Empowerment College. Giornate di formazione a Trieste.

Immagine (1)

«La conoscenza è la chiave per favorire l’inclusione»

Il Dipartimento di Salute Mentale di Trieste sta progettando e avviando in modalità sperimentale un modulo formativo rivolto a coloro che attraversano i servizi di salute mentale o operano nel campo per promuovere il benessere mentale. Denominato Empowerment College, nasce da un’iniziativa Erasmus+, finanziata dall’Unione Europea per il biennio 2016­-2018. Il progetto europeo vede impegnate sei nazioni al lavoro per dare una risposta alle esigenze concrete di empowerment, ovvero auto-determinazione e legittimazione.

Il College è strutturato in base alla co­produzione tra professionisti, formatori ed esperti per esperienza diretta di disagio. Lo scopo nel promuovere e sviluppare i corsi è raggiungere le persone che sono escluse dalla partecipazione alla vita sociale per lo sviluppo di una prospettiva di vita e lavoro personalizzata, realistica e attenta alle risorse. L’iniziativa formativa non è da intendersi come “correttiva” di stili di vita disorientati o segnati dallo svantaggio, ma punta al consolidamento dell’esperienza sin qui maturata, rafforzando la reciprocità delle relazioni e la rivalutazione del percorso di vita.

Con la parola ‘empowerment’ si indica il processo interiore per divenire coscienti del proprio potere individuale e per aiutare gli altri ad acquisire la stessa consape­volezza. È il potere di sconfiggere le ingiustizie nella società e valorizzare le singole abilità e capacità, il potere di credere in se stessi. La speranza deve condurre alla conquista di possibilità, attraverso autostima, partecipazione alle decisioni, dignità e rispetto, appartenenza e contributo all’accrescimento della comunità. L’empowerment è un importante elemento di sviluppo umano e lavorare per esso significa credere nei talenti, nelle risorse e nell’infinito potenziale delle persone.

L’EMPOWERMENT COLLEGE È STRUTTURATO IN TRE CICLI DI INCONTRI

1)PARLIAMO DI SOLDI

Il modulo formativo denominato PARLIAMO DI SOLDI è indirizzato da un approccio alla discussione attorno alfattore economico, per “parlare di denaro, ma non di come spenderlo o risparmiarlo”. I partecipanti saranno coinvolti direttamente e invitati a scambiarsi esperienze, in un’ottica di dialogo aperto su temi reali, persviluppare la capacità di fare delle scelte, diventare indipendenti, rafforzare la propria rete di relazioni: tutto ciò fa parte del percorso di ognuno verso la ripresa personale.

2) LA MIA VITA, I MIEI DIRITTI

Il modulo LA MIA VITA, I MIEI DIRITTI vuole favorire una maggiore consapevolezza che l’applicazione delle leggi che garantiscono i diritti non è sempre praticata. Per far valere i propri diritti, bisogna conoscere e far rispettare la Convenzione delle persone con disabilità e gli altri strumenti internazionali e regionali in materia di diritti umani, promuovere l’esercizio dei propri diritti e sperimentare le varie forme di aiuto.

3) PREGIUDIZIO, TIMORE E CONSAPEVOLEZZA

Un modulo per favorire la piena partecipazione alla vita sociale e lavorativa, libera da stigma e discriminazione. Il tutto con la collaborazione di associazioni e altri soggetti attenti alla sensibilizzazione sultema dell’inclusione sociale e del contrasto a forme di emarginazione e pregiudizio. Condividere la consapevolezza dello stigma come processo sociale, dove ciascun individuo partecipa come stigmatizzato e stigmatizzante, almeno in certe connessioni e in certi periodi della vita. Stigma e pregiudizio non sono la stessa cosa: richiedono forza, coraggio, conoscenza e lavoro su se stessi per incidere sulla loro produzione sociale.

Gli incontri si terranno presso il padiglione I – via De Pastrovich 2 a Trieste i martedì pomeriggio dalle 14 alle 19.

‘Parliamo di soldi’: 13 marzo, 20 marzo, 27 marzo, 10 aprile

‘La mia vita, i miei diritti’: calendario in via di definizione

‘Pregiudizio, timore e consapevolezza’: calendario in via di definizione

Per le iscrizioni contattare Articolo 32 presso la segreteria del Dipartimento di Salute Mentale di Trieste da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13, tel. 040/3997354,e-mail: [email protected]

Leggi Tutto

Fonte forumsalutementale.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Posizioni disallineate dal carcere: “La trappola del fuorigioco”. Una recensione.

Commenti disabilitati su Posizioni disallineate dal carcere: “La trappola del fuorigioco”. Una recensione.

Rems di Barete, immobilismo della Regione

Commenti disabilitati su Rems di Barete, immobilismo della Regione

Dove ci portate? Wohin bringt ihr uns? Kam nas peljete?

Commenti disabilitati su Dove ci portate? Wohin bringt ihr uns? Kam nas peljete?

rEgioniamo di salute mentale

Commenti disabilitati su rEgioniamo di salute mentale

40#180 Un’ora sola ti vorrei

Commenti disabilitati su 40#180 Un’ora sola ti vorrei

La crisi per rilanciare

Commenti disabilitati su La crisi per rilanciare

Fare il welfare oggi. Webinar gratuito per un piano di azione internazionale per la salute mentale

Commenti disabilitati su Fare il welfare oggi. Webinar gratuito per un piano di azione internazionale per la salute mentale

Salute mentale, la legge 180 ancora disapplicata in alcune regioni italiane

Commenti disabilitati su Salute mentale, la legge 180 ancora disapplicata in alcune regioni italiane

Oscillando sul testo di Pier Aldo Rovatti

Commenti disabilitati su Oscillando sul testo di Pier Aldo Rovatti

Ci salverà solo la giustizia sociale

Commenti disabilitati su Ci salverà solo la giustizia sociale

Chi se ne frega dei Matti Calabresi? E di tutti gli altri?

Commenti disabilitati su Chi se ne frega dei Matti Calabresi? E di tutti gli altri?

Ddl Dirindin-Manconi ottimo strumento di lavoro.

Commenti disabilitati su Ddl Dirindin-Manconi ottimo strumento di lavoro.

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti