Droga, la vulnerabilità alle sostanze stupefacenti potrebbe essere genetica

Droga, la vulnerabilità alle sostanze stupefacenti potrebbe essere genetica

Commenti disabilitati su Droga, la vulnerabilità alle sostanze stupefacenti potrebbe essere genetica

La vulnerabilità alla tossicodipendenza si tramanda forse di padre in figlio e potrebbe essere scritta nel Dna, predisponendo alcuni più di altri al rischio di problemi di abuso di sostanze. Lo suggerisce uno studio su animali condotto da Lan Ma della università Fudan a Shanghai, una delle più antiche e prestigiose università cinesi.
La ricerca viene pubblicata questa settimana sulla rivista Nature Communications.

Gli esperti hanno studiato diversi gruppi di topolini maschi e valutato il loro naturale livello di motivazione a consumare cocaina. Poi hanno studiato la prole maschile di questi topini e visto che i figli riflettono lo stesso livello di motivazione dei padri a drogarsi. Andando ad esaminare il Dna del seme dei padri i ricercatori hanno trovato differenze nel genoma, più precisamente hanno trovato un diverso grado di ‘silenziamento’ di alcuni geni tra topolini inclini a drogarsi e topolini in un certo senso ‘immuni’ alla tossicodipendenza.

Andando infine a studiare il cervello dei topolini, in particolare i centri nervosi del piacere (che sono direttamente interessati da situazioni di abuso di sostanze), gli scienziati hanno riscontrato che nei topolini più vulnerabili alla dipendenza da cocaina sono accesi geni diversi rispetto ai topolini ‘resistenti’. Le differenze di attivazione genica sono legate a diversi livelli di “metilazione” dei geni, un processo naturale di spegnimento genetico basato sull’adesione agli interruttori dei geni di una sostanza chimica chiamata ‘metile’. È possibile che anche negli esseri umani sia in atto un meccanismo simile che rende alcuni più vulnerabili a cadere preda della droga e altri meno attratti da questo pericolo.

L’articolo Droga, la vulnerabilità alle sostanze stupefacenti potrebbe essere genetica proviene da Il Fatto Quotidiano.

Facebook Comments

F. Q.

Related Posts

Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Commenti disabilitati su Trapianto midollo, “azzerata mortalità bambini con immunodeficienze primitive” grazie a nuova sperimentazione salvavita

Vaccini, cosa ne penso. A scanso di equivoci

Commenti disabilitati su Vaccini, cosa ne penso. A scanso di equivoci

Anche l’orso polare verso l’estinzione, entro il 2050 potremmo perdere i due terzi della popolazione

Commenti disabilitati su Anche l’orso polare verso l’estinzione, entro il 2050 potremmo perdere i due terzi della popolazione

Alzheimer, farmaco “rallenta il declino cognitivo dopo un anno”. Università di Zurigo: test sui pazienti “incoraggianti”

Commenti disabilitati su Alzheimer, farmaco “rallenta il declino cognitivo dopo un anno”. Università di Zurigo: test sui pazienti “incoraggianti”

Talento, produttività e fortuna: la formula con il fattore Qp per calcolare quando lo scienziato avrà il colpo di genio

Commenti disabilitati su Talento, produttività e fortuna: la formula con il fattore Qp per calcolare quando lo scienziato avrà il colpo di genio

“Ecco perché il tempo sembra passare velocemente quando stiamo bene”

Commenti disabilitati su “Ecco perché il tempo sembra passare velocemente quando stiamo bene”

Buchi neri, italiane le Indiana Jones delle stelle. Il loro studio notato dalla Nasa

Commenti disabilitati su Buchi neri, italiane le Indiana Jones delle stelle. Il loro studio notato dalla Nasa

Miele, il 75% contaminato da pesticidi della famiglia dei ”neonicotinoidi”

Commenti disabilitati su Miele, il 75% contaminato da pesticidi della famiglia dei ”neonicotinoidi”

‘I farmaci omeopatici non funzionano’. Libertà di cura sì, ingannare no

Commenti disabilitati su ‘I farmaci omeopatici non funzionano’. Libertà di cura sì, ingannare no

Buchi neri, Stephen Hawking aveva ragione: possono perdere radiazioni

Commenti disabilitati su Buchi neri, Stephen Hawking aveva ragione: possono perdere radiazioni

Svelata dopo 10 anni la fonte del radiosegnale più misterioso mai rilevato

Commenti disabilitati su Svelata dopo 10 anni la fonte del radiosegnale più misterioso mai rilevato

Omeopatia, pronto il rimedio per le ‘tendenze lesbiche’

Commenti disabilitati su Omeopatia, pronto il rimedio per le ‘tendenze lesbiche’

Create Account



Log In Your Account



Vai alla barra degli strumenti