Giampaolo e la patente: una sfida vinta per sé e per molti altri

«L’afasia di Giampaolo – raccontano dall’AAT (Associazione Afasici Toscana) – è molto grave: dopo due anni riesce a dire poche parole e anche la capacità di comprenderle è ridotta. Ma a un certo punto decide di ricominciare a guidare la macchina, aprendo una strada che in futuro potranno percorrere anche altri. E così, dopo che la mancanza di conoscenza del suo problema gli costa una prima bocciatura, al secondo tentativo ce la fa, creando un precedente importante e diffondendo l’informazione sui problemi della persone afasiche in un posto strategico come la Motorizzazione della sua città»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Ha pagato, la protesta delle persone toscane con disabilità grave

Commenti disabilitati su Ha pagato, la protesta delle persone toscane con disabilità grave

I vaccini alle persone con disabilità in Calabria e il rischio di discriminare

Commenti disabilitati su I vaccini alle persone con disabilità in Calabria e il rischio di discriminare

Nemmeno in questi tempi difficili si ferma la ricerca sulla sclerosi multipla

Commenti disabilitati su Nemmeno in questi tempi difficili si ferma la ricerca sulla sclerosi multipla

Nuove Direttive Europee e accessibilità: a che punto siamo?

Commenti disabilitati su Nuove Direttive Europee e accessibilità: a che punto siamo?

Quell’Olocausto “rimosso” delle persone con disabilità

Commenti disabilitati su Quell’Olocausto “rimosso” delle persone con disabilità

Ai candidati nelle Regioni chiediamo più salute, più diritti, più ricerca

Commenti disabilitati su Ai candidati nelle Regioni chiediamo più salute, più diritti, più ricerca

Una mamma con la sclerosi multipla va sostenuta

Commenti disabilitati su Una mamma con la sclerosi multipla va sostenuta

Perché continua a rimanere valido il principio che il PEI non si può modificare

Commenti disabilitati su Perché continua a rimanere valido il principio che il PEI non si può modificare

Disabilità e “lavoro agile”: un accomodamento ragionevole?

Commenti disabilitati su Disabilità e “lavoro agile”: un accomodamento ragionevole?

La mia “proposta indecente” per valutare gli alunni con disabilità cognitiva

Commenti disabilitati su La mia “proposta indecente” per valutare gli alunni con disabilità cognitiva

Per disegnare una nuova storia della sindrome X Fragile

Commenti disabilitati su Per disegnare una nuova storia della sindrome X Fragile

Nuove tecnologie, per agevolare la ricerca e la consultazione dei prodotti

Commenti disabilitati su Nuove tecnologie, per agevolare la ricerca e la consultazione dei prodotti

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti