In arrivo le “strade scolastiche”, cosa sono e cosa prevedono le proposte di modifica del codice stradale

Cosa sono le “strade scolastiche”

La “strada scolastica” sarà definita come la strada in prossimità della quale si trovano edifici adibiti ad uso scolastico e avente la funzione di consentire la sosta, il movimento e le manovre connesse all’accesso agli edifici stessi.

Nelle strade scolastiche i Comuni, tenendo conto della necessità di assicurare adeguate condizioni di sicurezza e di accessibilità, dovranno provvedere a stabilire limitazioni alla circolazione stradale almeno negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni, adottando almeno una delle seguenti misure:

  • fissare un limite massimo di velocità pari a 30 km/h o inferiore, indicato con apposita segnaletica di cui agli articoli 39 e 40, nonché da dispositivi destinati a rallentare la velocità di cui all’articolo 42, commi 2 e 2-bis;
  • delimitare zone a traffico limitato prevedendo limitazioni più restrittive di eventuali zone a traffico limitato già esistenti;
  • delimitare aree pedonali.

Dubbi sulla classificazione delle “strade scolastiche”

Dubbi sulla “proporzionalità” tra il fine e il mezzo. Rilievi in fase di dibattito sono stati sollevati alla proposta, ritenendo “non ragionevole” mutare classificazione e destinazione d’uso una strada perché vi insiste un edificio scolastico. Il suggerimento dato è stato, quindi, di  prevedere un obbligo per i sindaci di disciplinare la circolazione stradale e la fruizione
degli spazi limitrofi ad un edificio scolastico e/o di introdurre negli ambiti degli strumenti urbanistici degli indirizzi volti a migliorare l’accessibilità in sicurezza degli istituti scolastici.

Il testo

1. Al nuovo codice della strada di cui al decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285, di seguito denominato «codice della strada», sono apportate le seguenti modificazioni: all’articolo 10, dopo il comma 10, è inserito il seguente: «10-bis. Nelle strade scolastiche di cui all’articolo 2, comma 4-bis, i comuni, tenendo conto della necessità di assicurare adeguate condizioni di sicurezza e di accessibilità, provvedono a stabilire limitazioni alla circolazione stradale almeno negli orari di attività didattica e di ingresso e uscita degli alunni. Ai fini del presente comma, i comuni provvedono, con ordinanza del sindaco, ad adottare almeno una delle seguenti misure:

  1. fissare un limite massimo di velocità pari a 30 km/h o inferiore, indicato con apposita segnaletica di cui agli articoli 39 e 40, nonché da dispositivi destinati a rallentare la velocità di cui all’articolo 42, commi 2 e 2-bis;
  2. delimitare zone a traffico limitato prevedendo limitazioni più restrittive di eventuali zone a traffico limitato già esistenti;
  3. delimitare aree pedonali.»

L’articolo In arrivo le “strade scolastiche”, cosa sono e cosa prevedono le proposte di modifica del codice stradale sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Se la strada intrapresa è quella della Sgambato, il PD non farà “pace” con i docenti . Lettera

Commenti disabilitati su Se la strada intrapresa è quella della Sgambato, il PD non farà “pace” con i docenti . Lettera

Coronavirus, Conte: aperture omogenee su base nazionale. Utilizzo app per tracciamento virus

Commenti disabilitati su Coronavirus, Conte: aperture omogenee su base nazionale. Utilizzo app per tracciamento virus

I suggerimenti e i tutorial dell’Indire per la Didattica a Distanza del primo ciclo

Commenti disabilitati su I suggerimenti e i tutorial dell’Indire per la Didattica a Distanza del primo ciclo

Reclutamento, Pittoni (Lega): nostro piano assunzioni senza oneri aggiuntivi

Commenti disabilitati su Reclutamento, Pittoni (Lega): nostro piano assunzioni senza oneri aggiuntivi

Classi pollaio sono il 5% del totale. 200 classi con 34 alunni

Commenti disabilitati su Classi pollaio sono il 5% del totale. 200 classi con 34 alunni

Ministra Azzolina mercoledì 4 marzo in audizione. Pittoni (Lega): proveremo a spiegare nuovamente situazione precariato

Commenti disabilitati su Ministra Azzolina mercoledì 4 marzo in audizione. Pittoni (Lega): proveremo a spiegare nuovamente situazione precariato

Azzolina alla Senatrice Segre: la scuola si onora di essere la sua scorta

Commenti disabilitati su Azzolina alla Senatrice Segre: la scuola si onora di essere la sua scorta

Docenti precari, come saranno stabilizzati. Il piano

Commenti disabilitati su Docenti precari, come saranno stabilizzati. Il piano

Concorso straordinario, consigliere Puglia: no a disparità docenti paritarie

Commenti disabilitati su Concorso straordinario, consigliere Puglia: no a disparità docenti paritarie

AGIA a Fioramonti: sicurezza, contrasto bullismo e marginalità, inclusione. Le priorità per la Scuola

Commenti disabilitati su AGIA a Fioramonti: sicurezza, contrasto bullismo e marginalità, inclusione. Le priorità per la Scuola

Coronavirus, Gallone: serve fondo straordinario per scuole paritarie

Commenti disabilitati su Coronavirus, Gallone: serve fondo straordinario per scuole paritarie

Coronavrus, proroga progetti PON e POC. Nota Ministero

Commenti disabilitati su Coronavrus, proroga progetti PON e POC. Nota Ministero

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti