Fioramonti: tema di storia ritorna alla maturità, ma occorre diverso modo di insegnare

Lo conferma il ministro Fioramonti a Repubblica.

Il tema di storia sarà una delle tracce della tipologia B (testo argomentativo). La commissione incaricata di preparare le tracce per gli Esami di Stato 2020 ha infatti una clausola: una delle tracce della tipologia B deve necessariamente essere di tematica strettamente storica.

Fioramonti svela anche cosa privilegia ” Vorrei anche entrassero nelle tracce i testi dei grandi storici italiani. Gli studenti dell’ultimo anno spesso non sanno chi sono Benedetto Croce e Gaetano Salvemini. Resto convinto che basterebbe un brano di Salvemini sulla scuola italiana per spingere gli studenti verso una disciplina che troppo spessoviene vissuta come una pesante enciclopedia estranea alla vita“.

“La storia era facoltativa; ora diventa obbligatoria” afferma il Ministro, che parla anche in generale dell’insegnamento della storia.

Bisogna ripartire dal riformare l’insegnamento della storia, rafforzando il legame con la dimensione sociale, che è già entrata nell’insegnamento da diversi anni, dice il ministro.

Occorre anche che i libri di testo siano meno didascalici e più stimolanti; il Novecento deve acquistare centralità, aggiunge il ministro.

Si cercherà inoltre di rendere più chiara la formulazione del tema storico, spesso poco comprensibile agli studenti; al momento non è previsto aumento di ore per l’insegnamento della storia.

L’insegnamento deve essere rivisto tenendo presente tutti i gradi di scuola.

“Ora partiamo con il confronto con gli studiosi, poi passeremo a una fase attuativa. E a partire dal 2022 conto di consegnare alla scuola italiana una nuova periodizzazione e una nuova modalità di studio della storia”.

L’articolo Fioramonti: tema di storia ritorna alla maturità, ma occorre diverso modo di insegnare sembra essere il primo su Orizzonte Scuola.

Leggi Tutto

Fonte Orizzonte Scuola

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

os_admin

Related Posts

Pensionati scuola 2017 e 2018: TFS/TFR arriva dal 1° settembre 2019

Commenti disabilitati su Pensionati scuola 2017 e 2018: TFS/TFR arriva dal 1° settembre 2019

Orientamento. Le lauree più ricercate dall’industria sono ingegneri e dottori in economia

Commenti disabilitati su Orientamento. Le lauree più ricercate dall’industria sono ingegneri e dottori in economia

On. Villani (M5S): in Campania sindaci posticipano impropriamente inizio lezioni. USR verifichi

Commenti disabilitati su On. Villani (M5S): in Campania sindaci posticipano impropriamente inizio lezioni. USR verifichi

Fine anno scolastico, per i docenti precari non é mai estate

Commenti disabilitati su Fine anno scolastico, per i docenti precari non é mai estate

Dematerializzazione? A scuola ancora tonnellate di carta. Lettera

Commenti disabilitati su Dematerializzazione? A scuola ancora tonnellate di carta. Lettera

Pensioni, eguaglianza tributaria tra dipendenti pubblici e privati

Commenti disabilitati su Pensioni, eguaglianza tributaria tra dipendenti pubblici e privati

Istituto di Trapani ricerca docente di lingua cinese

Commenti disabilitati su Istituto di Trapani ricerca docente di lingua cinese

Analfabetismo geografico, disciplina ignorata in Italia

Commenti disabilitati su Analfabetismo geografico, disciplina ignorata in Italia

Concorso scuola Infanzia e Primaria, decreto in Gazzetta: cosa studiare per prova preselettiva. Chi può partecipare?

Commenti disabilitati su Concorso scuola Infanzia e Primaria, decreto in Gazzetta: cosa studiare per prova preselettiva. Chi può partecipare?

Convegno “La Permeabilità epistemologica tra Matematica, Scienze e Filosofia”, iscrizioni entro il 21 gennaio

Commenti disabilitati su Convegno “La Permeabilità epistemologica tra Matematica, Scienze e Filosofia”, iscrizioni entro il 21 gennaio

Regionializzazione, Boccia: libertà di modificare numero alunni per classe, no a concorsi regionali

Commenti disabilitati su Regionializzazione, Boccia: libertà di modificare numero alunni per classe, no a concorsi regionali

Autonomia scolastica e regionalismo differenziato, la posta in gioco è la libertà non i soldi [IL PUNTO DI VISTA]

Commenti disabilitati su Autonomia scolastica e regionalismo differenziato, la posta in gioco è la libertà non i soldi [IL PUNTO DI VISTA]

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti