EDUCATRICI, EDUCATORI SCOLASTICI E AEC, ad un anno dall’inizio dell’emergenza Covid la richiesta è ancora la stessa: SALARIO 100%

Questo periodo sta mettendo a dura prova gli studenti di ogni ordine e grado, e con essi le loro famiglie. Ma coloro che rischiano di pagare il prezzo più alto sono gli studenti più fragili, proprio quelli che necessitano di assistenza educativa.

È essenziale che venga riconosciuto il 100% delle ore e dello stipendio agli educatori sull’intero territorio nazionale.

È necessario pertanto che i singoli progetti educativi vengano rimodulati secondo le esigenze e le possibilità degli utenti, nel rispetto dei contratti individuali dei singoli educatori.

La vicenda dell’art. 48 del Decreto Cura Italia ha lasciato macerie nel settore, l’utilizzo generalizzato del FIS a parziale copertura dei nostri magri stipendi ha rappresentato un incubo per decine di migliaia di lavoratrici e lavoratori.

BASTA LAVORO POVERO, DIGNITÀ PER I SERVIZI SCOLASTICI

Così come le istituzioni scolastiche hanno riprogrammato le attività didattiche tra ore dirette (in sincrono) e ore indirette (in asincrono), così anche l’orario dell’Educativa a Distanza deve avere una parte in sincrono e la restante parte deve essere riconosciuta per svolgere le imprescindibili attività di programmazione, come ad esempio:  preparazione di materiali, raccordo con i docenti curriculari, con i docenti di sostegno, reperimento di idonea documentazione, ecc.; tutte attività necessarie affinché il servizio venga svolto in modo efficiente e dignitoso.

Siamo assolutamente contrari alla domiciliarizzazione del servizio educativo Scolastico in quanto contraddice lo stesso principio di precauzione che ha portato alla chiusura delle scuole: ridurre i contatti personali e di conseguenza la diffusione del contagio. Ancor di più per il fatto che il domicilio dell’utenza non può garantire gli stessi livelli di sicurezza e sanificazione di un plesso scolastico. Laddove si ritenga indispensabile l’Educativa in presenza dovrà essere effettuata solo ed esclusivamente all’interno dell’Istituzione scolastica.

Svolgiamo un Servizio Pubblico Essenziale e Permanente che dovrà, il prima possibile, essere internalizzato e gestito direttamente dagli Enti Pubblici, senza l’ingiustificata e dispendiosa intermediazione delle Cooperative Sociali.

Nei prossimi giorni chiederemo un incontro all’ANCI nazionale, affinché si ottenga, in maniera omogenea e su tutto il territorio nazionale, per tutte le lavoratrici e i lavoratori dei servizi educativi e di integrazione scolastica, l’impegno al pagamento da parte degli EELL per i servizi già messi a bilancio, senza tagliare neanche mezz’ora sulle nostre ore contrattuali e sui nostri salari!

 

Nazionale, 15 marzo 2021

USB Coop Sociali e Terzo Settore

Leggi Tutto

Fonte Rss Feed coopsociali.usb.it

Powered by WPeMatico

Facebook Comments

portaleducatori

Related Posts

Igiene ambientale, storica sentenza a Bologna: riconosciuti gli arretrati per le differenze tra i contratti Coop Sociali e Fise/Utilitalia

Commenti disabilitati su Igiene ambientale, storica sentenza a Bologna: riconosciuti gli arretrati per le differenze tra i contratti Coop Sociali e Fise/Utilitalia

SISTEMA ACCOGLIENZA BOLOGNA: LA COOP ARCA DI NOÈ IMPONE AMMORTIZZATORI SOCIALI.

Commenti disabilitati su SISTEMA ACCOGLIENZA BOLOGNA: LA COOP ARCA DI NOÈ IMPONE AMMORTIZZATORI SOCIALI.

AEC/OEPA Fiumicino: assemblea USB dei lavoratori della scuola in appalto di fronte al Comune

Commenti disabilitati su AEC/OEPA Fiumicino: assemblea USB dei lavoratori della scuola in appalto di fronte al Comune
<a href=#iostoconwilliam: ritirate le sanzioni, ribadito il diritto di sciopero per salute e sicurezza." title="#iostoconwilliam: ritirate le sanzioni, ribadito il diritto di sciopero per salute e sicurezza."/>

#iostoconwilliam: ritirate le sanzioni, ribadito il diritto di sciopero per salute e sicurezza.

Commenti disabilitati su #iostoconwilliam: ritirate le sanzioni, ribadito il diritto di sciopero per salute e sicurezza.

Servizi scolastici, giovedì 25 marzo gli assistenti educativi manifestano con USB in viale Manzoni: basta appalti, internalizzare!

Commenti disabilitati su Servizi scolastici, giovedì 25 marzo gli assistenti educativi manifestano con USB in viale Manzoni: basta appalti, internalizzare!

Zona rossa per gli AEC OEPA nel Lazio: pagare l’intero monte orario a tutte e tutti

Commenti disabilitati su Zona rossa per gli AEC OEPA nel Lazio: pagare l’intero monte orario a tutte e tutti

Lotto marzo perché lotto tutti i giorni

Commenti disabilitati su Lotto marzo perché lotto tutti i giorni

Igiene ambientale Cesena, il 21 aprile sciopero alla Coop sociale Il Mandorlo

Commenti disabilitati su Igiene ambientale Cesena, il 21 aprile sciopero alla Coop sociale Il Mandorlo

LAVORATRICI E LAVORATORI DI ASP E COOP SOCIALI IN PIAZZA: BASTA CHIAMARCI EROI, VOGLIAMO SALARIO E SOLUZIONE AI PROBLEMI DEL NOSTRO WELFARE FRAMMENTATO E DISOMOGENEO. PRESIDIO VENERDì 19 MARZO ALLE ORE 11,00 A PALAZZO D’ACCURSIO

Commenti disabilitati su LAVORATRICI E LAVORATORI DI ASP E COOP SOCIALI IN PIAZZA: BASTA CHIAMARCI EROI, VOGLIAMO SALARIO E SOLUZIONE AI PROBLEMI DEL NOSTRO WELFARE FRAMMENTATO E DISOMOGENEO. PRESIDIO VENERDì 19 MARZO ALLE ORE 11,00 A PALAZZO D’ACCURSIO

La politica degli appalti colpisce gli AEC/OEPA di Fiumicino: è ora di reinternalizzare i servizi essenziali

Commenti disabilitati su La politica degli appalti colpisce gli AEC/OEPA di Fiumicino: è ora di reinternalizzare i servizi essenziali

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti