In pensione con 40 anni di contributi: quali sono le possibilità

Buongiorno, ho 58 anni, 40 di contributi, 67% di invalidità civile e ho cominciato a lavorare a 16 anni. Quando potrò andare in pensione? Grazie 

Pur essendo un lavoratore precoce ed essendo invalido non può accedere alla pensione con la quota 41: la misura, per l’accesso dei lavoratori invalidi, infatti richiede una percentuale di invalidità minima del 74%.

Esclusa la quota 41, per la sua giovane età escluderei a priori la possibilità di un pensionamento con la quota 100 (non vi rientra poichè la misura sarà in vigore fino alla fine del 2021 e per tale data non riuscirà a raggiungere i 62 anni di età richiesti per l’accesso).

L’unica alternativa di pensionamento per lei è la pensione anticipata che, fino al 31 dicembre 2026, richiederà i seguenti requisiti di accesso:

  • 41 anni e 10 mesi di contributi per le donne
  • 42 anni e 10 mesi di contributi per gli uomini

Essendo lei un uomo potrà, quindi, accedere alla pensione maturando altri 2 anni e 10 mesi di contributi e attendendo la finestra di 3 mesi per la decorrenza della pensione dal raggiungimento dei requisiti (tra 3 anni e 1 mesi di conseguenza).

Pensione con 41 anni di contributi per tutti

Un’alternativa ipotizzabile potrebbe essere la promessa del governo di attuare la pensione con 41 anni di contributi per tutti, estendendo di fatto l’attuale quota 41 a tutte le categorie di lavoratori. Purtroppo la realizzazione di questa misura non sarà immediata e richiederà qualche anno ancora. Se dovesse, però, entrare in vigore prima che raggiunga i requisiti della pensione anticipata potrebbe accedervi subito visto che i 41 anni di contributi li raggiungerebbe il prossimo anno.

L’articolo In pensione con 40 anni di contributi: quali sono le possibilità sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti