Educatrici ed educatori delle province di Rimini e Forlì/Cesena: Diritti, Salute e 100% dello Stipendio!!

Educatrici ed educatori delle province di Rimini e Forlì/Cesena: Diritti, Salute e 100% dello Stipendio!!


In queste ultime settimane, sul fronte degli educatori ed educatrici scolatici nelle Province romagnole di Rimini e Forli/Cesena (da una settimana in zona rossa), dove siamo presenti in diversi appalti e cooperative, ci sono stati molto impegni e appuntamenti importanti, non solo strettamente legati all’emergenza sanitaria e al ritorno nella zona rossa, ma anche ai tanti fronti di scontro aperti con Cooperative e Comuni sul tema dell’organizzazione dei servizi, dell’educatore di plesso, del rispetto del CCNL e della continuità di salario vista la precarietà che colpisce le lavoratrici e i lavoratori nel settore dell’inclusione scolastica.
Si sono così svolti: l’incontro con i dirigenti della Coop Ancora Servizi per l’appalto dell’inclusione scolastica del Comune Rimini; con il dirigente dei servizi educativi del Comune di Cattolica per l’appalto della Cooperativa Il quadrifoglio; con il Comune di San Giovanni in Marignano per l’appalto della Coop La Cordata, Cesenatico con l’appalto Ceis e infine le assemblee sindacali di tutti gli educatori ed educatrici iscritte ed occupate nelle varie cooperative.
Prosegue inoltre l’importante lavoro ricompositivo e organizzativo all’interno della Rete IOS Intersindacale operatoritrici sociali, dopo le assemblee tematiche online delle scorse settimane, che sono state promosse.

Continuiamo così ad allargare e sedimentare il lavoro sindacale di questi ultimi anni, nel settore delle cooperative sociali, a rivendicare una scuola pubblica e in presenza, il riconoscimento del ruolo delle educatrici e degli educatori in appalto nell’inclusione scolastica e la necessità di internalizzare questa tipologia di servizi.

DIAMO il 100%
VOGLIAMO il 100% di Salario, Salute, Diritti!

Rete educatori/educatrici Rimini
Adl cobas

(Feed generated with FetchRSS)

Powered by WPeMatico

Facebook Comments
Vai alla barra degli strumenti