Girasoli, svelato il mistero del loro “girare”: è il ritmo circadiano

Il mito greco vuole che il girasole segua il Sole perché il dio Apollo dopo aver amato e respinto Clizia la trasformò in fiore. La ninfa, perduto l’amore del dio, come racconta Ovidio, per giorni non fece altro che fissare “seguendone il giro con lo sguardo”. È la scienza però che ha risolto il mistero dei grandi fiori gialli: ciò che li fa seguire costantemente il Sole, voltandosi da est a ovest, è il ritmo circadiano, un orologio biologico interno sincronizzato con il ciclo naturale del giorno e della notte.

A spiegarlo sono i ricercatori dell’Università della California di Davis, guidati da Stacey Harmer, nello studio pubblicato sulla rivista Science. Quando sono giovani, questo orologio ne guida la crescita. Una volta maturi, i girasoli smettono di seguire il Sole da est a ovest, e guardano solo a est. In questo modo si riscaldano di più e attirano di più gli insetti impollinatori. “Si tratta del primo esempio, in natura, di un orologio interno di una pianta che ne modula la crescita”, commenta Harmer.

Con vari esperimenti fatti sui girasoli nei campi, piantati in vasi all’esterno, o fatti crescere al chiuso, tenendoli fermi o girandoli verso il lato sbagliato, si è visto che si poteva bloccare il loro periodico seguire il Sole. I ricercatori hanno anche scoperto cosa fa muovere gli steli durante il giorno: sono alcuni geni che diventano più attivi sul lato della pianta esposto alla nostra stella.

Il ritmo circadiano agisce anche quando il fiore matura: la crescita rallenta e la pianta smette di muoversi durante il giorno, guardando solo verso est. L’orologio interno fa reagire i girasoli in modo più forte con la prima luce del mattino: si scaldano più velocemente e così attirano cinque volte di più gli insetti impollinatori, che preferiscono i fiori caldi.

L’articolo Girasoli, svelato il mistero del loro “girare”: è il ritmo circadiano proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Grecia, “Fermate questa follia, basta con le punizioni collettive contro i richiedenti asilo”

Commenti disabilitati su Grecia, “Fermate questa follia, basta con le punizioni collettive contro i richiedenti asilo”

Servizio civile, chi sono i giovani che a migliaia sono partiti: un quarto di loro dice “Lo faccio per aiutare gli altri”

Commenti disabilitati su Servizio civile, chi sono i giovani che a migliaia sono partiti: un quarto di loro dice “Lo faccio per aiutare gli altri”

Sudafrica, “Violenza al platino” mostra fotografica sugli abusi contro le donne nella zona delle miniere

Commenti disabilitati su Sudafrica, “Violenza al platino” mostra fotografica sugli abusi contro le donne nella zona delle miniere

Reni: su «Corriere Salute» le regole per mantenerli sani ed efficienti

Commenti disabilitati su Reni: su «Corriere Salute» le regole per mantenerli sani ed efficienti

Circoncisione maschile, va praticata da un medico anche quando è per scopi rituali

Commenti disabilitati su Circoncisione maschile, va praticata da un medico anche quando è per scopi rituali

Catania, vincono i comitati. Il Bastione degli Infetti è salvo

Commenti disabilitati su Catania, vincono i comitati. Il Bastione degli Infetti è salvo

Concorso straordinario secondaria, docenti ITP partecipano con diploma e tre anni di servizio

Commenti disabilitati su Concorso straordinario secondaria, docenti ITP partecipano con diploma e tre anni di servizio

Fumagalli (Niguarda): «Un paziente grave su tre moriva, ora gli ultimi due stanno guarendo»

Commenti disabilitati su Fumagalli (Niguarda): «Un paziente grave su tre moriva, ora gli ultimi due stanno guarendo»

Uzbekistan, lo chiamano “lavoro volontario” ma è il pretesto per lo sfruttamento nei campi di cotone

Commenti disabilitati su Uzbekistan, lo chiamano “lavoro volontario” ma è il pretesto per lo sfruttamento nei campi di cotone

Fame e indifferenza: ritratto di Haiti a dieci anni dal terremoto

Commenti disabilitati su Fame e indifferenza: ritratto di Haiti a dieci anni dal terremoto

“Guardiani attivi”

Commenti disabilitati su “Guardiani attivi”

Gli operatori umanitari: “Più leadership, trasparenza e imparzialità, questo è il futuro che vogliamo per le Nazioni Unite”

Commenti disabilitati su Gli operatori umanitari: “Più leadership, trasparenza e imparzialità, questo è il futuro che vogliamo per le Nazioni Unite”

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti