Immissioni in ruolo 2019/20, precedenze assegnazione sede. Ecco quali

Precedenze per scelta sede

Nell’ambito delle nomine in ruolo da effettuare attingendo dalle graduatorie di merito regionali, le precedenze di cui alla Legge 104/1992 (art. 21, art. 33 comma 6 e art. 33 commi 5 e 7) non operano riguardo alla scelta della provincia.

Pertanto gli interessati sceglieranno la provincia esclusivamente in base all’ordine con cui sono inseriti in graduatoria, mentre potranno far valere le eventi precedenze in fase di assegnazione della sede (scuola).

Le precedenze operano nella scelta della sede (scuola), secondo quanto previsto dal CCNI sulla mobilità.

Quanto ai docenti delle graduatorie ad esaurimento, essendo assunti in in ambito provinciale (ossia nella provincia di inserimento in GaE), non devono scegliere alcuna provincia e beneficeranno anch’essi delle precedenze, di cui alla legge 104/92, in fase di assegnazione della scuola.

Le precedenze

Le istruzioni operative, relativamente alle precedenze suddette rinviano al CCNI sulla mobilità 2019/22:

La precedenza viene riconosciuta alle condizioni previste dal vigente contratto nazionale integrativo sulla mobilità del personale di ruolo. 

Nell’articolo 13 del Contratto è indicato l’ordine delle precedenze:

  • disabili di cui all’art. 21, della legge n. 104/92, richiamato dall’art. 601 del D.L.vo n. 297/94, con un grado di invalidità superiore ai due terzi o con minorazioni iscritte alle categorie prima, seconda e terza della tabella “A” annessa alla legge 10 agosto 1950, n. 648;
  • personale appartenente alle categorie previste dal comma 6, dell’art. 33 della legge n. 104/92, richiamato dall’art. 601, del D.L.vo n. 297/94;
  • genitori anche adottivi del disabile in situazione di gravità o a chi,
    individuato dall’autorità giudiziaria competente, esercita legale tutela del disabile in situazione di gravità. Qualora entrambi i genitori siano impossibilitati a provvedere all’assistenza del figlio disabile grave perché totalmente inabili, viene riconosciuta la precedenza, alla stregua della scomparsa di  entrambi i genitori, anche ad uno dei fratelli o delle sorelle, in grado di prestare assistenza, conviventi di soggetto disabile in situazione di gravità o a chi, individuato dall’autorità giudiziaria competente, esercita tale tutela;
  • assistenza al coniuge;
  • figlio individuato come referente unico che presta assistenza al genitore
    disabile in situazione di gravità.

In caso di figlio che assiste un genitore in qualità di referente unico, la precedenza viene riconosciuta in presenza di tutte le sottoelencate condizioni:

  1. documentata impossibilità del coniuge di provvedere all’assistenza per motivi oggettivi;
  2. documentata impossibilità, da parte di ciascun altro figlio di effettuare l’assistenza al genitore disabile in situazione di gravità per ragioni esclusivamente oggettive, tali da non consentire l’effettiva assistenza nel corso dell’anno scolastico. La documentazione rilasciata dagli altri figli non è necessaria laddove il figlio richiedente la precedenza in qualità di referente unico, sia anche l’unico figlio convivente con il genitore disabile. Tale situazione di convivenza deve essere documentata dall’interessato con dichiarazione personale sotto la propria responsabilità, redatta ai sensi delle disposizioni contenute nel D.P.R. 28.12.2000, n. 445 e successive modifiche ed integrazioni.
  3. essere anche l’unico figlio che ha chiesto di fruire periodicamente nell’anno scolastico in cui si presenta la domanda di mobilità, dei 3 giorni di permesso retribuito mensile per l’assistenza ovvero del congedo straordinario ai sensi dell’art. 42 comma 5 del D.L.vo 151/2001.

Validità precedenza

Il personale disabile, di cui all’articolo 21 e all’articolo 33, comma 6, della legge 104/92 può usufruire della precedenza all’interno e per la provincia in cui è ubicato il comune di residenza, a condizione che abbia espresso come prima preferenza il predetto comune di residenza o distretto sub comunale oppure una o più istituzioni scolastiche comprese in esso.

Il personale che, invece, presta assistenza a soggetto disabile grave (figlio, coniuge, genitore), beneficia della precedenza per la provincia che comprende il comune ove risulti domiciliato il soggetto disabile ed a condizione che abbia espresso come prima preferenza il predetto comune o distretto sub comunale in caso di comuni con più distretti.

Immissioni in ruolo 2019/20, le nostre Faq: dalle graduatorie di assunzione alle nomine su sostegno

L’articolo Immissioni in ruolo 2019/20, precedenze assegnazione sede. Ecco quali sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Esami di Stato del II ciclo, in commissione assicurati docenti di italiano e di indirizzo

Commenti disabilitati su Esami di Stato del II ciclo, in commissione assicurati docenti di italiano e di indirizzo

Rossi-Doria, Coronavirus cambierà metodo conservativo di insegnamento

Commenti disabilitati su Rossi-Doria, Coronavirus cambierà metodo conservativo di insegnamento

Coronavirus, riapertura scuole? OMS bacchetta, non è tempo di allentare la presa

Commenti disabilitati su Coronavirus, riapertura scuole? OMS bacchetta, non è tempo di allentare la presa

Malpezzi, i posti di sostegno in deroga non saranno usati per il rientro dei docenti a Sud. Stiamo percorsi alternativi

Commenti disabilitati su Malpezzi, i posti di sostegno in deroga non saranno usati per il rientro dei docenti a Sud. Stiamo percorsi alternativi

Comandi e distacchi, ripartizione contingente per i compiti connessi all’autonomia scolastica. Decreto

Commenti disabilitati su Comandi e distacchi, ripartizione contingente per i compiti connessi all’autonomia scolastica. Decreto

Linee di Orientamento Cyberbullismo. La nostra guida: dalla nuova Governance alla formazione, dal ruolo del referente all’ammonimento

Commenti disabilitati su Linee di Orientamento Cyberbullismo. La nostra guida: dalla nuova Governance alla formazione, dal ruolo del referente all’ammonimento

Sasso: sul concorso straordinario Azzolina azzera i sindacati, i precari e la sua stessa maggioranza. La scuola sarà la tomba politica del M5S

Commenti disabilitati su Sasso: sul concorso straordinario Azzolina azzera i sindacati, i precari e la sua stessa maggioranza. La scuola sarà la tomba politica del M5S

Mobilità, esiti il 24 giugno: dove controllare. Il vincolo triennale

Commenti disabilitati su Mobilità, esiti il 24 giugno: dove controllare. Il vincolo triennale

21 aprile, Giornata della creatività e dell’innovazione. CNDDU propone iniziativa per studenti e docenti

Commenti disabilitati su 21 aprile, Giornata della creatività e dell’innovazione. CNDDU propone iniziativa per studenti e docenti

Fratoianni (SI): parole ministro Bussetti confermano che autonomia è una robacci

Commenti disabilitati su Fratoianni (SI): parole ministro Bussetti confermano che autonomia è una robacci

Maturità 2020, la relazione finale dei Presidenti è facoltativa

Commenti disabilitati su Maturità 2020, la relazione finale dei Presidenti è facoltativa

Assegnazioni provvisorie e utilizzi, novità nei contratti regionali 2019/20

Commenti disabilitati su Assegnazioni provvisorie e utilizzi, novità nei contratti regionali 2019/20

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti