In arrivo le “strade scolastiche”, cosa sono e cosa prevedono le proposte di modifica del codice stradale

Cosa sono le “strade scolastiche”

La “strada scolastica” sarà definita come la strada in prossimità della quale si trovano edifici adibiti ad uso scolastico e avente la funzione di consentire la sosta, il movimento e le manovre connesse all’accesso agli edifici stessi.

Nelle strade scolastiche i Comuni, tenendo conto della necessità di assicurare adeguate condizioni di sicurezza e di accessibilità, dovranno provvedere a stabilire limitazioni alla circolazione stradale almeno negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni, adottando almeno una delle seguenti misure:

  • fissare un limite massimo di velocità pari a 30 km/h o inferiore, indicato con apposita segnaletica di cui agli articoli 39 e 40, nonché da dispositivi destinati a rallentare la velocità di cui all’articolo 42, commi 2 e 2-bis;
  • delimitare zone a traffico limitato prevedendo limitazioni più restrittive di eventuali zone a traffico limitato già esistenti;
  • delimitare aree pedonali.

Dubbi sulla classificazione delle “strade scolastiche”

Dubbi sulla “proporzionalità” tra il fine e il mezzo. Rilievi in fase di dibattito sono stati sollevati alla proposta, ritenendo “non ragionevole” mutare classificazione e destinazione d’uso una strada perché vi insiste un edificio scolastico. Il suggerimento dato è stato, quindi, di  prevedere un obbligo per i sindaci di disciplinare la circolazione stradale e la fruizione
degli spazi limitrofi ad un edificio scolastico e/o di introdurre negli ambiti degli strumenti urbanistici degli indirizzi volti a migliorare l’accessibilità in sicurezza degli istituti scolastici.

Il testo

1. Al nuovo codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, di seguito denominato «codice della strada», sono apportate le seguenti modificazioni: all’articolo 10, dopo il comma 10, è inserito il seguente: «10-bis. Nelle strade scolastiche di cui all’articolo 2, comma 4-bis, i comuni, tenendo conto della necessità di assicurare adeguate condizioni di sicurezza e di accessibilità, provvedono a stabilire limitazioni alla circolazione stradale almeno negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni. Ai fini del presente comma, i comuni provvedono, con ordinanza del sindaco, ad adottare almeno una delle seguenti misure:

  1. fissare un limite massimo di velocità pari a 30 km/h o inferiore, indicato con apposita segnaletica di cui agli articoli 39 e 40, nonché da dispositivi destinati a rallentare la velocità di cui all’articolo 42, commi 2 e 2-bis;
  2. delimitare zone a traffico limitato prevedendo limitazioni più restrittive di eventuali zone a traffico limitato già esistenti;
  3. delimitare aree pedonali.»

L’articolo In arrivo le “strade scolastiche”, cosa sono e cosa prevedono le proposte di modifica del codice stradale sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

La pedagogia deve tornare a scuola. Lettera

Commenti disabilitati su La pedagogia deve tornare a scuola. Lettera

Orientamento, occupazione e auto-imprenditorialità: 19.000 euro per idee d’impresa meritevoli

Commenti disabilitati su Orientamento, occupazione e auto-imprenditorialità: 19.000 euro per idee d’impresa meritevoli

Supplenza sostegno: non ho il titolo, sono priva di strumenti e formazione, lascio l’incarico

Commenti disabilitati su Supplenza sostegno: non ho il titolo, sono priva di strumenti e formazione, lascio l’incarico

Domande di part time, AT Cremona rinvia al 15 aprile la scadenza

Commenti disabilitati su Domande di part time, AT Cremona rinvia al 15 aprile la scadenza

Cercasi docenti per progetto “IGCSE – Cambridge” a Bolzano

Commenti disabilitati su Cercasi docenti per progetto “IGCSE – Cambridge” a Bolzano

Edilizia scolastica, più fondi per gli istituti sardi

Commenti disabilitati su Edilizia scolastica, più fondi per gli istituti sardi

A Otranto Assemblea Generale UIL Scuola Puglia: la regione tra le più penalizzate d’Italia

Commenti disabilitati su A Otranto Assemblea Generale UIL Scuola Puglia: la regione tra le più penalizzate d’Italia

Graduatoria interna istituto, quali docenti devono essere inseriti e quali no

Commenti disabilitati su Graduatoria interna istituto, quali docenti devono essere inseriti e quali no

Graduatorie di istituto docenti, nuove modalità controllo titoli

Commenti disabilitati su Graduatorie di istituto docenti, nuove modalità controllo titoli

Esclusione dalla graduatoria interna di istituto per docente con precedenza IV) dell’art.13 del CCNI: quali requisiti sono necessari

Commenti disabilitati su Esclusione dalla graduatoria interna di istituto per docente con precedenza IV) dell’art.13 del CCNI: quali requisiti sono necessari

Annullamento concorso dirigenti, se Consiglio di Stato darà sospensiva i vincitori saranno assunti a settembre. Sapremo oggi

Commenti disabilitati su Annullamento concorso dirigenti, se Consiglio di Stato darà sospensiva i vincitori saranno assunti a settembre. Sapremo oggi

Studenti con disabilità: 100 milioni di finanziamento. Le cifre per regione e provincia

Commenti disabilitati su Studenti con disabilità: 100 milioni di finanziamento. Le cifre per regione e provincia

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti