Gavosto (fondazione Agnelli): concorsi selettivi e stipendi più alti a chi si impegna di più

Dalle pagine del quotidiano La Stampa ha lanciato l’allarme sui posti del personale scolastico che rimarranno scoperti.

Nonostante le assunzioni annunciate dal ministro Bussetti, 58.600 docenti di ruolo di cui 14.500 per il sostegno, la metà delle cattedre rischiano di rimanere a inizio anno scoperte. Si presenta così il consueto paradosso dei tanti docenti precari che attendono per anni la loro collocazione a tempo indeterminato e degli altrettanti posti che rimangono scoperti e che vanno anche a coloro non ancora abilitati e a volte neanche ancora laureati.

Questione di luoghi e di materie da insegnare. In pratica non c’è l’incrocio ideale fra domanda e offerta di insegnamento. Ma se questo è un tema di vecchia data, su cui la Fondazione Agnelli aveva riposto attenzione già dal 2015, quando la carenza di docenti riguardava le materie scientifiche (matematica compresa) alle medie ed era localizzata nel Nord Italia, la preoccupazione attuale è relativa al fatto che tale fenomeno sembra estendersi ad altre regione e per altre materie.

Secondo Andrea Gavosto, direttore della Fondazione, il rimedio non è nella sanatoria dei precari, ma nei concorsi da indire. “Servono in fretta concorsi ordinari – ha scritto Gavosto – ma ci vorrà comunque tempo prima che i vincitori entrino in ruolo.

La vera soluzione è di lungo periodo e richiede forte volontà politica: ridare prestigio alla professione docente e attrarre giovani qualificati attraverso una dura selezione iniziale con una prospettiva di carriera e di crescita retributiva per chi si impegna di più”.

L’articolo Gavosto (fondazione Agnelli): concorsi selettivi e stipendi più alti a chi si impegna di più sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Coronavirus, bonus 100 euro in busta paga: quanto spetta a insegnanti e ATA e quando sarà pagato?

Commenti disabilitati su Coronavirus, bonus 100 euro in busta paga: quanto spetta a insegnanti e ATA e quando sarà pagato?

Il ruolo della narrazione autobiografica nei processi di apprendimento

Commenti disabilitati su Il ruolo della narrazione autobiografica nei processi di apprendimento

PON potenziamento competenze di base, graduatorie definitive progetti

Commenti disabilitati su PON potenziamento competenze di base, graduatorie definitive progetti

Piano dimensionamento scuole siciliane, parere negativo sindacati

Commenti disabilitati su Piano dimensionamento scuole siciliane, parere negativo sindacati

Maestri d’infanzia ed educatrici asili nido: lavoro usurante e possibilità di pensione anticipata

Commenti disabilitati su Maestri d’infanzia ed educatrici asili nido: lavoro usurante e possibilità di pensione anticipata

Giornata della tolleranza 16 novembre, CNDDU: scuola contrasti esclusione degli altri

Commenti disabilitati su Giornata della tolleranza 16 novembre, CNDDU: scuola contrasti esclusione degli altri

I 5000 internalizzati ATA a part-time chiedono il diritto al completamento orario

Commenti disabilitati su I 5000 internalizzati ATA a part-time chiedono il diritto al completamento orario

ATA 24 mesi, graduatorie permanenti provinciali definitive Inserita Potenza

Commenti disabilitati su ATA 24 mesi, graduatorie permanenti provinciali definitive Inserita Potenza

Calendario scolastico 2017/2018, ecco in quali Regioni vi sarà vacanza sia l’1 che il 2 novembre

Commenti disabilitati su Calendario scolastico 2017/2018, ecco in quali Regioni vi sarà vacanza sia l’1 che il 2 novembre

Passaggio di cattedra: si possono chiedere più classi di concorso con domande distinte

Commenti disabilitati su Passaggio di cattedra: si possono chiedere più classi di concorso con domande distinte

M5S: Con Fioramonti finalmente concorsi docenti, più posti sostegno, attenzione a sicurezza edifici

Commenti disabilitati su M5S: Con Fioramonti finalmente concorsi docenti, più posti sostegno, attenzione a sicurezza edifici

Disabile in classe, genitori lasciano figli a casa. Docenti: la scuola è aperta a tutti

Commenti disabilitati su Disabile in classe, genitori lasciano figli a casa. Docenti: la scuola è aperta a tutti

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti