Giovani d’oggi, le regole della buona educazione dove stanno? Lettera

Quando sono fuori dalla scuola non sanno come ci si deve rapportarsi con gli adulti: non ascoltano i consigli e i suggerimenti, sono continuamente distratti, hanno gli occhi incollati allo smartphone, rispondono infastiditi alle richieste degli adulti, si mostrano indolenti, annoiati e scocciati, non sanno cos’è il saluto, sbadigliano a bocca aperta senza portarsi la mano alla bocca.

Insomma non conoscono le regole più elementari del bon ton, della buona educazione. E la colpa di chi è? Indovinate un poco. Ė della scuola e degli insegnanti, quando invece la colpa primaria è della famiglia, ossia di quei genitori che hanno delegato il compito educativo alle altre agenzie perché non sanno come si educano i propri figli.

Ed ecco che fuori dai contesti scolastici in parrocchie, in oratori, in palestre i figli si comportano in maniera indisciplinata perché non possiedono le competenze sociali.

Ė, dunque, proprio dalle competenze sociali che bisogna ripartire, è lì che bisogna lavorare molto perché, purtroppo, la famiglia su questo versante si mostra debole, priva di mezzi e indifesa.

La scuola deve, ahimè, farsi carico di questo problema e prima di far acquisire le competenze disciplinari e trasversali deve obbligatoriamente lavorare sulle competenze sociali.

La scuola, insomma, deve completamente sostituirsi ai genitori, cioè quei padri e quelle madri che non vogliono capire che l’aspetto educativo non spetta alla scuola, bensì è compito primario dei genitori,

La scuola deve collaborare con la famiglia ma non deve essere la surrogata della famiglia stessa.

Questo è il problema che la società non vuole capire, non vuole comprendere perché non possiede più gli strumenti adatti per poterlo fare.

La buona educazione e il rispetto delle regole si apprendono seguendo gli esempi dei genitori e i figli non fanno altri che seguire i loro esempi. Se questi ultimi sono buoni i figli cresceranno educati, rispettosi, disponibili all’ascolto, diligenti; al contrario se gli esempi sono negativi, distorti, fuorvianti i figli saranno il prodotto di una società che se ne infischia altamente delle regole e del rispetto delle persone e delle cose altrui. Insomma se non si insegna il rispetto delle regole in casa il ragazzo a scuola non rispetterà mai l’ambiente scolastico, quindi, se ne infischierà degli insegnanti!

L’articolo Giovani d’oggi, le regole della buona educazione dove stanno? Lettera sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Didattica a distanza, Cobas: di cosa discutere nel Collegio dei docenti del mese di maggio

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, Cobas: di cosa discutere nel Collegio dei docenti del mese di maggio

Aumenti stipendiali e rinnovo contratto, UIL: confermato sciopero 17 maggio

Commenti disabilitati su Aumenti stipendiali e rinnovo contratto, UIL: confermato sciopero 17 maggio

Supplenze: differimento presa servizio, aspettative e congedi. Quando è possibile fruirli

Commenti disabilitati su Supplenze: differimento presa servizio, aspettative e congedi. Quando è possibile fruirli

Aree a rischio e a forte processo immigratorio, accreditate somme alle scuole

Commenti disabilitati su Aree a rischio e a forte processo immigratorio, accreditate somme alle scuole

Docente ripresa in un video messo in rete dopo 2 anni: la polizia indaga

Commenti disabilitati su Docente ripresa in un video messo in rete dopo 2 anni: la polizia indaga

Immissioni in ruolo 2020, novità dell’estate sarà la call veloce in altra provincia o regione

Commenti disabilitati su Immissioni in ruolo 2020, novità dell’estate sarà la call veloce in altra provincia o regione

Videocamere a scuola: sono sempre legittime? No, ma sì

Commenti disabilitati su Videocamere a scuola: sono sempre legittime? No, ma sì

Nessuna sanatoria per docenti terza fascia, solo atto dovuto. Lettera

Commenti disabilitati su Nessuna sanatoria per docenti terza fascia, solo atto dovuto. Lettera

Mobilità 2020, preferenze territoriali: chiariamo qualche dubbio sulla valutazione delle richieste

Commenti disabilitati su Mobilità 2020, preferenze territoriali: chiariamo qualche dubbio sulla valutazione delle richieste

Vertici Miur, decreti nomine Boda e Bruschi all’esame della Corte dei Conti

Commenti disabilitati su Vertici Miur, decreti nomine Boda e Bruschi all’esame della Corte dei Conti

Una bambina colpita dalla porta del bagno si fa male, di chi è la responsabilità? Per i giudici bisognava prevedere l’evento

Commenti disabilitati su Una bambina colpita dalla porta del bagno si fa male, di chi è la responsabilità? Per i giudici bisognava prevedere l’evento

Riforma sostegno, ritorna il GLHO per decidere numero ore

Commenti disabilitati su Riforma sostegno, ritorna il GLHO per decidere numero ore

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti