In memoria di Claudio Misculin

traparentesiIn memoria di Claudio Misculin ed in occasione del Convegno Internazionale della Scuola Internazionale Franca e Franco Basaglia – The Practice of Freedom intitolato Good Practice Services: Promoting Human Rights & Recovery in Mental Health che si terrà a Trieste dal 23 al 26 Settembre 2019, il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia ripropone il 23 settembre alle ore 21 alla Sala Bartoli (Tra parentesi) la vera storia di un’impensabile liberazione, concepito, scritto e portato in scena da Massimo Cirri e Peppe Dell’Acqua per la regia di Erika Rossi.

(Tra parentesi) la vera storia di un’impensabile liberazione sarà proposto ai convegnisti e aperto a tutti gli spettatori interessati, che potranno acquistare i biglietti a partire da giovedì 19 settembre nei consueti punti vendita del Teatro Stabile regionale. Il costo è di 19 euro a prezzo intero con riduzione a 16 euro (over 65 e under 26) e una speciale riduzione a 12 euro per gli abbonati del Teatro Stabile.

«Quando il direttore del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, Franco Però, ha proposto a Massimo Cirri, conduttore radiofonico, psicologo e amico mio carissimo, a Erika Rossi, giovane regista triestina e a me di fare qualcosa in occasione dei 40 anni della legge 180, ho pensato che scherzasse» ricorda ora Peppe Dell’Acqua. «Per più di un mese ho tenuto lontano anche il pensiero di quell’improbabile avventura. Temevo che, specie a Trieste, lo spettacolo potesse avere scarsa partecipazione dal momento che i triestini sanno già tutto e da decenni sono partecipi di questa storia e poi temevo potesse far riemergere contrasti feroci che sempre ci hanno accompagnato. Erika e Massimo, invece, erano entusiasti. Durante l’estate abbiamo cominciato a pensare a cosa e come raccontare. Non era solo l’orrore del manicomio l’oggetto delle nostre chiacchierate. Non voleva essere l’oggetto del nostro narrare soltanto “la distruzione dell’ospedale psichiatrico come luogo di istituzionalizzazione”. Bisognava cercare di andare alle radici della rivoluzione. Il tema avrebbe dovuto essere: Basaglia non solo chiude i manicomi, restituisce diritto, dignità, soggettività. Bisognava raccontare la vera storia. Messa tra parentesi la malattia».

Leggi Tutto

Fonte forumsalutementale.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Disobbedienza e Rivoluzione: cosa significano a Trieste?

Commenti disabilitati su Disobbedienza e Rivoluzione: cosa significano a Trieste?

“Chissenefrega”, il libro del Pulizer Powers che racconta la malattia mentale

Commenti disabilitati su “Chissenefrega”, il libro del Pulizer Powers che racconta la malattia mentale

Il futuro della salute mentale

Commenti disabilitati su Il futuro della salute mentale

L’indicibilità della famiglia. Per l’abolizione dell’articolo 88

Commenti disabilitati su L’indicibilità della famiglia. Per l’abolizione dell’articolo 88

Prato, 13 dicembre: XII convegno nazionale dei SPDC No Restraint

Commenti disabilitati su Prato, 13 dicembre: XII convegno nazionale dei SPDC No Restraint

Màt – Giornalismo e salute mentale

Commenti disabilitati su Màt – Giornalismo e salute mentale

Cantiere salute mentale. Un confine aperto che garantisce sempre il ritorno.

Commenti disabilitati su Cantiere salute mentale. Un confine aperto che garantisce sempre il ritorno.

40#180 Dal caso Moro alla legge Basaglia quarant’anni dopo, è l’anno che verrà

Commenti disabilitati su 40#180 Dal caso Moro alla legge Basaglia quarant’anni dopo, è l’anno che verrà

La salute mentale è un lusso

Commenti disabilitati su La salute mentale è un lusso

Il fantasma del manicomio Perché, a quarant’anni dalla sua approvazione, la legge Basaglia è ancora un modello legislativo.

Commenti disabilitati su Il fantasma del manicomio Perché, a quarant’anni dalla sua approvazione, la legge Basaglia è ancora un modello legislativo.

Annuario SOUQ 2019: Istituzioni e conflitti

Commenti disabilitati su Annuario SOUQ 2019: Istituzioni e conflitti

Sulla Povertà della psichiatria

Commenti disabilitati su Sulla Povertà della psichiatria

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti