In immersione cadono le barriere fisiche e mentali

«Le nostre lezioni in acqua offrono nuove esperienze e situazioni di integrazione, con i partecipanti con disabilità fisica o sensoriale che accrescono la propria autostima. Ogni evento senza barriere, inoltre, contribuisce a diffondere la cultura dello sport come un valore per tutti»: lo dicono da HSA Italia, l’Associazione Nazionale Attività Subacquee e Natatorie per Disabili, il cui percorso “Il Mare, un Sorriso per tutti – Subacquea Zero Barriere”, proseguirà domani, 30 marzo, e domenica 31, nelle acque marine di Porto Santo Stefano (Grosseto) e in una piscina di Novi Ligure (Alessandria)

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Tre sollevatori, per garantire a tutti il diritto allo studio

Commenti disabilitati su Tre sollevatori, per garantire a tutti il diritto allo studio

Percorsi accessibili sulle Dolomiti

Commenti disabilitati su Percorsi accessibili sulle Dolomiti

Terzo Settore, diritti umani e inclusione: la formazione a distanza dell’ANFFAS

Commenti disabilitati su Terzo Settore, diritti umani e inclusione: la formazione a distanza dell’ANFFAS

Quando le Persone fanno la differenza

Commenti disabilitati su Quando le Persone fanno la differenza

SLA: immobili guerrieri pronti a far sentire il fragore del loro silenzio

Commenti disabilitati su SLA: immobili guerrieri pronti a far sentire il fragore del loro silenzio

Il movimento dei diritti umani della disabilità ha perso un’importante leader

Commenti disabilitati su Il movimento dei diritti umani della disabilità ha perso un’importante leader

Un nuovo Centro, per offrire sempre più servizi e sostegni

Commenti disabilitati su Un nuovo Centro, per offrire sempre più servizi e sostegni

Verso la Giornata Nazionale del Braille

Commenti disabilitati su Verso la Giornata Nazionale del Braille

Facciamo giocare i bambini tutti insieme e spieghiamo l’inclusione nelle scuole

Commenti disabilitati su Facciamo giocare i bambini tutti insieme e spieghiamo l’inclusione nelle scuole

La presa in carico delle persone adulte con autismo

Commenti disabilitati su La presa in carico delle persone adulte con autismo

Didattica a distanza e assistenti: meglio una scuola “buona” o “giusta”?

Commenti disabilitati su Didattica a distanza e assistenti: meglio una scuola “buona” o “giusta”?

Ma con quell’esercito di precari, l’inclusione non si riforma!

Commenti disabilitati su Ma con quell’esercito di precari, l’inclusione non si riforma!

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti