Filastrocche di Natale

In questa sezione abbiamo raccolto tante filastrocche di Natale per i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria. Cliccate sulle schede o sui pulsanti colorati per stampare i file PDF da colorare.

Filastrocche di Natale

Letterina per Babbo Natale

Alessia de Falco
Matteo Princivalle

Letterina per Babbo Natale.
Se il mio desiderio vale,
quest’anno chiederò:
un po’ di tempo donato,
una corsa in mezzo al prato
un pomeriggio con gli amici
e tante risate insieme felici.
C’è dono più bello?
Io credo di no.
Ma se esistesse lo scoprirò.

L’albero di Natale

Monica Sorti

L’albero di Natale si sveglia una mattina
e dice: “Portatemi su dalla cantina!
Voglio esser addobbato, voglio diventare bello,
con ghirlande e festoni fatemi un mantello.
Poi palline, nastri e fili di collane,
sarò la star di casa per parecchie settimane.
Mettetemi addosso tante luci scintillanti
sopra, sotto, dietro e davanti,
e in alto una stella dovrà essere aggiunta,
tutta luccicante, che mi farà da punta.
E se c’è una cosa che proprio mi rattrista
è se non mi piazzate bene in vista.
Per cui datevi da fare, fate in fretta,
perché il tempo di Natale arriva e non aspetta”.

Sarà Natale

Alessia de Falco
Matteo Princivalle

Ho letto sul giornale
che presto sarà Natale.
Le strade si riempiranno di luci
e tutti saremo felici.
Ma tanta gente, ahimè,
lo so per certo, felice non è.
Babbo Natale, aiutali se puoi,
e se ti serve aiuto, conta pure su di noi.

La porta di Natale

Monica Sorti

Piccola porta, porta gigante,
porta sottile, porta pesante,
porta di sogno, porta d’impegno,
porta che porta nel magico regno.
Porta di luce, porta che incanta,
porta di fede, porta anche Santa.
Dietro ogni porta c’è il nuovo che avanza,
nuovi progetti, nuova speranza,
e quando varchi la nuova soglia
si veste il futuro e il passato si spoglia.
Non è mai un muro che sbarra il cammino
ma un invito a cercare un nuovo destino.
Porta di attese, porta speciale,
una porta ti aspetta ad ogni Natale.

Il vestito di Babbo Natale

Monica Sorti

Babbo Natale quest’anno è stanco
del suo solito look rosso e bianco.
Dice: “Nuova vita, nuovi colori,
questi li indosso dagli albori!”.
Così si reca dalla sarta del Polo
che abita in una casa a forma di ghiacciolo
e, senza troppi giri di parole,
spiega alla fanciulla ciò che vuole.
Per accontentarlo lei fa tutto il necessario
e gli mostra il suo immenso campionario
ma, purtroppo, le è chiaro immediatamente
che non è per niente facile averlo come cliente.
Scarta un vestito verde fatto di pregiate sete
perché quello è il colore dell’abete.
Poi la stoffa gialla alla sartina vieta
perché quello è il colore della cometa.
Allontana anche il marrone con un gesto solenne
perché quello è il colore delle renne.
La sarta, con le lacrime agli occhi ed il magone,
gli propone allora un vestito arancione.
Lui lo indossa, poi si guarda allo specchio,
ma dice che il colore lo fa sembrar più vecchio.
Così alla fine decide di mettersi addosso
ancora una volta il vestito bianco e rosso.

Calendario dell’avvento

Monica Sorti

Nel mese di dicembre c’è un calendario speciale
che ci accompagna dal giorno primo fino a Natale.
Ha ventiquattro finestrelle sigillate
con sorprese che attendon d’essere svelate,
e se sei un bambino fortunato
può capitarti quello con sorprese di cioccolato.
Puoi trovarci un pupazzo di neve, un angioletto,
o una renna che indossa un bel giubbetto.
Quando sta per finire, non rimanerci male,
perché all’ultima finestra ci sarà Babbo Natale,
per questo ogni bimbo è sempre contento
quando conclude il calendario dell’Avvento!atale.

Leggete anche:

I nostri libri:

Racconti di Natale

Età di lettura: da 5 anni
€ 7,29

Fiabe d’inverno

Età di lettura: da 5 anni
€ 4,58

Le nostre filastrocche:

Tag: filastrocche Natale, filastrocche sul Natale, filastrocche di Natale per bambini

Leggi Tutto

Fonte portalebambini.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti