Gatto ucciso a scuola da collaboratore scolastico davanti ai bambini

Un collaboratore scolastico avrebbe ucciso a bastonate, alla presenza degli studenti di una scuola primaria, un gatto intrufolatosi in classe.

“Quanto accaduto nella scuola – afferma Marziale in un comunicato – è da annoverarsi tra le denunce più raccapriccianti che io abbia raccolto nel corso del mio mandato istituzionale. Maria Antonia Catania mi ha testualmente scritto: ‘Un gattino si è introdotto in un’aula e il dirigente scolastico chiama il bidello per fare uscire il gatto. Il bidello invece di cacciare il gatto ha preso un bastone ed ha iniziato a bastonare l’animale, sino a farlo morire dopo un’ora di agonia. Il tutto sotto gli occhi attoniti dei bimbi. Non riesco ancora a crederci’. Anch’io, non riuscendo a credere a tanta efferatezza, ho prontamente telefonato al dirigente scolastico Francesco Bagalà, che era al corrente degli accadimenti e mi ha parlato di un incontro tra genitori e il bidello e che lo stesso oggi dovrebbe andare in classe a chiedere scusa ai bambini. Ma ciò a me non basta”.

Si tratta – prosegue il Garante – di un gesto gratuito, un gesto assassino, documentato anche fotograficamente dai piccolini, che non può essere giustificato alla stregua del furto di un vasetto di marmellata. Uccidere a bastonate un gatto sol perché disorientato e impaurito ‘soffiava’ contro chi lo minacciava con un bastone è un atto di autodifesa che anche un umano farebbe e non certo ‘soffiando’. Chiedo alle autorità scolastiche preposte di intraprendere immediatamente le misure previste nei confronti di questo signore, ed all’autorità inquirente e giudiziaria di valutare non solo la crudeltà contro il povero animale, ma le ripercussioni emotive che i piccolini si porteranno dietro“.

La scuola è vita – conclude Marziale – e a nessuno è concesso di tramutarla in luogo di efferatezza e morte. Oltre che alle autorità sopra citate, stamattina porterò il caso all’attenzione del ministro dell’Istruzione Bussetti“.

Il commento del sottosegretario Giuliano 

Prendere a bastonate un gatto fino a ucciderlo è un atto orrendo in ogni caso, ma farlo davanti a una classe di bambini è ancora più grave. La notizia di quanto avvenuto in una scuola primaria di Gioia Tauro mi ha scioccato e, se fosse accertata, si dovranno prendere i conseguenti provvedimenti. 
Quello che è successo è semplicemente terribile e inaccettabile ancor più perché questa violenza si è consumata a scuola, il luogo in cui si insegna il rispetto, anche degli animali, si educa alla non violenza e si stimolano i ragazzi a individuare e prendere le distanze da messaggi e azioni negative.

L’articolo Gatto ucciso a scuola da collaboratore scolastico davanti ai bambini sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Parodi: cari docenti, non date compiti per le vacanze per il bene delle famiglie

Commenti disabilitati su Parodi: cari docenti, non date compiti per le vacanze per il bene delle famiglie

Decreto rilancio: 16mila posti in più per assunzioni, 1,4miliardi per le scuole, fondi alle paritarie. Tutti i contenuti

Commenti disabilitati su Decreto rilancio: 16mila posti in più per assunzioni, 1,4miliardi per le scuole, fondi alle paritarie. Tutti i contenuti

Maturità 2019, 20 punti al colloquio. Due esempi di griglia di valutazione

Commenti disabilitati su Maturità 2019, 20 punti al colloquio. Due esempi di griglia di valutazione

Rinnovo CCNL Trento, sindacati: nessun finanziamento nella manovra correttiva

Commenti disabilitati su Rinnovo CCNL Trento, sindacati: nessun finanziamento nella manovra correttiva

I vincitori del concorso 2016 saranno tutti assunti?

Commenti disabilitati su I vincitori del concorso 2016 saranno tutti assunti?

Risorse Miur, Azzolina: utilizzeremo fino all’ultimo euro. Centrale l’innovazione didattica

Commenti disabilitati su Risorse Miur, Azzolina: utilizzeremo fino all’ultimo euro. Centrale l’innovazione didattica

Concorso ordinario secondaria, a cosa serviranno i 24 CFU se la mia classe di concorso non sarà bandita?

Commenti disabilitati su Concorso ordinario secondaria, a cosa serviranno i 24 CFU se la mia classe di concorso non sarà bandita?

Gallo (M5S): lavoreremo su povertà educativa e innovazione didattica

Commenti disabilitati su Gallo (M5S): lavoreremo su povertà educativa e innovazione didattica

Abilitazione per precari storici, puntare su test psico attitudinali. Lettera

Commenti disabilitati su Abilitazione per precari storici, puntare su test psico attitudinali. Lettera

Pensioni, 33.886 docenti ATA lasciano la scuola dal 1° settembre. Dati definitivi, il dettaglio

Commenti disabilitati su Pensioni, 33.886 docenti ATA lasciano la scuola dal 1° settembre. Dati definitivi, il dettaglio

Nota MI chiarimenti su esiti scrutini, ANP chiede rettifica: contrastante con norme vigenti

Commenti disabilitati su Nota MI chiarimenti su esiti scrutini, ANP chiede rettifica: contrastante con norme vigenti

Conte, studenti e comunità accademica chiedono un confronto

Commenti disabilitati su Conte, studenti e comunità accademica chiedono un confronto

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti