G Suite for Education: Google Classroom, strumento utile per la didattica

Nell’articolo precedente ho parlato di Google Documenti. Oggi parliamo di Google Classroom.

I due applicativi possono tranquillamente interagire tra loro. I lavori fatti con Google Doc possono essere inseriti in Classroom con modalità di condivisione interessanti.

Che cosa è Google Classroom?

Classroom è un servizio gratuito che Google offre alle scuole, le organizzazioni non profit e chiunque possieda un account Google. Come per Google Documenti, anche Classroom, se facente parte della Console G Suite di un dominio scolastico, diventa un valido strumento di condivisione e comunicazione dei docenti con i propri allievi.

“Google Classroom consente di ottimizzare i compiti, rafforzare la collaborazione e agevolare la comunicazione, per rendere l’insegnamento più produttivo e significativo. I docenti possono creare corsi, distribuire compiti, inviare feedback e tenere tutto sotto controllo, in un unico posto. Classroom inoltre si integra perfettamente con altri prodotti Google, come Documenti Google e Drive.

Le scuole e le organizzazioni non profit possono utilizzare Classroom come servizio principale di G Suite for Education e G Suite per il non profit, entrambi gratuiti. Anche le persone che dispongono di un Account Google personale possono utilizzare Classroom gratuitamente. Per le organizzazioni, Classroom è un servizio aggiuntivo parte dei prodotti G Suite, come G Suite Enterprise o G Suite Business”.(da https://support.google.com/edu/classroom/answer/6020279?hl=it)

Come funziona

Classroom è una classe virtuale, dove i docenti possono creare un corso o una classe che rappresenta una vera classe con i nomi degli studenti (bambini, ragazzi o adulti che siano) e invitarli a partecipare, come anche invitare i colleghi a far parte della stessa classe.

Con Classroom si possono condividere informazioni, distribuire compiti, domande e risorse, organizzare il proprio lavoro. Tutto in un unico posto, accessibile ad insegnanti e alunni con risparmio di tempo e carta. Gli alunni possono ricevere la consegna delle attività comodamente a casa, come anche svolgere i compiti, consegnarli rispettando le scadenze e ricevere la restituzione del lavoro, corretto. Volendo, anche il voto.

Spazi e tempi completamente gestiti.

Se si vuole, questo modo di sperimentare una classe virtuale può partire già dalla scuola primaria, dove i ragazzi imparano ad utilizzare anche strumenti digitali e piattaforme, gestiti dagli adulti.

Per far parte di una classe o di un corso è necessario avere un account gmail.

Per gli adulti nessun problema, per i minorenni, volendo attivare un percorso simile a scuola, è necessaria una doppia autorizzazione: la prima nella quale i genitori autorizzino l’apertura dell’account, la seconda dove i genitori si prendano la responsabilità dell’ account e la vigilanza del minore mentre lo utilizza. Dopo questa serie di passaggi si può partire. Chi lo ha provato è pronto a continuare e racconta di una realtà molto versatile e utile, dove i ragazzi non fanno fatica ad utilizzarlo e acquisiscono competenze legate all’utilizzo delle nuove tecnologie e dell’autonomia organizzativa.

Comunicazione migliorata.

Oltre ad inviare annunci e creare compiti per gli studenti, i docenti possono avviare dibattiti live on line in classe con relativi feedback.

Condivisione e collaborazione

Gli allievi, in classe e a casa possono condividere risorse, interagire, collaborare con i compagni e con gli insegnanti sia con lo stream del corso che tramite mail.

Gli insegnanti hanno la possibilità di visualizzare con facilità i lavori dei ragazzi, controllare le consegne con relativa cronologia e inviare feedback con consigli, modifiche o correzioni.

Classroom funziona ottimamente con Documenti Google, Calendar, Gmail, Drive e Moduli.

Nei prossimi articoli ci occuperemo degli altri applicativi.

Classroom è gratuito per le scuole, per le organizzazioni non profit e per i privati, non contiene annunci e non utilizza mai i tuoi contenuti o i dati degli studenti a scopi pubblicitari”. (Google support)

Quali dispositivi e browser supporta

Qualsiasi browser, da pc.

E’ disponibile anche per i dispositivi mobili Android e Apple® iOS®.

Con Google Classroom il modello Flipped Classroom (la classe capovolta o rovesciata) è facile da utilizzare con una modifica nella struttura della lezione. Viene ribaltato(rovesciato) il sistema tradizionale di lezione dove il docente spiega e il ragazzo dedica lo studio individuale a casa per poi passare all’interrogazione in classe. Docente e allievo possono dedicare più tempo in classe alla discussione, alla conversazione e alla risoluzione di problemi perchè l’approfondimento dell’argomento (che il docente ha fornito su Classroom) da parte dell’allievo, è avvenuto “prima”, attraverso video-lezioni, dispense ecc…, anche on demand, sempre visibili per il ragazzo che vuole rinforzare i contenuti appresi o che sta apprendendo. Il docente, in questo caso, non veicola solo contenuti, ma diventa colui che guida, sollecita e sostiene lo studente nei lavori di gruppo e nelle attività tra pari (peer learning, peer to peer). Modalità interessanti e utili in un nuovo modo di vedere la lezione.

Di semplice utilizzo, dinamico e versatile, Google Classroom può diventare una scoperta che chi abbia voglia di provarlo…..

Come si accede a Classroom.

https://support.google.com/edu/classroom/answer/6072460?co=GENIE.Platform%3DDesktop&hl=it

L’articolo G Suite for Education: Google Classroom, strumento utile per la didattica sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Pacifico (ANIEF): mancano docenti in alcune discipline? Aprire Gae e Bandire concorsi, non si trovano nelle patatine. A breve sentenza

Commenti disabilitati su Pacifico (ANIEF): mancano docenti in alcune discipline? Aprire Gae e Bandire concorsi, non si trovano nelle patatine. A breve sentenza

Didattica a distanza, Rizzotti (FI) alla Azzolina: pericolo pedofilia e revenge porn

Commenti disabilitati su Didattica a distanza, Rizzotti (FI) alla Azzolina: pericolo pedofilia e revenge porn

Scrutini: bocciature studenti, alunni con DSA, mancata assegnazione lode. Genitori che ricorrono, sentenze

Commenti disabilitati su Scrutini: bocciature studenti, alunni con DSA, mancata assegnazione lode. Genitori che ricorrono, sentenze

Nel I grado gli alunni non sono sufficienti in Italiano e Matematica. Lettera

Commenti disabilitati su Nel I grado gli alunni non sono sufficienti in Italiano e Matematica. Lettera

Meno ammessi all’esame terza media nel 2019. Più brave le studentesse

Commenti disabilitati su Meno ammessi all’esame terza media nel 2019. Più brave le studentesse

Didattica a distanza: il rischio è la restaurazione. Lettera

Commenti disabilitati su Didattica a distanza: il rischio è la restaurazione. Lettera

Concorso DSGA Sicilia, preselettiva: come presentare richiesta di accesso agli atti

Commenti disabilitati su Concorso DSGA Sicilia, preselettiva: come presentare richiesta di accesso agli atti

Spazio. Bussetti: orgogliosi per nuova missione Parmitano

Commenti disabilitati su Spazio. Bussetti: orgogliosi per nuova missione Parmitano

Aumenti stipendiali. Fedeli apre ai sindacati, bonus merito e 500 euro nello stipendio. I particolari

Commenti disabilitati su Aumenti stipendiali. Fedeli apre ai sindacati, bonus merito e 500 euro nello stipendio. I particolari

NeoDirigenti con la valigia: qualcuno già pronto a rifiutare incarico, qualcun altro si organizza

Commenti disabilitati su NeoDirigenti con la valigia: qualcuno già pronto a rifiutare incarico, qualcun altro si organizza

Pensione massima ottenibile: ancora quanti anni di lavoro?

Commenti disabilitati su Pensione massima ottenibile: ancora quanti anni di lavoro?

Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, domande dal 9 al 20 luglio. Nota Miur

Commenti disabilitati su Assegnazioni provvisorie e utilizzazioni, domande dal 9 al 20 luglio. Nota Miur

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti