici. Parte la COP23 a Bonn

David Attenborough, nuova specie di libellula fossilizzata dedicata al naturalista britannico

Commenti disabilitati su David Attenborough, nuova specie di libellula fossilizzata dedicata al naturalista britannico

Risolvere i problemi

Commenti disabilitati su Risolvere i problemi

Covid in Africa, così la pandemia aumenta la violenza sulle donne: “Rischiamo di perdere generazioni di bambine”

Commenti disabilitati su Covid in Africa, così la pandemia aumenta la violenza sulle donne: “Rischiamo di perdere generazioni di bambine”

Afghanistan, il progetto “After Shelter”: una casa sicura dove le donne possano vivere liberamente a riparo dagli aguzzini

Commenti disabilitati su Afghanistan, il progetto “After Shelter”: una casa sicura dove le donne possano vivere liberamente a riparo dagli aguzzini

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti