Il Ministero salvi i Centri Territoriali di Supporto

«Non si riesce a comprendere – scrive Gianluca Rapisarda – come mai un tesoro inestimabile di professionalità, di qualità e di “rete” tra il mondo della scuola, le famiglie e le associazioni delle persone con disabilità, quale quello dei Centri Territoriali di Supporto (CTS), possa di fatto essere stato dimenticato dal Ministero. L’auspicio è che quest’ultimo cambi rotta, rendendo organica al sistema di istruzione e formazione l’azione di quei Centri, attraverso ulteriori investimenti in risorse umane e strumentali e creando, al loro interno, sportelli dedicati alle singole disabilità»

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Ad ogni fine anno c’è il welfare sardo con l’acqua alla gola

Commenti disabilitati su Ad ogni fine anno c’è il welfare sardo con l’acqua alla gola

Un ruolo di “regia” per l’assistente all’autonomia e alla comunicazione

Commenti disabilitati su Un ruolo di “regia” per l’assistente all’autonomia e alla comunicazione

Completare entro la fine dell’anno la riforma del Terzo Settore

Commenti disabilitati su Completare entro la fine dell’anno la riforma del Terzo Settore

Un “Premio Braille alla carriera” ad Andrea Camilleri

Commenti disabilitati su Un “Premio Braille alla carriera” ad Andrea Camilleri

Non cessano le “morti bianche del welfare”

Commenti disabilitati su Non cessano le “morti bianche del welfare”

Per accendere una luce sull’autismo, il 2 Aprile… e per tutto l’anno

Commenti disabilitati su Per accendere una luce sull’autismo, il 2 Aprile… e per tutto l’anno

Crescere fratelli e sorelle di bambini con disabilità

Commenti disabilitati su Crescere fratelli e sorelle di bambini con disabilità

Asperger: neurodiversi, non malati!

Commenti disabilitati su Asperger: neurodiversi, non malati!

Tre princìpi chiave: mainstreaming, accessibilità, fine delle discriminazioni

Commenti disabilitati su Tre princìpi chiave: mainstreaming, accessibilità, fine delle discriminazioni

Cinema che considera la diversità un valore, cinema accessibile a tutti

Commenti disabilitati su Cinema che considera la diversità un valore, cinema accessibile a tutti

L’Olocausto delle donne “non conformi” o “inutili”

Commenti disabilitati su L’Olocausto delle donne “non conformi” o “inutili”

C’è l’induzione magnetica nello stand RAI al Salone del Libro di Torino

Commenti disabilitati su C’è l’induzione magnetica nello stand RAI al Salone del Libro di Torino

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti