Il brand journalism dalla fabbrica al consumatore

Negli ultimi anni il mondo della comunicazione, grazie alla diffusione sempre più prepotente del digital, è molto cambiato e noi comunicatori abbiamo dovuto ripensare la velocità e le modalità del nostro modo di agire. Vivere e prendere parte del  cosiddetto 24h newscycle significa anche essere consapevole che ogni individuo dotato di smartphone è una media company, alla più o meno esplicita ricerca di  un pubblico disposto ad ascoltare, leggere ed interagire. In questo processo, siamo passati da una comunicazione top down ad una comunità fondata sulla relazione tra azienda e pubblico di riferimento, relazione che si nutre di  strumenti come lo storytelling e il brand journalism.

Nasce da questa consapevolezza #PlacesthatMatter, il nuovo progetto di storytelling firmato Whirlpool EMEA (Europa, Medio Oriente, Africa): i luoghi e le comunità dove 24.000 colleghi lavorano e vivono sono diventati i protagonisti del progetto. Con #PlacesthatMatter raccontiamo il lavoro in fabbrica ma anche, e soprattutto, i territori che ospitano queste fabbriche e le storie che all’interno delle fabbriche e delle famiglie ne concorrono a costruire identità, tradizione ed eccellenza.

#PlacesthatMatter è un vero e proprio viaggio volto a raccontare la realtà manifatturiera attraverso gli sguardi e le storie di chi ogni giorno, con passione e dedizione, contribuisce alla crescita della propria comunità e dell’azienda. Il progetto racconta il legame che inevitabilmente si instaura tra il territorio e Whirlpool in una dimensione in cui i luoghi non sono più solo semplici posti di lavoro ma diventano espressione delle comunità locali di riferimento e, in quanto tali, raccolgono e raccontano interi progetti di vita. La vita dei luoghi e delle persone si intreccia col più ampio tessuto industriale e sociale del territorio, all’interno di uno scambio continuo e reciproco di esperienze, valori e talenti.

È da questi presupposti, e dal desiderio di Whirlpool di ritrarre ogni realtà manifatturiera all’interno del proprio universo di riferimento, valorizzandone la singolarità storica e al contempo ricordando i valori comuni a tutto il gruppo, che ha preso vita #PlacesthatMatter, un percorso alla scoperta del cuore pulsante dell’azienda, là dove nascono e prendono forma le innovazioni tecnologiche e le connessioni umane.

Un gruppo di lavoro, composto ad hoc e costituto da un art director, l’editore-fotografo-gallerista Mario Peliti, il fotografo Alessandro Imbriaco, la giornalista Laura Leonelli e risorse interne di Whirlpool, ha viaggiato in sette paesi, visitato quattordici siti industriali e intervistato oltre 100 persone, tramite approfonditi incontri one-to-one.

Per raccontare al meglio il progetto non potevamo non utilizzare anche i mezzi offerti dal digital: #PlacesthatMatter è stato infatti protagonista di una campagna digitale multicanale da Facebook a Instagram, da LinkedIn a Medium e Youtube. Durante la prima fase della campagna, iniziata a novembre 2017 e durata circa quattro mesi, sono stati raggiunti oltre 2 milioni di persone su Facebook, 55.000 su Instagram e oltre 1 milione su LinkedIn. La seconda fase ha preso il via a maggio di quest’anno ed è tuttora in corso.

La mostra è stata concepita per essere un’esposizione itinerante e interattiva che nell’arco dei prossimi mesi attraverserà i vari territori protagonisti dell’iniziativa, ulteriore occasione di coinvolgimento e condivisione con gli stakeholder e le comunità locali. #PlacesthatMatter è stato presentato per la prima volta in occasione di un panel dedicato di approfondimento al il Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia; a seguire ne è stata illustrata una selezione in anteprima nella settimana del Salone del Mobile, per approdare poi nella sua pienezza tra le sale espositive di Palazzo Reale, in occasione della  Milano Photo Week.

Con #PlacesthatMatter, abbiamo utilizzato tutti i mezzi di comunicazione, da quelli più tradizionali a quelli social, cercando di raggiungere e coinvolgere un pubblico vasto ed eterogeneo per interessi e modalità di fruizione dei contenuti. Abbiamo cercato di dare un volto, un nome, un’identità ai nostri luoghi e alle nostre persone, solitamente lontani da occasioni di visibilità, e al tempo stesso abbiamo voluto portare all’interno del nostro mondo, tra le linee produttive, i nostri stakeholder: all’insegna di uno scambio reciproco che possa essere e rappresentare un’occasione di arricchimento e crescita per tutti.

Guarda la galleria fotografica.

 

L’articolo Il brand journalism dalla fabbrica al consumatore sembra essere il primo su Ferpi.

Leggi Tutto

Fonte Ferpi

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Alain Pittet nuovo Executive Director per lo sviluppo del business internazionale di Ega

Commenti disabilitati su Alain Pittet nuovo Executive Director per lo sviluppo del business internazionale di Ega

Nobilita: a Bologna il primo festival della cultura del lavoro

Commenti disabilitati su Nobilita: a Bologna il primo festival della cultura del lavoro

L’importanza dell’ascolto: a novembre il corso sui Social Media Analytics

Commenti disabilitati su L’importanza dell’ascolto: a novembre il corso sui Social Media Analytics

Crowdfunding e Personal Fundraising: la nuova frontiera del dono

Commenti disabilitati su Crowdfunding e Personal Fundraising: la nuova frontiera del dono

TEDxRoma 2018: l’Esperanto protagonista sul palco della Nuvola

Commenti disabilitati su TEDxRoma 2018: l’Esperanto protagonista sul palco della Nuvola

Relazioni istituzionali: a Roma un corso sul tema

Commenti disabilitati su Relazioni istituzionali: a Roma un corso sul tema

CSR, il legame di valore con le Rp

Commenti disabilitati su CSR, il legame di valore con le Rp

Nasce AgiFactory

Commenti disabilitati su Nasce AgiFactory

Visioni: torna a Camogli il Festival della Comunicazione

Commenti disabilitati su Visioni: torna a Camogli il Festival della Comunicazione

Una somma di piccole cose

Commenti disabilitati su Una somma di piccole cose

Litigation PR per il genero di Trump

Commenti disabilitati su Litigation PR per il genero di Trump

Il brand come piattaforma identitaria dell’organizzazione

Commenti disabilitati su Il brand come piattaforma identitaria dell’organizzazione

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti