Genitori da sostenere

«Ritengo giusto – scrive Vincenzo Gallo, riferendosi alla vicenda del piccolo Alfie Evans, il bimbo di Liverpool affetto da una grave malattia neurodegenerativa, al centro, suo malgrado, di una situazione che in queste settimane sta facendo discutere il mondo intero – lasciare la libertà di scelta di vivere o di morire a chi è ammalato gravemente, e in questo caso ai genitori, ma non certo ad altri soggetti, perché non devono essere questi ultimi a decidere quali vite siano degne di essere vissute»

Leggi Tutto

Fonte Superando.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

Stefano

Related Posts

Un salto indietro nel tempo di cinquant’anni?

Commenti disabilitati su Un salto indietro nel tempo di cinquant’anni?

Cara Costanza, voglio che tu cresca in un Paese che non “regala” ma “garantisce”

Commenti disabilitati su Cara Costanza, voglio che tu cresca in un Paese che non “regala” ma “garantisce”

“La Nostra Vita”: per scoprire il mondo di Montecatone

Commenti disabilitati su “La Nostra Vita”: per scoprire il mondo di Montecatone

Lo sport subacqueo è un’attività ricreativa fortemente inclusiva

Commenti disabilitati su Lo sport subacqueo è un’attività ricreativa fortemente inclusiva

Dalla parte dei minori con disabilità senza famiglia

Commenti disabilitati su Dalla parte dei minori con disabilità senza famiglia

Il Comitato per la Bioetica: bene l’impostazione, ma carenze sulla disabilità

Commenti disabilitati su Il Comitato per la Bioetica: bene l’impostazione, ma carenze sulla disabilità

“Durante e Dopo di Noi”: un evento informativo e di supporto

Commenti disabilitati su “Durante e Dopo di Noi”: un evento informativo e di supporto

Malati Rari, non “vittime sacrificabili”

Commenti disabilitati su Malati Rari, non “vittime sacrificabili”

Le malattie rare che portano a gravi disabilità fisiche

Commenti disabilitati su Le malattie rare che portano a gravi disabilità fisiche

Il turismo accessibile alle persone sorde

Commenti disabilitati su Il turismo accessibile alle persone sorde

Un programma di intervento personalizzato, rivolto a venti bambini e ragazzi

Commenti disabilitati su Un programma di intervento personalizzato, rivolto a venti bambini e ragazzi

Adotta un libro tattile!

Commenti disabilitati su Adotta un libro tattile!

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti