Immissioni in ruolo, decadenza nomina in caso di mancata presa servizio senza giustificato motivo

Immissioni in ruolo in corso di svolgimento

Dopo la pausa di Ferragosto, le operazioni di immissioni in ruolo per l’a.s. 2019 sono riprese, con i docenti convocati dai vari Uffici Scolastici.

Le assunzioni stanno avvenendo attingendo alle seguenti graduatorie:

  • graduatorie relative ai concorsi per esami e titoli indetti con D.D.G. 23 febbraio 2016 n. 105, n. 106 e n. 107 (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado);
  • graduatorie relative al concorso straordinario indetto con D.D.G. n. 85 del 1° febbraio 2018 (scuola secondaria di primo e secondo grado);
  • graduatorie relative al concorso straordinario indetto con Decreto Dipartimentale n. 1546/2018 (scuola dell’infanzia e primaria)
  • graduatorie ad esaurimento (scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo e secondo grado)

Il contingente autorizzato è stato suddiviso al 50% tra le graduatorie ad esaurimento e le graduatorie di merito dei concorsi,  eccetto i casi di restituzione di posti.

Chi non prende servizio decade dalla nomina

I docenti assunti in ruolo,  considerato che il 1° settembre è domenica, dovranno assumere servizio il giorno 2.

Inizio anno scolastico, 2 settembre 2019: chi deve prendere servizio

I docenti, che hanno accettato il ruolo ma poi non prendono servizio, decado dalla nomina ai sensi dell’articolo 436, comma 4, del D.lgs. 297/94:

4. Decade parimenti dalla nomina il personale, che, pur avendola accettata, non assume servizio senza giustificato motivo entro il termine stabilito. 

Il docente, che accetta la nomina e non prende servizio senza giustificato motivo, dunque, decade dal ruolo.

L’articolo Immissioni in ruolo, decadenza nomina in caso di mancata presa servizio senza giustificato motivo sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti